uno due tre quattro cinque sei sette otto nove dieci undici dodici tredici...


uno due tre quattro cinque sei sette otto nove dieci undici dodici tredici quattordici quindici sedici diciassette diciotto diciannove venti ventuno ventidue ventitré ventiquattro venticinque ventisei ventisette ventotto ventinove trenta trentuno trentadue trentatré trentaquattro trentacinque trentasei trentasette trentotto trentanove quaranta quarantuno quarantadue quarantatré quarantaquattro quarantacinque quarantasei quaranta sette quarantotto quarantanove cinquanta cinquantuno cinquantadue cinquantatré cinquantaquattro cinquantacinque cinquantasei cinquantasette cinquantotto cinquantanove sessanta sessantuno sessantadue sessantatré sessantaquattro sessantacinque sessantasei sessantasette sessantotto sessantanove settanta settantuno settantadue settantatré settantaquattro settantacinque settantasei settantasette settantotto settantanove ottanta ottantuno ottantadue ottantatré ottantaquattro ottantacinque ottantasei ottantasette ottantotto ottantanove novanta novantuno novantadue novantatré novantaquattro novantacinque novantasei novantasette novantotto novantanove cento centouno centodue centotré centoquattro centocinque centosei centosette centotto centonove centodieci centoundici centododici centotredici centoquattordici centoquindici centosedici centodiciassette centodiciotto centodiciannove centoventi centoventuno centoventidue centoventitré centoventiquattro centoventicinque centoventisei centoventisette centoventotto centoventinove centotrenta centotrentuno centotrentadue centotrentatré centotrentaquattro centotrentacinque centotrentasei centotrentasette centotrentotto centotrentanove centoquaranta centoquarantuno centoquarantadue centoquarantatré centoquarantaquattro centoquarantacinque centoquarantasei centoquarantasette centoquarantotto centoquarantanove centocinquanta centocinquantuno centocinquantadue centocinquantatré centocinquantaquattro centocinquantacinque centocinquantasei centocinquantasette centocinquantotto centocinquantanove centosessanta centosessantuno centosessantadue centosessantatré centosessantaquattro centosessantacinque centosessantasei centosessantasette centosessantotto centosessantanove centosettanta centosettantuno centosettantadue centosettantatré centosettantaquattro centosettantacinque centosettantasei centosettantasette centosettantotto centosettantanove cento ottanta centottantuno centoottantadue centottantatré centottantaquattro centottantacinque centottantasei centottantasette centottantotto centottantanove centonovanta centonovantuno centonovantadue centonovantatré centonovantaquattro centonovantacinque centonovantasei centonovantasette centonovantotto centonovantanove duecento duecentouno duecentodue duecentotre duecentoquattro duecentocinque duecentosei duecentosette duecentotto duecentonove duecentodieci duecentoundici duecentododici duecentotredici duecentoquattordici duecentoquindici duecentosedici duecentodiciassette duecentodiciotto duecentodiciannove duecentoventi duecentoventuno duecentoventidue duecentoventitré duecentoventiquattro duecentoventicinque duecentoventisei duecentoventisette duecentoventotto duecentoventinove duecentotrenta duecentotrentuno duecentotrentadue duecentotrentatré duecentotrentaquattro duecentotrentacinque duecentotrentasei duecentotrentasette duecentotrentotto duecentotrentanove duecentoquaranta duecentoquarantuno duecentoquarantadue duecentoquarantatré duecentoquarantaquattro duecentoquarantacinque duecentoquarantasei duecentoquarantasette duecentoquarantotto duecentoquarantanove duecentocinquanta duecentocinquantuno duecentocinquantadue duecentocinquantatré duecentocinquantaquattro duecentocinquantacinque duecentocinquantasei duecentocinquantasette duecentocinquantotto duecentocinquantanove duecentosessanta duecentosessantuno duecento sessantadue duecentosessantatré duecentosessantaquattro duecentosessantacinque duecentosessantasei duecentosessantasette duecentosessantotto duecentosessantanove duecentosettanta

nessuno è riuscito a leggerli tutti, vero?
Sono troppi, avete ragione!
Ma qualcuno reputa che duecentosettanta bambini morti a Gaza non siano ancora sufficienti.
A voi le parole... se ne avete!

232 commenti:

1 – 200 di 232   Nuovi›   Più recenti»
Daniele Verzetti il Rockpoeta ha detto...

Nulla da eccepire.

Osservo solo che nessuno dei contendenti vuole fermarsi. E questo lo trovo allucinante.

Un caro saluto Riccardo
Daniele

Comicomix ha detto...

Impossibile aggiungere ualcosa che non sia stato detto dal tuo post.

:-(

Anonimo ha detto...

primlug

Alberto ha detto...

No, non abbiamo più parole, caro Riccardo.

Crocco1830 ha detto...

E di questi nemmeno un nome. Solo numeri di una maledetta guerra etnocida.

Scrittore fiorentino ha detto...

Inconcepibile vedere tutto ciò nel 2009.

Pietro ha detto...

e ci tocca assistere inermi...come sempre

Blogger ha detto...

Bellissimo post, nulla da aggiungere.
Blogger

Anonimo ha detto...

chi è causa del suo mal pianga se stesso

Valeria ha detto...

Hamas poteva pensare di continuare a sparare razzi contro un paese confinante per sempre senza subire conseguenze?E non si ferma nemmeno adesso che stanno morendo centinaia di palestinesi... e che se ne fregano, anzi vediamo di fare pieta' al mondo, pensano, e salviamo le chiappe confondendoci con i civili...

Anonimo ha detto...

Ribadisco quanto detto perfettamente da Valeria: Hamas poteva pensare di continuare a sparare razzi contro un paese confinante per sempre senza subire conseguenze?E non si ferma nemmeno adesso che stanno morendo centinaia di palestinesi... e che se ne fregano, anzi vediamo di fare pieta' al mondo, pensano, e salviamo le chiappe confondendoci con i civili...

Anonimo ha detto...

quanti se ne dovranno contare ancora prima che qualcuno si accorgerà di queste vittime innocenti?ma chi spara contro di loro,ce l ha un cuore?spero solo che il rimorso li perseguiti per tutta la vita.

Chris ha detto...

http://pl.youtube.com/watch?v=xtsvjB8efKE&feature=related

Anonimo ha detto...

- Stanca contare i morti. Giustissimo.

- Stanca contare i razzi/bombe sparati da una parte come dall'altra. Giusto?

- Stanca e fa ormai nausea tutto ciò che avviene in M.O.: non so se anche a voi, italiani partigiani palestinesi venga il mal di pancia non solo per i bambini morti, ma anche per tutto ciò che avviene intorno!

- Stanca più ancora, perché non si capisce se il numero dei morti subiti sia un elemento importante da mettere sul piatto della bilancia quando arriverà il momento della trattativa di pace.

- E visto che al momento, chi di morti ne conta di più, sembra non abbia nessuna voglia di smettere di guerreggiare, si può dedurre che hamas intenda:
a) autodistruggersi insieme al suo popolo, oppure,
b) presentare al tavolo della resa e al mondo il maggior numero di 'martiri civili' e vittime innocenti.

Conclusione.
Le dimostrazioni in giro per l'Europa dovrebbero rivolgersi contro questi estremisti palestinesi, che hanno più dei boia che dei miliziani per la libertà della Palestina.

Joe ha detto...

AnonimoI I tuoi sono giudizi di uno che riceve le informazioni dai media e non dagli gli sviluppi storici in Palestina. Pure io, se mi limitassi a leggere i giornali e guardare i telegiornali, sarei del tuo parere. Purtroppo ci vuole il background storico per poter offrire commenti obbiettivi. Ti consiglio di incominciare con la Balfour Declaration del 1917 e poi di continuare sino ad oggi.
Allego la dichiarazione:
Foreign Office
2 novembre 1917
Egregio Lord Rotschild,
E' mio piacere fornirle, in nome del governo di Sua Maestà, la seguente dichiarazione di simpatia per le aspirazioni dell'ebraismo sionista che è stata presentata, e approvata, dal governo.
"Il governo di Sua Maestà vede con favore la costituzione in Palestina di un focolare nazionale per il popolo ebraico, e si adoprerà per facilitare il raggiungimento di questo scopo, essendo chiaro che nulla deve essere fatto che pregiudichi i diritti civili e religiosi delle comunità non ebraiche della Palestina, né i diritti e lo status politico degli ebrei nelle altre nazioni"
Le sarò grato se vorrà portare questa dichiarazione a conoscenza della federazione sionista.
Con sinceri saluti
Arthur James Balfour

Joe ha detto...

Riccardo, condivido il tuo sgomento di fronte a questa mattanza indiscriminata di bambini, donne e anziani. Troppi paesi sono purtroppo governati da uomini politici di infima statura che non posseggono ne' umanita' ne' compassione e pensano di poter risolvere i loro problemi non col dialogo, ma con l'uso indiscriminato della violenza. Il fine giustifica i mezzi, punto e basta, e le lezioni della storia non vengono mai imparate.
Buona settimana (anche se in queste circostanze non sara' facile).

Domenico Malara ha detto...

Due cose. La prima: non dimentichiamo gli attacchi terroristici palestinesi e i moti provocati d questi ultimi. La seconda: i palestinesi più che dare le colpe ad Istraele, dovrebbero riennegare Hamas che è l'unico ostacolo al processo di pace.

Il Mango ha detto...

Malafede!! I terroristi di Hamas si nascondo dietro i bambini, nelle scuole, nelle ambulanze, nelle moschee...
Ma perche' non scrivi anche sui bambini di Hamas e non spieghi cosa succede nei campi?
Ti chiedo di andare a vedere questo video.
http://mangoditreviso.blogspot.com/2009/01/i-bambini-di-hamas.html
Finche ci saranno delle organizzazione terroristiche come Hamas e Hezbollah, che vogliono la distruzione di Israele la pace non sara' possibile in quella parte del mondo. Ci vuole uno sforzo, ma basta con sempre dare la colpa ad Israele.

Anonimo ha detto...

Che ne pensi Riccardo dei commenti di molti tuoi lettori? A parte Joe che ci rammenta la dichiarazione Balfour del '17, non una sola parola di esplicita condanna per le iene sioniste. Per gli altri è tutto chiaro: è colpa di Hamas, se i bambini di Gaza vengono arrostiti. Dispiace poi solo un po' per i bambini, ché di donne, vecchi e uomini chi se ne frega. Questi ultimi poi hanno la barba, quindi sono pericolosi terroristi. Lungi dal pensare che siano padri, fratelli, mariti cui da 60 anni viene negata ogni possibilità di proteggere e sfamare decorosamente le proprie famiglie. Coraggio Riccardo, ne hai da scrivere di elzeviri come questo se speri di insegnare alla "gggèènte" a pensre con la propria testa. Con affetto da Joseph.

don Mario Aversano ha detto...

La situazione di Gaza è spaventosa. Il governo israeliano ha responsabilità gravissime. Allo stesso tempo mi colpisce sempre come i nostri media non riportino quasi nulla del dissenso che c'è all'interno di Israele. Non c'è assolutamente un'opinione pubblica coesa sulle scelte del governo. Ma nessuno ne parla.

Anonimo ha detto...

Umanità signori ci vorrebbe solo un pò di umanità prima ancora che esistano gli interessi di stato!!Daccordo tutti abbiamo il diritto a difenderci,ma solo a seguito del fatto che qualcuno ci attacchi!e comunque non giustifico l' uso della forza da parte d' israele,perchè non si possono uccidere tante vite per contrastarne solo una minima parte. PLEASE STOP THE WAR NOW!!

Franca ha detto...

E che cosa si potrebbe aggiungere?

Rouge ha detto...

Parole non ne ho, difatti non ho scritto neanche un rigo su tutta la faccenda, non perchè non interessi, ma perchè sono quaranta anni che si scrivono con leggere sfumature le stesse identiche cose. Io non ho più parole.

Martina Buckley ha detto...

Riccardo, condivido il tuo sgomento ed è per questo motivo, esattamente come Rouge, che non riesco a scrivere nulla sul mio blog su questo argomento.
Però vedo che qui molti hanno dato le colpe a destra e a manca, e l'unico che cerca di analizzare le origini storiche di questo continuo massacro è stato Joe.
Perché il punto è questo: ci sono ragioni storiche ben precise per il caos in medio oriente, ma vengono bellamente ignorate. Ci sono esempi internazionali di situazioni simili, che sono state risolte con (difficile, va detto, ma fattibile) interventi diplomatici ed intensa attività riconciliatoria, ma sono stati ignorati. Qui si continua ad andare avanti a recriminazioni, con l'US che si astiene per motivi politici (l'enorme peso politico della comunità ebraica statunitense) ed il resto del mondo che propina una realtà mediatica (per cui interpretata) dei fatti al pubblico.
Ma i numeri, come dice riccardo, non si possono interpretare. Più di 900 morti in totale, continua ad aumentare, e poi tutti quei bambini. C'è bisogno di un intervento internazionale, massiccio, invadente, inequivocabile. basta con le recriminazioni, basta con "è colpa tua, hai iniziato tu, no ha iniziato lui". Quanti bambini dovranno ancora morire sotto le macerie prima che saliamo tutti di un gradino evolutivo?
Non ci voglio pensare.

Anonimo ha detto...

Comincia a dire che Israele si sta difendendo!
Poi continua a dire che è sempre sotto attacco!
Cerca di ricordare che,una volta l'Iran,poi tutti gli stati che vogliono che Israele sia cancellata,non perdono l'occasione di farsi sentire....
Continua poi che anche qui,in Italia,DIFENDETE,i terroristi!
E comincia ad essere più obbiettivo!
Magari conta anche quanti ne hanno fatto fuori i Palestinesi......
o questo non ti conviene?

Wil ha detto...

Quanto vorrei che questo post non fosse geniale.

Grazie, Wil.

isline ha detto...

Queste situazioni orribili mostrano tra l'altro quanto siano fiacche e inutili le organizzazioni internazionali...

Noa ha detto...

Anch'io come molti non ho scritto nulla su quanto sta succedendo li'. Ho piu' di qualche motivo: c'e' chi ne sa piu' di me, non vorrei fare l'opinionista su qualcosa che merita un'attenzione ben piu' profonda, non vorrei che un post su quest argomento si trasformasse in un "hanno ragione ad Israele" e "hanno ragione in Palestina". Quello che dico io e' che a me non interessa chi ha ragione, perche' se pure ci fosse qualcuno che ce l'ha questa non lo giustificherebbe dei tanti morti che sta causando. Da ambo le parti. Io dico solo che potrebbero esserci modi differenti per discutere sulle ragioni. E se proprio non ce la fanno: che andassero a combattersi nel Sahara e scendessero i diretti interessati in prima linea ad affrontarsi.

Betty ha detto...

Pur essendomi informata in merito a questa situazione, non riesco comunque a trovare le parole per commentarla. Le sofferenze di creature innocenti mi lasciano senza parole.Tutto qua.Un sorriso attonito...
p.s. manco da un po' per questioni...informatiche!ma appena riesco ti seguo...

soloparolesparse ha detto...

Sei riuscito a pubblicare una delle foto che facebook ha pensato bene di censurare.
La situazione sul social network non è chiara e almeno sulla vicenda foto di gaza sarebbe il caso che chiarissero.
Il discorso è da approfondire. Io inizio a parlarne proprio oggi: http://www.soloparolesparse.com/2009/01/facebook-al-centro-del-mondo/

katia ha detto...

...

zefirina ha detto...

bisognerebbe "combattere" per la pace

fabio r. ha detto...

io sto provando ad andare oltre i numeri. ho scoperto il blog di un ragazzao di Gaza che scrive, scrive e cerca di comunicare facce, volti, persone, cose e tragedie personali che ora hanno un aspetto. E devo dire che la faccenda è anche più triste. La tragedia si fa reale, dramma personale..
Seri felice se passassi anche tu a darlgi solidarietà, prima che anche casa su venga bombardata (ipotesi non lontanissima purtroppo) passa da me e leggi!
ciao

Joe ha detto...

Riccardo, avresti dovuto aggiungere questa fotografia a quella da te pubblicata.

jeneregretterien ha detto...

io mi chiedo (e Israele non se lo chiede) come potranno quei genitori palestinesi dimenticare questa strage di innocenti e fermarsi.
Come sarà possibile giungere ad un accordo con tutti questi bambini che gridano vendetta? Qual è la soluzione allora? Che dovranno uccidere tutti i palestinesi?
E il mondo sta a guardarem mentre i bambini muoiono e si consumo quest'altra infamia

Ivo Serentha and Friends ha detto...

Forse l'unica vera forma di protesta contro il genocidio presente a Gaza,è il boicottaggio delle merci israeliane.

Per saperne di più inserisco la stringa del post.

http://freedomlibertadiparola.blogspot.com/2009/01/israelea-questo-punto-necessario.html

Ciao Riccardo,&& S.I. &&

Joe ha detto...

Anche Naomi Klein (ebrea di nascita e attivista sociale assai rispettata internazionalmente) sostiene che, a questo punto, il boicottaggio di Israele e' l'arma piu' efficace da usare per risolvere il problema palestinese. Funziono' assai bene per distruggere l'apartheid sudafricana.

..:: Symbian ::.. ha detto...

No, nessuno commento...quell'immagine parla più di 1000 blog!

http://cristianbelcastro.blogspot.com

riccardo gavioso ha detto...

@ daniele: e quando si fermeranno arriverà la paura a farla da padrone...

ciao Daniele, e grazie

riccardo gavioso ha detto...

@ comicomix: molte notizie di morte, ma attendo con gioia un'imminente notizia di vita ;)

riccardo gavioso ha detto...

@ primlug: grazie Prim :)

riccardo gavioso ha detto...

@ alberto: spesso sembra che le parole siano così inutili, ma qualcuno ha detto che sono pietre e sono l'arma che ci siamo scelti.

riccardo gavioso ha detto...

@ crocco1830: difficile sapere i nomi, chiamiamoli nostri fratelli!

riccardo gavioso ha detto...

@ scrittore fiorentino: il medioevo prossimo venturo!

grazie della visita

riccardo gavioso ha detto...

@ pietro: assistere inermi alla morte degli inermi. Ma ci sono amici che ci riscattano: giovedì mi dicono che Vik sarà in diretta ad Annozero da Gaza.

ciao Pietro

riccardo gavioso ha detto...

@ blogger: grazie di cuore! ...sarebbe bello che un giorno ci ritrovassimo a scriverne uno di tenore completamente opposto.

riccardo gavioso ha detto...

@ anonimo: chi è causa del suo mal... e chi è vittima del mal altrui?

riccardo gavioso ha detto...

@ valeria: a forza di continuare col ritornello di Hamas finirete per renderli simpatici a qualcuno...

riccardo gavioso ha detto...

@ anonimo: ma gli israeliani hanno telefonato a casa anche a voi o hanno lanciato volantini?

riccardo gavioso ha detto...

@ anonimo: il rimorso, per etimologia, ha bisogno di mettere qualcosa sotto i denti... temo dovrà affrontare tempi magri :(

riccardo gavioso ha detto...

@ chris: "un Generale di vent'anni...occhi turchini e giacca uguale..."

riccardo gavioso ha detto...

@ anonimo: partigiano e palestinese?!...io speriamo che me la cavo ;)

riccardo gavioso ha detto...

@ joe: esatto, manca completamente una visione storica e la propaganda ha praterie in cui galoppare...

riccardo gavioso ha detto...

@ joe: l'umanità se la sono dovuta vendere per arrivare dove sono. Noi siamo uomini ricchi ;)

una buona settimana anche a te

riccardo gavioso ha detto...

@ domenico: De Andrè, oltre che ascoltato, andrebbe compreso!

riccardo gavioso ha detto...

@ il mango: in effetti credo che il mondo, come te, e mai come in questo momento, identifichi lo stato d'Israele con la pace... eterna!

riccardo gavioso ha detto...

@ joseph: non mi illudo certo, caro amico: hanno convinzioni granitiche rivestite di piombo. E se gli dovessi rispondere, userei le tue parole...

riccardo gavioso ha detto...

@ don mario aversano: anzitutto, benvenuto a un uomo che giudico di pace per le sue parole e per l'abito che indossa :)

sono certo che mi capirà: giusto offrire l'altra guancia, ma da quelle parti, dopo sessant'anni, sono rimaste davvero poche guance da offrire :(

riccardo gavioso ha detto...

@ anonimo: i peggiori retaggi della storia sono i mezzi che hanno giustificato i fini!

riccardo gavioso ha detto...

@ franca: probabilmente nulla, è venuta l'ora di fare qualcosa!

un caro saluto

riccardo gavioso ha detto...

@ rouge: comprendo.. del resto nulla meglio del silenzio può sottolineare il fragore delle bombe.

riccardo gavioso ha detto...

@ martina: sarebbe bello comprendessero le tue parole. Sarebbe bello comprendessero che la storia non è fatta di plastilina, ma, dura come la roccia, non si presta ad essere plasmata alle esigenze politiche di ciascuno. Sarebbe bello...

un grazie e un abbraccio :)

riccardo gavioso ha detto...

@ anonimo: se ci mettiamo a fare la conta, vai a casa senza trovarti nemmeno la coda da metterti tra le zampe. Ma non è la mia logica...

riccardo gavioso ha detto...

@ wil: troppo generoso!

quanto vorrei non dover mai più scrivere post come questo!

riccardo gavioso ha detto...

@ isline: il Palazzo era di Vetro... ora mi pare che siano rimasti solo i pezzi e qualcuno che si affanna a raccattarli.

riccardo gavioso ha detto...

@ noa: vero, anche le ragioni con la violenza cessano di essere tali.

riccardo gavioso ha detto...

@ betty: grazie Betty :)

le non-parole spesso sono le parole più sagge

riccardo gavioso ha detto...

@ soloparolesparse: vengo a dare un'occhiata. Il discorso è molto interessante...

riccardo gavioso ha detto...

@ katia: :(

ciao Katia

riccardo gavioso ha detto...

@ zefirina: vero, è ora di una grande e pacifica battaglia. E pacifica non significa morbida o remissiva.

commento davvero molto bello: quanto possono significare due virgolette!

riccardo gavioso ha detto...

@ fabio: ti ringrazio molto per la segnalazione, vengo subito a dare un'occhiata...

riccardo gavioso ha detto...

@ joe: davvero straordinaria la somiglianza di queste due foto. Per ora ti ringrazio, e vedrò di ricavarne un post...

riccardo gavioso ha detto...

@ jeneregretterien: la vita di quei bambini ha un prezzo altissimo: si chiama paura. E come sempre a pagarlo non saranno i potenti, ben protetti nelle loro fortezze... loro non prendono gli autobus.

riccardo gavioso ha detto...

@ ivo and friends: sono d'accordo, e, come ricordato, ha avuto un peso determinante nelle vicende del Sudafrica. Vengo a dare un'occhiata...

riccardo gavioso ha detto...

@ joe: un'arma è necessaria contro le armi. Temo che non sarà facile che possa trovare consensi in un occidente che non ha ancora capito il valore della pace.

riccardo gavioso ha detto...

@ symbian: ti ringrazio molto :)

SammyB ha detto...

parole?... solo un'infinita tristezza mista a rabbia!

riccardo gavioso ha detto...

il commento perfetto arriva per primo... ti ringrazio di cuore!

1manifesto ha detto...

finchè i cretini fanno(eh)

finchè i cretini fanno(ah)

finchè i cretini fanno "boom"

tutto il resto è uguale

ma se i bambini fanno "oh"

basta la vocale

io mi vergogno un po'

ivece i grandi fanno "no" io chiedo asilo io chiedo asilo

come i leoni io voglio andare a gattoni...

e ognuno è perfetto uguale è il colore

evviva i pazzi che hanno capito cos'è l'amore



Ps: ...nella tristezza infinita mi sono venute solo queste parole semplici !!

mirino ha detto...

Spero che tu mi scusi. Ma un tal soggetto grave merita che si esprime i suoi pensieri onestamente. Se io fossi un bambino, vittima della guerra, o piuttosto della sciocchezza, non vorrebbe mai che il mio epitaffio sia scritto da un tal poeta!

jazz ha detto...

che tristezza .....

riccardo gavioso ha detto...

hai ragione... e mette molta tristezza che ci sia chi, oltre a votare no, si affretta a colorare di rosso anche i commenti. Del resto con 'sto freddo la madre dei cretini vuoi mica che invece di sfornar figli vada a passeggio... ;)

ora scatenativi: lo voglio amaranto come il sangue che fate finta di non vedere

mirino ha detto...

Occorre applicarsi con cura per far un tal lavoro. Bravo!

Forse la maggiore parte di quelli che non sono d'accordo ricgav sono quelli che hanno ben capito che le vittime (per le quale tutti piangono ovviamente, e non soli quelli che sembrerebbero preferire di lasciare continuare la tirannia piuttosto di provocare la morte di chiunque sia nel processo di farla crollare) sono proprie quelle della tirannia stessa.

Propria stessa che si nasconde dietro di loro, che non ha previsto nulla, per causa, per proteggerle malgrado il suo progetto ovvio di continuare la sua guerra futile. La stessa tirannia che usa questa arma di opinione pubblica molto bene documentata dai 'giornalisti' palestinesi, sapendo perversamente che sia comunque sempre efficace, come si può constatare.

Per fortuna comunque la maggior parte delle democrazie del mondo non si lascia così abbindolare, sperando allo stesso tempo che questa guerra terminerà appena possibile per determinare una futura più positiva per due popoli ed i loro bambini. Una futura in cui l'odio non sarà che ricordi di incubi del passato, prima di scomparire totalmente.

SammyB ha detto...

che idioti... mi riferisco a chi ha votato no! e scusate se li definisco idioti, ho faticosamente ristretto il mio vacabolario...

ghearts ha detto...

è sempre la riconoscibilissima banda....

SammyB ha detto...

libertà di pensiero e di espressione... ma che sia "esposta"...

ghearts ha detto...

infatti, troppo comodo nascondersi dietro un pulsante....

SammyB ha detto...

mi domando: già ci si nasconde dietro un nick, in aggiunta si usurfruisce dell'anonimato... quanta considerazione avranno di se stessi???

riccardo gavioso ha detto...

non dovrebbero averne più quella che i loro amici hanno di una vita umana!

ghearts ha detto...

quindi più nulla del nulla del niente!

SammyB ha detto...

nada de nada! come guardarsi allo specchio la mattina e non vedersi!

ghearts ha detto...

gli ectoplasmi che non provano emozioni possono vedere nello specchio solo la profondità dell'abisso

SammyB ha detto...

contenti loro...!

f1news ha detto...

Hai ragione Sammy. Di cretini ce ne sono fin troppi qui dentro, anche quando si parla di cose serie

pierpaolobasso ha detto...

Quali siano le cause, quali siano le ragioni, CHI per sua causa o per sua ragione, UCCIDE degli INNOCENTI, non ha più causa non ha più ragione da far valere.

riccardo gavioso ha detto...

parole davvero importanti e da meditare... ma ormai i più ragionano che "sangue su sangue non macchia, va subito via" :(

pierpaolobasso ha detto...

Purtroppo e così; sangue su sangue...........

Ma ancora non mi voglio arrendere, e nel mio piccolissimo agire cerco di comprendere e di far comprendere, che le guerre sono la morte dei popoli, anche se ogni tanto vincono.

riccardo gavioso ha detto...

caro amico, se siamo qui significa che non ci siamo arresi :)

riciard ha detto...

un deficiente direbbe che non valgono una bandiera...

e in tema di deficienti: [oknotizie.alice.it]

grazie per il bellissimo articolo, semplice e tagliente.

riccardo gavioso ha detto...

grazie Riciard, ormai nelle guerre moderne un terzo delle vittime sono bambini... bella cosa il progresso: i missili saranno anche diventati intelligenti, ma chi li usa non ha la minima speranza di diventarlo!

comicomix ha detto...

Non ci sono commenti da fare, amico mio. Aggiungo al tuo post, che dice tutto, una frase che mi è tornata in mente leggendolo:

Yes, 'n' how many deaths will it take till he knows

That too many people have died?

The answer, my friend, is blowin' in the wind,

The answer is blowin' in the wind.

:-(

mirino ha detto...

Yes 'n'how many deaths would he have caused

Before they stopped him from killing more?

The answer my friend, is blowin' in the wind,

The answer is blowing in the wind.



How many children will continue to die

Before all the bigots have gone?

The answer, my friend, is blowin' in the wind,

The answer is blowin' in the wind.



But how many years will it take to be free

From all this hate and vile tyranny?

The answer, my friend, is blowin' in the wind,

The answer is bowin' in the wind..

mirino ha detto...

(Bob Dylon (di una comunità ebrea, divenuto Bar Mitzvah) non era mai particolarmente 'ribelle' né 'pacifista'(In quest'ultimo riguardo si burlava di Joan Biaz). Era ed è sempre apprezzato negli Stati Uniti dove è stato premiato più volte per la sua musica (Grammy Award, Golden Globe, Academy Awards tra altri). È stato anche inserito dal Time magazine ed è stato proposto per il suo lavoro scritto per il premio Nobel di Letteratura).

riccardo gavioso ha detto...

@ Comicomix: credo che un solo bimbo ucciso sia l'essenza del troppo!

grazie, caro Amico, per aver usato i versi di un poeta menestrello che amo davvero molto :)

ilcardinale ha detto...

un muro dove scrivere i nomi dei bambini palestinesi trucidati dalla barbarie israeliana. Perchè non rimangano solo un mumero nella guerra del silenzio.

riccardo gavioso ha detto...

sottoscrivo questa proposta, e spero che davvero qualche sindaco o amministratore dia una mano al nostro amico perchè questo avvenga realmente.

lefty ha detto...

..................................

riccardo gavioso ha detto...

il silenzio, meglio di ogni altra cosa, spesso urla la nostra riprovazione

grazie!

ghearts ha detto...

Fa troppo male contarli tutti, non è possibile contarli tutti....

vorrei non contare più...

riccardo gavioso ha detto...

se al posto dei numero ci fossero delle foto, credo sarebbero pochi a riuscire ad andare oltre la prima riga

grazie, come sempre, per le tue parole

mirino ha detto...

Io direi anche che il 'silenzio' (discreto) sarebbe stata meglio che di far un tal post, ma ci sono troppi (come i bambini morti o come i punti) che manifestamente non sarebbero mai d'accordo con me.

fiammifero ha detto...

per quei farabutti che hanno votato no se non si arriva a 6 milioni,non vale .L'ho detta e mo fateme rossa :((

ghearts ha detto...

no fiammifero, dovrebbero farti un monumento!!!!!

fiammifero ha detto...

senza nulla togliere all'esecrabile Olocausto,ma pare che ci siano morti di serie A e di serie Z a questo mondo se non si supera una certa quota,vedi gli Armeni,i Kurdi ecc.ecc.

ghearts ha detto...

è facile prendersela sempre con i popolo più deboli, con gli indifesi, con i civili ostaggio della sete di guerra e crudeltà della bestia uomo

gabotto ha detto...

come i milioni di ebrei morti nei campi di concentramento

riccardo gavioso ha detto...

la cui memoria storica nel mio sito è stata difesa da sempre, come potrai facilmente notare ;)

dami6163 ha detto...

Gabotto,sarebbero i primi ad inorridire,avendo sperimentato sulla propria pelle l'annullamento della loro dignità,con l'isolamento,attraverso vessazioni di ogni tipo,concluse come sappiamo. Ai loro fratelli,oggi,sono certa chiederebbero umanità,perchè le ragioni politiche,l'uomo,quando è privato del diritto alla vita - nella sua terra,non le potrà mai capire,nè tollerare.Fa troppo male.

fiammifero,giustamente,ricorda quanto dolore ci sia,sparso per il mondo.Non è meno significativo dell'Olocausto,nemmeno nella quantità di morti,rimasti ai margini della nostra consapevolezza.

Se Israele continua così,quel numero tanto impresso nella nostra memoria,moralmente,lo raggiungerà presto.

Questo è quello che penso,odiatemi se volete,ma ritengo fondamentale prendere le distanze dalle ragioni politiche che impongono lo sterminio di intere etnie,popoli affamati,civili massacrati in nome di qualche dio o deo. Vite umane,comunque,no? non meritano tutti,indistintamente,la nostra solidaretà e il nostro rispetto?

valenik ha detto...

quelli che votano no poi sono i primi che piangono quando gli succede qualcosa...

riccardo gavioso ha detto...

"prima vennero per gli ebrei, poi vennero per i palestinesi" fortunatamente qualche ebreo è rimasto a difendere i palestinesi, e sono certo che allora qualche palestinese avrà difeso qualche ebreo

doc63 ha detto...

:-/

riccardo gavioso ha detto...

grazie Doc! ...è giusto che non ci siano parole per chi trasforma persone in numeri :(

doc63 ha detto...

a volte,nessuno ascolta le parole,per questo tanti hanno imparato a soffrire in silenzio,quel silenzio che riempie ogni spazio.....

nemesi2 ha detto...

Un infanticidio lascia senza parole. Ma io non sono il tipo. Basta! diciamolo che siamo dalla parte degli innocenti. siamo dalla parte dei bambini!

riccardo gavioso ha detto...

essere dalle parte dei bambini significa essere dalla parte della vita: siamo dalla parte dei bambini!

primlug ha detto...

ssssssssssssssss

Il mondo dorme ssssssssssssssss

riccardo gavioso ha detto...

e l'ONU gli canta la ninnananna ;)

ciao Prim :)

primlug ha detto...

purtroppo!!!

Ciao grande Rickgav

adriano49 ha detto...

Il peggior peccato contro i nostri simili non è l'odio, ma l'indifferenza: questa è l'essenza della disumanità.(George Bernard Shaw ) Quanti nel nostro Paese sono indifferenti a questa tragedia di sterminio di bambini? Tanti caro amico ,tanti sono indifferenti a questa carneficina contro indifesi bambini uccisi senza averne colpa alcuna.

riccardo gavioso ha detto...

ricordo che qualcuno aveva proposto un premio per il miglior commentatore: anche se fuori tempo massimo, voto Adriano! :)

minimile ha detto...

voto anche io per lui!! è terribile quello che stanno facendo...ma ancora più terribile è l'indifferenza....nei nostri telegiornali si parlava di emergenza neve....e di quanto era pericoloso camminare sui marciapiedi sporchi di neve!!!!!! ma ci rendiamo conto!!!!

riccardo gavioso ha detto...

per quanti sforzi possa fare la tecnologia, l'indifferenza è l'arma più letale

minimile ha detto...

e l'assuefazione è il metodo più semplice per creare indifferenza...per questo ci bombardano con milioni di notizie di assurda violenza! ormai niente turba o scandalizza....terribile!!!

marisa1 ha detto...

In troppi sono indifferenti, mi chiedo cosa possa ormai smuovere la coscienza collettiva. L'anno scorso quattro giorni di sciopero degli autotrasportatori hanno mandato tutti nel panico, questo abominevole sterminio perpetrato sotto gli occhi (e gli stomaci troppo pieni) di noi occidentali troppo occupati a festeggiare il nuovo anno con un occhio alla crisi che non ci permetterà di rinnovare il parco macchine non ha smosso di un centimetro la pietà dei benpensanti.

riccardo gavioso ha detto...

orgogliosamente malpensante :)

un caro saluto

almagus ha detto...

il peggior peccato è l'odio!è mortale!vedi la gwerra!l'indifferenza non nammazza nessuno...

eldo ha detto...

La guerra è guerra e non ha mai generato vita. L'uccisione di bambini, se perseguita volutamente, porta all'eliminazione di alcune generazioni future del nemico, è pur sempre una tattica per quanto cinica. D'altronde non pare che Hamas tenga molto ai propri bambini o forse è meglio dire ai bambini dei palestinesi che non sono loro sostenitori accesi? I capi di Hamas sono pagati, stando alle cronache, dall'Iran per una guerra ad oltranza verso Israele, cosa si può dire di più? Mi astengo dal voto.

riccardo gavioso ha detto...

forse sarebbe giusto dire che i capi di Hamas, qualche anno orsono, erano foraggiati anche da Israele. E poi questa non è una guerra, ma una rappresaglia!

mi astengo anch'io dal votare il commento

almagus ha detto...

rappresaglia!appunto!l'allievo supera il maestro: i nazisti ne uccidevano dieci x 1 tedesco,gli israeliani a qwesto punto oltre 100 palestinesi x 1 ebreo! qwanti ne ha uccisi hamas finora con i suoi razzetti artigianali?7-8-9?non so,fatevi voi i conti.

eldo ha detto...

Ogni politica e ogni alleanza sono soggette a cambiamenti e non possiamo dire di non averne colti parecchi in questi ultimi cinquanta o sessant'anni. In questa lunga guerra tra Gaza ed Israele non credo che ci sia la possibilità di una soluzione pacifica. Oltre ad interessi di varia natura, di tipo economico, strategico/militare o geografico vi sono incompatibilità etniche di grande peso che probabilmente sono la causa principale del conflitto. Le tregue alle quali si perverrà sono solo un breve intervallo che consentirà ad entrambi di progettare altre e nuove iniziative di guerra. Quello che penso è che ci stiamo facendo prendere da eccessivo sentimentalismo per l'attuale situazione. Vediamo in Gaza la vittima ed in Israele il carnefice, non è così. Gaza anzi Hamas,rappresenta il terrorismo provocatore sostenuto e aiutato per poter arrivare alla distruzione totale di Israele. In conclusione spero che Hamas venga messo definitivamente in condizioni di non poter più nuocere oltre, sperando che l'Iran resti neutrale e non prenda posizioni folli. Rickgav quando mi permetto di commentare qualcosa lo faccio per esprimere quello che veramente penso anche se potrà essere considerato giusto, sbagliato o mostruoso e quando lo faccio non mi sento mai in tasca la carta della verità ma semmai quella di una necessità di confrontarmi.

terry ha detto...

stavolta hai superato te stesso...è l'unica cosa che riesco a dire....sperando di non urtare la suscettibilità di qualcuno

riccardo gavioso ha detto...

nel peggio?

terry ha detto...

nella rappresentazione della reale realtà

riccardo gavioso ha detto...

grazie! :)

lorac ha detto...

E' la storia della miseria umana, partita con caina e Abele.. La sola differenza oggi sono le informazioni di massa e le emozioni di massa, che sono come neve al sole. Quanti sono i bambini africani uccisi dalle politiche imperialiste delle cosiddette Economie avanzate? Dove sta la differenza con i bambini afgani, iracheni, georgiani, uccisi dalle bombe intelligenti delle potenze mondiali. Fino a che l'opinione pubblica mondiale cadrà nella trappola della proaganda delle guerre giuste, continueranno bambini innocenti a ricordarci la miseria che non riusciamo a toglierci di torno, pronti a schierarci con quella o quell'altra "ragione di stato" ! Bisogna deciderci chi è lo stato, chi lo invoca per guerre di potere, e tutte sono guerre di potere, NON esistono e non sono mai esistite guerre sante, e perchè la cosa più indegna dell'umanità divide in manifestazioni "politiche" pro e contro, invece che unire per la VITA comunque e sempre.NOn è questione di religione ma DI PURA MORALE NATURALE,e l'arbitrio, che è facoltà di scelta, viene sempre applicato nel suo verso peggiore, come ABUSO DI POTERE. e ALLORA IL PIù FORTE VINCE, MA PERDE TUTTA L'UMANITA INDISTINTAMENTE.

riccardo gavioso ha detto...

anche qui molti sono convinti che Dio sia dalla loro parte: avranno una gran brutta sorpresa!

jazz ha detto...

chi è sto bastardo che vota NO e clikka No per fare diventare rossi gli argomenti .... che lo dica se ha coraggio ... che si presenti con il suo NICK ..... ma data la codardia di questi trolls non riescono neppure a fare questo perché sono MALATI DI MENTE

riccardo gavioso ha detto...

la cosa più divertente è che aspettano l'ultimo momento per arrivare col pastello rosso e prendersi la loro presunta rivincita. Ma qui non ci sono vincitori, ci sono solo perdenti tra i perdenti :(

( che dici, la capiranno? )

jazz ha detto...

Ogni giorno si combatte un'altra guerra, l'ennesima, ma non ancora l'ultima a travolgere i bambini, che porteranno dentro, oltre che sulla pelle, i suoi effetti invisibili ancor più devastanti di quelli materiali. Nei paesi dove le ostilità si sono protratte per lungo tempo, i bambini sono cresciuti in un clima di tensione continua che non lascia tempo alle favole raccontate dalla mamma, ai giochi spensierati della strada, ai doverosi compiti scolastici, chiudendo ogni spazio ai sogni. E chi invece di questa guerra non sapeva nulla, chi non poteva decidere nulla, assiste, senza avere il tempo di piangere, all’uccisione della madre, o allo stupro della sorella, all’abbandono della casa per rifugiarsi, anche solo, nei campi profughi, o a ridursi merce sessuale, ad alzare gli occhi al cielo, non per contemplare le stelle, ma per guardare terrificato gli opachi lampeggi dei bombardamenti. da Emergency

riccardo gavioso ha detto...

alla fine di una guerra restano solo pezzi di uomini e uomini a pezzi. Ma questa è peggio di una guerra: è una vigliacca rappresaglia!

antikom ha detto...

uno due tre quattro cinque sei sette otto nove dieci undici dodici tredici quattordici quindici sedici diciassette diciotto diciannove venti ventuno ventidue ventitré ventiquattro venticinque ventisei ventisette ventotto ventinove trenta trentuno trentadue trentatre trentaquattro trentacinque, trentatasei.

E' il numero di bambini israeliani uccisi dai terroristi palestinesi negli ultimi anni.

Quelli che l'informazione di regime non ci fa mai vedere, al contrario di quelli palestinesi, che usa in funzione antisraeliana.

Pesano meno di quelli palestinesi ?

Mi pare si sfruttino morte e dolore.

Da otto anni la popolazione israeliana è costretta a vivere sotto la perenne minaccia di razzi che piovono dal cielo sui centri abitati (comprese scuole, fabbriche, giardini d’infanzia).

Hamas ha rotto ufficialmente l'ultima tregua il 19 dicembre ed ha ricominciato a rilanciare i suoi razzi.

E usare bambini morti per giustificare gli attacchi dei terroristi di Hamas non credo cambi molto le cose.

La pazienza di Israele ora è finita: purtroppo aggiungo, ma non solo è comprensibile, ma Israele aveva avvisato Hamas, dopo la rottura della tregua e dopo i primi razzi che non avrebbe piu' tollerato attacchi contro obiettivi civili. Ma Hamas, a cui la pace assolutamente non interessa e tantomeno la vita dei civili palestinesi, ha continuato a farlo.

E la colpa di quei bambini morti ricade tutta su Hamas che ha lanciato i suoi razzi mortali (anche su scuole ed asili) e su e chi la sostiene.

Eppure c'è chi scrive che "La Svastica ha oggi sei punte" [lapennachegraffia.blogspot.com]

riccardo gavioso ha detto...

mi pare tu abbia dovuto faticare molto meno di me ;)

quanto al disco di propaganda sarebbe ora di cambiarlo: durante la tregua sono stati uccisi 47 palestinesi

quanto alla pazienza, la mia è finita da un pezzo: perchè non dici ai tuoi amichetti di smetterla con la mattanza... così mi lasci senza bambini da sfruttare ;)

antikom ha detto...

E' vero ho dovuto faticare meno di te, sono arrivato solo a trentasei. Solo.

Bravo, hai vinto la coppa al Gran Premio dei Bambini Morti.

riccardo gavioso ha detto...

mi piace vincere facile, come alla tua amica Livni ;)

antikom ha detto...

Israele è l'unica democrazia occidentale in un'area medioevale, a cui il medioevo arabo ha già fatto la guerra 3 volte e 3 volte ha perso.

Anche il medioevo nostrano odia Israele. Ma non è una novità.

mirino ha detto...

In fatto si tratta di sette volte di cui la prima Israele fu attacco da cinque paesi arabi (Egitto, Siria, Transgiordania, Libano e Iraq) anche appoggiati militarmente dal Marocco, dal Sudan, dall'Arabia Saudita e dallo Yemen. Quest'attacco è successo il giorno dopo che Israele avesse dichiarato la sua indipendenza in 1948.

[oknotizie.alice.it]

mirino ha detto...

Eccola l'ipocrisia. L'hai scritto anche te. 'Un solo bambino...'

Quanto alle vittime, siamo informati unicamente dai giornalisti palestinesi. Anche se quest'informazione sia affidabile, sarebbe ancore più al disonore di Hamas, ovviamente responsabile della loro sicurezza.

La verità, che incredibilmente non è ancora bene capita, malgrado tutte le indicazioni tante ovvie, è che queste vittime sono proprie quelle di Hamas.

Credi rickgav (o vuoi credere) che Hamas ha presso il controllo di Gaza per vegliare su il benessere dei palestinesi che ci vivono? Hamas ha presso Gaza unicamente per continuare ad attuare il suo obiettivo per il quale è mandato dall'Iran, la distruzione d'Israele, utilizzando il popolo nel processo. Per Hamas un bambino martirizzato (quindi non ha nemmeno il diritto della dignità nella morte) è molto più utile che un bambino che sta al sicuro degli attacchi grazie ai rifugi (che tali combattenti coraggiosi avrebbero costruito specialmente per la loro protezione prima di incitare una guerra, non è vero..)

Quest'arma usata perversamente da Hamas è probabilmente la più potente che possiede, perché l'organizzazione sa a quale punto potere contare su la gente, come te ad esempio, per dar appoggio ingenuamente alla sua causa. Come questo funzione molto bene, non c'è nessuna ragione di fermare il processo. Al contrario. Del resto più che ci sono piccoli martiri, meglio che sia per Hamas, grazie, naturalmente ai tali buoni cuori che piangono tanti per i bambini..

Ultima cosa. Se mai Israele fosse così stupido a accettare il cessate il fuoco, la stessa cosa si ripeterà in un anno o due con gli stessi effetti, e tutti i buoni cuori piangerebbero ancora una volta le loro lacrime di coccodrillo, fino allo stesso scenario seguente..

almagus ha detto...

appunto: 36?bambini israeliani negli ultimi anni!qwa sono 36? negli ultimi giorni!sproporzione terrificante!l'eccesso di difesa è un crimine! oltre che un massacro!se si ritirassero dai territori occupati da 40 anni...si farebbe subito lapace

antikom ha detto...

Eccone un altro che "pesa" i bambini morti...SOLO 36 bambini israeliani morti...

Ma non ti vergogni nemmeno un po' ?

almagus ha detto...

vedi la pagliuzza nel mio occhio...e non vedi la trave che hai nel... peace and love...stop the war!...non cisono argomenti!

erlkonig ha detto...

Non si può vedere un arma puntata contro un bambino... è un arma puntata contro noi tutti, contro i nostri bambini.

Attraverso i bambini crei la pace ma anche l'odio e la vendetta. Davvero Israele pensa di costruire la pace in questo modo?

E chi è quello che dice "è così perchè è una guerra", se non colui che se ne resta ben distante e protetto dal suo telecomando?!

Vedo che ora ci sono 38 figli di puttana che tirerebbero quel grilletto, naturalmente 38 anonimi, com'è costume dei vigliacchi.

Non capisco, ne capirò mai, gli esteti della morte.

antikom ha detto...

L'anonimato su OK NO non è voluto, è obbligato.

Ecco qui uno dei 38 figli di puttana.

Io ho votato contro chi sfrutta l'emozione che provocano le immagini di bambini feriti o morti, ovviamente.

Ed ho ben spiegato perchè.

erlkonig ha detto...

Bravo, ora capisco (in parte) le tue difficoltà cerebrali, ma perlomeno hai avuto il coraggio di metterci la faccia.

Per quanto riguarda il resto pensa al tuo amico Feltri, una faccia una razza.

Tu tiri il grilletto, lui te lo mette in prima pagina.

antikom ha detto...

uno due tre quattro cinque sei sette otto nove dieci undici dodici tredici quattordici quindici sedici diciassette diciotto diciannove venti ventuno ventidue ventitré ventiquattro venticinque ventisei ventisette ventotto ventinove trenta trentuno trentadue trentatre trentaquattro trentacinque, trentatasei.

E' il numero di bambini israeliani uccisi dai terroristi palestinesi negli ultimi anni.

Quelli che l'informazione di regime non ci fa mai vedere, al contrario di quelli palestinesi, che usa in funzione antisraeliana.

Pesano meno di quelli palestinesi ?

Mi pare si sfruttino morte e dolore.

Da otto anni la popolazione israeliana è costretta a vivere sotto la perenne minaccia di razzi che piovono dal cielo sui centri abitati (comprese scuole, fabbriche, giardini d’infanzia).

Hamas ha rotto ufficialmente l'ultima tregua il 19 dicembre ed ha ricominciato a rilanciare i suoi razzi.

E usare bambini morti per giustificare gli attacchi dei terroristi di Hamas non credo cambi molto le cose.

La pazienza di Israele ora è finita: purtroppo aggiungo, ma non solo è comprensibile, ma Israele aveva avvisato Hamas, dopo la rottura della tregua e dopo i primi razzi che non avrebbe piu' tollerato attacchi contro obiettivi civili. Ma Hamas, a cui la pace assolutamente non interessa e tantomeno la vita dei civili palestinesi, ha continuato a farlo.

E la colpa di quei bambini morti ricade tutta su Hamas che ha lanciato i suoi razzi mortali (anche su scuole ed asili) e su e chi la sostiene.

Eppure c'è chi scrive ( sicuramente si autodefinisce un pacifista) che "La Svastica ha oggi sei punte" [lapennachegraffia.blogspot.com]

E ti devo deludere, non leggo Libero (e nessun altro quotidiano).

erlkonig ha detto...

rotto il disco? Forza che forse qualche altro neurone si mette in moto.

Intanto tu sei uno che tirerebbe quel grilletto.

E questo basta.

Il fatto che non leggi libero non vuol dire che non hai cercato di difendere Feltri già una volta.

antikom ha detto...

Aspetto risposta a quanto ho scritto.

erlkonig ha detto...

Ha senso rispondere ad uno che ucciderebbe quel bambino? Conoscendo la tua elasticità mentale non penso che sprecherò il mio tempo, sarebbe come spiegare la teoria della relatività ad un cactus.

antikom ha detto...

Si ho capito, ritirati ora in silenzio...

pierpaolobasso ha detto...

Da quel che o capito di Te, dovresti anche essere un credente in qualche religione Cristiana, Ti pongo questa domanda;

Quando nella Bibbia si racconta della distruzione di Sodoma e Gomorra,Iddio mando degli angeli ad avvisare i puri gli innocenti, affinché si mettessero in salvo, essendo che Lui Iddio voleva colpire solo i colpevoli.

Nella striscia di Gaza, UN MILIONE E CINQUECENTOMILA UMANI TUTTI COLPEVOLI????????

antikom ha detto...

Ho piacere che un fedele della religione di sinistra citi la Bibbia, cio' dimostra come la tradizione cristiana sia radicata in occidente.

Purtroppo per te pero' non sono credente, quindi il richiamo che fai al cattocomunismo è perdente...

elkenar ha detto...

Se non sei credente, Antikaz dai mille volti proctoformi, mi sai dire cos' era quella slinguazzata di recensione, apparsa su uno dei tuoi munnezza-blog ?

Ti ricordi ? Con fare adorante esaltavi l' alta e poderosa figura del senatore Marcello ( succo di ) Pera, il suo fido sodale pastore tedesco, la DELIRANTE affermazione "La tolleranza è una virtù debole" : e tutte queste perle di saggezza venivano riunite in quell' imperituro capolavoro della commedia brillante denominato " Perchè dobbiamo dirci Cristiani".

Addirittura ti spingevi a fare quel che persino su Striscia la Notizia viene contrassegnato con la dicitura : "Messaggio Promozional - Letterario" consigliando da vero piazzista " un libro che non deve mancare sul vostro scaffale ".

Le cose vanno così male che devi cominciare ad arrotondare facendo l' imbonitore ?

antikom ha detto...

Credo tu faccia confusione: il libro era "Senza Radici" e Pera è un grandissimo filosofo "laico" che semplicemente non nega le radici cristiane ( meglio giudaico-cristiane) della nostra superiore civiltà occidentale.

Come dicevo, parlando di quel libro eccezionale, "i 7 euro meglio spesi della mia vita".

wlaverita ha detto...

"Un grandissimo filosofo"?Pera?Harakiri..

antikom ha detto...

Pera è ordinario di filosofia all'Università di Pisa, ma il mio è un giudizio che ho potuto dare solo dopo aver letto i suoi libri.

Certo, non è facile come leggere Repubblica.it o ascoltare Travaglio sulla tv di regime o leggere i blog di Grillo o Di Pietro...

wlaverita ha detto...

Quindi tutti gli ordinari di filosofia sono "grandi filosofi" ?

antikom ha detto...

No,ovviamente, ma come ho scritto ( e come hai fatto finta di non leggere), il mio è un giudizio che ho potuto dare solo dopo aver letto i suoi libri.

elkenar ha detto...

E' per un filosofo laico che il pastore tedesco ha saltato il fosso per firmare ( fatto totalmente nuovo e che ha destato scalpore in parecchie parti della Chiesa stessa ) la prefazione al suo - lo ripeto - "Perchè dobbiamo dirci Cristiani" ?

Concettualmente parlando la presa di posizione dell' indossatore di camauri non è di poco conto, visto l' avallo implicitamente fornito ad una visione liberista in ambito economico : e notoriamente il fondatore della Chiesa ha sparso a piene mani affermazioni in linea con tale concetto, vero ?

Devo solo capire se sei in mala fede o solo obnubilato : "Senza radici" è del 2004 : Ratzinger era Cardinale, e Il libro tratta della situazione dell'Europa, del relativismo, del Cristianesimo e dell'Islam, del ruolo della Chiesa e della religione nelle nostre società.

"Perchè dobbiamo dirci Cristiani" è del 2008 ed è ad esso che tu rivolgi il tuo marchettone ( en passant, il costo è sui 18 € ) di spot : quanto al fatto che Pera "non neghi", il tuo è un paragone equivalente al dire che Monsieur Chauvin è passato alla storia per la sua obiettività.

Pera strombazza il clacson pro-Josef in modo assordante, e ne riceve segnali come la prefazione e come la presentazione da parte del Mazarino papale, tale Cardinal Ruini, a Palazzo Wedekind all' inizio di dicembre.

Prima di dirmi che faccio confusione, verifica, cara la mia Guardia Svizzera...

pierpaolobasso ha detto...

Già te lo chiarii che sono A teo, Agnostico, senza alcuna ideologia politica, perciò il tuo etichettarmi non mi riguarda; Chiedevi un parere, ti e stato dato anche se sotto forma di domanda, che contemplava a causa del tuo agire un indirizzo di parte, e su quell'indirizzo e stata posta, per valutarne la sensibilità Umana che in ognuno dovrebbe esserci.

Ma come al solito eviti di rispondere quando la domanda e diretta, quando ti pone ad una scelta di coscienza, dimostrando che, nella tua.... Incoscienza... Non c'e fiammella di umanità, se non per essere servo dei poteri di oppressione dei tuoi simili. In molti direbbero che una vita come la tua e solo spreco di energie, e di risorse, ma no Io non farò questa scelta così drastica, perché anche nella tua pochezza Umana, sei come un chiodo piantato al muro.... dove appendere il cartello dei promemoria.....Ricordati o uomo che devi morire, ma nel frattempo vivi la vita con dignità, perché senza dignità non sei più un uomo.

Tu Antikom sai cosa E' la DIGNITA'??? sai cosa E' che ci distingue dalle bestie????

antikom ha detto...

Le bestie distinguono il bene dal male.

Cosa che voi antisemiti non riuscite a fare.

ilcardinale ha detto...

io non voto contro l'emozione che suscitano i bambini morti, mi indigno e voto per tutti quei bambini morti trucidati dall'odio degli israeliani. Non nego l'olocausto..ma prima si ammazzava nei campi di concentramneto..oggi si ammazza dentro le scuole ed è più grave che a farlo sia una nazione "civile" . VERGOGNA PER CHI DIFENDE I NUOVI NAZISTI

weiji ha detto...

Già..i sentimenti di alcuni soggetti su questo pianeta non conoscono assolutamente la matematica!!!

antikom ha detto...

Ottima e sagace battuta contro chi fa il conto dei morti.

domi74 ha detto...

Due cose. La prima: non dimentichiamo gli attacchi terroristici palestinesi e i moti provocati d questi ultimi. La seconda: i palestinesi più che dare le colpe ad Istraele, dovrebbero riennegare Hamas che è l'unico ostacolo al processo di pace.

antikom ha detto...

Oh, finalmente un saggio tra tanti antisemiti...

bruno ha detto...

Del proprio mal ognuno pianga sè stesso, chi ha votato hamal? chi ha dato il potere ad hamal? chi da le armi e i missili ad hamal? Tutte le vittime di questo genocidio sono sulle coscienze degli stessi palestinesi che sono governati da un dittatore e terrorista della peggiore specie.Un terrorista che vuole cancellare israele dalla storia. Quelli che hanno manifestato per i palestinesi, dovevano manifestare contro hamas, altrimenti sono anche loro dei terroristi, che a mio avviso vanno cacciati dall'italia, la loro libertà se la devono guadagnare in palestina combattendo e deponendo il terrorista hamas.

marina69 ha detto...

...purtroppo parole o numeri che andranno nel vento come disse un famoso grande cantante e che ha ripetuto le sue parole una persona prima di me. Pensiamo sono che questi bimbi si siano trasformati in angioletti che proteggeranno gli altri bimbi che sono ancora qui! M;(

ravmario ha detto...

La situazione di Gaza è spaventosa. Il governo israeliano ha responsabilità gravissime. Allo stesso tempo mi colpisce sempre come i nostri media non riportino quasi nulla del dissenso che c'è all'interno di Israele. Non c'è assolutamente un'opinione pubblica coesa sulle scelte del governo. Ma nessuno ne parla.

riccardo gavioso ha detto...

da poco ho usato proprio il testo di un dissidente israeliano che era più duro di una dichiarazione di Hamas...

antikom ha detto...

Il classico rovesciamento della verità della sinistra.

La colpa dei morti civili è tutta di Hamas, movimento terroristico che lancia razzi su obiettivi civili, scuole comprese.

robespierre ha detto...

Negli anni '65 c'era una canzone dei nomadi che ho amato molto e esprime il mio pensiero: "Mettete dei fiori nei vostri cannoni perché non vogliamo mai nel cielo MOLECOLE MALATE, ma note musicali che formano gli accordi per una ballata di PACE, di PACE, di PACE"

riccardo gavioso ha detto...

la pace è la sconfitta più dolce che possa esistere

ilpostochecercavo ha detto...

Al di là delle responsabilità, alla guerra e all'uccisione non c'è mai nessuna giustificazione.

riccardo gavioso ha detto...

ti quoto, e sottolineo il mai !

uakko ha detto...

Cioè, rendetevi conto:

247 ok per sta stronzata!

riccardo gavioso ha detto...

ok, mi hai beccato: ho 315 nick diversi, e l'ultimo voto è quello di mia suocera ;)

riccardo gavioso ha detto...

devo salutare tutti gli amici: dopo aver letto "Milan-Braga 1-0, Ma vieeeeni! Grande Digno!" ho compreso cos'è la cultura... tornerò quando sarò in grado di avvicinarmi a certe vette del sapere umano... se mai ci riuscirò ;)

elepippo ha detto...

Non è una stronzata è un modo per informare,per renderci partecipi di cosa sta succedendo al di fuori del nostro portone.

riccardo gavioso ha detto...

ti ringrazio, ma come puoi notare, sono molto più interessati alle porte da calcio che ai portoni ;)

elepippo ha detto...

Quando ho incominciato a leggere dopo il venti sono andata alla fine e ho guardato i miei figli.Penso che un bambino di qualsiasi colore,religione,... ABBIA il diritto di vivere,di crescre difare tutte le cose che fanno i bambini.

riccardo gavioso ha detto...

contrariamente a quanto piace pensare a qualcuno provo la stessa rabbia per la morte di un bambino palestinese e per quella di uno israeliano, come ho provato la stessa vergogna per i bambini ebrei passati per il camino e per quelli tedeschi immolati a tredici anni nella folle difesa di Berlino.

«Meno recenti ‹Vecchi   1 – 200 di 232   Nuovi› Più recenti»
Creative Commons License Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.

disclaimer

questo sito viene aggiornato alla sanfasò, quindi senza alcuna periodicità, e non rappresenta una testata giornalistica, nè ci terrebbe a rappresentarla. Pertanto, non può essere considerato in alcun modo un prodotto editoriale ai sensi della L. n. 62 del 7.03.2001.
Dei commenti postati risponderanno i loro autori, davanti a Dio sicuramente, davanti agli uomini se non hanno un buon avvocato. In ogni caso, non il sottoscritto.
Le immagini presenti sulla Penna che graffia sono state in larga parte prese da Internet e valutate di pubblico dominio. Se gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non avranno che da segnalarmelo e provvederò prontamente alla loro rimozione... quella degli autori, ovviamente!