foto di classe


approvata alla Camera la mozione della Lega che vuole classi separate per i figli degli immigrati. Motivazione: i piccoli non apprendono e impediscono agli altri bambini, quelli italiani, di apprendere al meglio.

(in alto, la foto di una delle classi appena formate)

90 commenti:

Riverinflood ha detto...

Ma questa è la Prima Classe per il Gas o la Seconda per il Forno? Ho visto tra loro molte faccine di bimbi già conosciuti.

Lisa72 ha detto...

Cominciamo a pensare ad un paese dove migrare perché tra un po' temo che questo diventi insopportabile a chi ha un po' di cervello e di cuore.... :(
Un caro abbraccio, Lisa

Bastian Cuntrari ha detto...

Ric, non riesco a trovare il testo della proposta. Ma questa mattina ho seguito Omnibus su La7 in cui è stata affrontata anche questa faccenda.
Da quello che ho capito (posso sbagliare) di tratterebbe di "classi di inserimento" per gli "gli stranieri", e non per gli "immigrati".
È stata spiegata in questi termini: inserire un bambino "straniero" (magrebino ma anche francese, per intenderci) che non parla e non capisce la lingua italiana risulterebbe deleterio sia per l'allievo (che non può seguire le lezioni perché non le capisce); per l'insegnante che dovrebbe arrabattarsi (non so come) per farsi comprendere; e per il resto degli allievi, penalizzati dai ritardi che possono verificarsi.
Se fosse posta in questi termini (il condizionale è d'obbligo), non mi sembrerebbe per nulla una proposta peregrina: credo che il requisito della conoscenza della lingua italiana non possa considerarsi una discriminazione per accedere alle scuole italiane. O sbaglio?

katia ha detto...

Uno degli sbocchi lavorativi del mio corso di laurea è l'insegnamrnto dell'italiano agli stranieri, ma finora (x quanto riguarda la scuola primaria) non si è mai parlato di classi separate, solo di ore in cui i bambini di origine straniera vengono raggruppati e seguiti da mediatori linguistici che li iniziano, laddove ce ne sia bisogno, alla lingua italiana. Credo che invece la creazione di queste classi di inserimento sia deleteria perchè renderà sempre più difficile l'integrazione dei bambini, quell'integrazione che in realtà, per la sana spontaneità che li contraddistingue, mi sembra la più importante...

Joe ha detto...

Siccome la legge e' istigata dalla Lega io dubito che ci siano buone intenzioni. Questi sono razzisti di professione.

riccardo gavioso ha detto...

@ riverinflood: foto terribili. E ti garantisco che ci si pensa sempre due volte prima di andare a ripescarle, ma sono davvero stufo di questo razzismo soft, in punta di penna, magari ammantato di buone intenzioni. Il razzismo è questo e questo solo!

riccardo gavioso ha detto...

@ lisa72: sta diventando urticante questo paese: un giorno si dipingono le sagome dei bambini di colore, e quello successivo si legifera di apartheid con la scusa di volergli dare una mano. Ma la mano è sempre la stessa...

un caro abbraccio anche a te

Franca ha detto...

L'ennesima vergogna...

riccardo gavioso ha detto...

@ bastian cuntrari: credo che la strada giusta sia quella che ci indica Katia. Credo anche che la proposta sia stata accuratamente presentata, ma la verità emerga dalla sottolineata preoccupazione che i bambini stranieri possano danneggiare quelli pad... italiani.
La cosa me la conferma anche il fatto di dissensi nella maggioranza e di aggiustamenti di termini dell'ultima ora. Le difficoltà nell'apprendere una lingua possono risolversi velocemente proprio tramite l'inserimento tra gli altri bambini che la parlano, diversamente vedo il rischio di una sterile babele, o di una divisione rigida in etnie.

il tutto con la massima sincerità, e ovviamente la grande stima di sempre... e un abbraccio

riccardo gavioso ha detto...

@ katia: come dicevo sopra la strada che indichi mi sembra la più proficua, oltre che la più giusta. Il ghetto non ha mai integrato nessuno, e mi sono subito tornate in mente le scene di "Nuovomondo", bellissimo film sull'emigrazione italiana verso gli Stati Uniti, ambientato proprio in Sicilia.

riccardo gavioso ha detto...

@ joe: si applicano, studiano, si sono dati una bella ripulita, mandano avanti Cota che sembra il bravo ragazzo della porta accanto, ma poi è più forte di loro: "potrebbero danneggiare l'apprendimento dei bambini italiani...". E qualcuno si è già dimenticato le dichiarazioni sugli insegnanti del Sud, che devono restare a casa loro perchè meno preparati?

riccardo gavioso ha detto...

@ franca: o forse l'idea è quella di risolvere il problema di dove destinare gli insegnanti del Sud, a detta loro, ignoranti e indegni della puericultura dei teneri germogli padani...

Crocco1830 ha detto...

Ho trattato lo stesso argomento. Ed ho ricordato che il 15 novembre 1938 entrò in vigore il Regio Decreto n. 1779, che all'articolo 5 disponeva che «per i fanciulli di razza ebraica sono istituite, a spese dello Stato, speciali sezioni di scuola elementare».
Guarda un po' certe volte, le coincidenze ...

Pellescura ha detto...

l'integrazione, anche per la lingua, si fa mettendoli assieme e non separandoli.

Audrey ha detto...

Come al solito si percorrono le strade più facili e più stupide...

Invece di creare corsi integrativi e supplementari di appprendimento della lingua per favorire l'integrazione, si sceglie la separazione, la segregazione.

ma l'integrazione fa parte della cultura di un paese civile mentre io ormai mi sto convincendo che questo non lo sia più.

un saluto sconsolato e pessimista, Audrey

Saamaya ha detto...

questa proposta è veramente indecente!

Macfeller ha detto...

A questo punto c'è di che essere preoccupati sul serio, ed ha ragione da vendere Riciard, viene voglia di fare qualcosa di concreto.

Questo è un governo che ci ha abituato a nascondere dei provvedimenti iniqui in uno scenografico involucro multicolore.

Hanno spacciato la cordata CAI come un provvedimento in difesa dell'italianità e contro i privilegi dei lavoratori Alitalia, nascondendo alla pubblica opinione i due miliardi di euro accollati alla collettività.

Hanno spacciato il penoso ricorso al lodo Alfano come una battaglia di libertà per difendere le istituzioni dalla magistratura eversiva, quando l'unica libertà messa in discussione era quella del Presidente del Consiglio.

Hanno spacciato la riforma della scuola come quella che introduce il maestro unico ed il grembiulino obbligatorio, quando in realtà il suo reale scopo era quello di liberarsi della zavorra del precariato.

E adesso viene questo provvedimento indegno, presentato come un modo saggio per gestire l'istruzione dei ragazzi stranieri e di quelli italiani, quando, in realtà, l'unico motore che lo ha generato è la xenofobia della Lega.

Martina Buckley ha detto...

Sono scioccata da questa notizia, Riccardo, che ho letto nel blog di Rossaura. Sicuramente l'Europa dovrà intervenire verso un provvedimento del genere!
Due fatti pratici: i bambini in età scolare (elementare) imparano le lingue in modo diverso dagli adulti (non mi dilungo) e diventano bilingui in brevissimo tempo. Qui in Irlanda già da qualche anno ci sono moltissimi emigranti e rifugiati politici, per via del boom economico. I loro figli sono perfettamente integrati nelle classi, ad ognuno di loro viene assegnato un insegnante di supporto linguistico ed il sistema funziona benissimo. Non solo, ma si incentiva lo scambio culturale con il resto della classe. I miei figli se ne vengono spesso con storie su lezioni speciali a scuola fatte sull'Africa o sulla Polonia o sulla Romania, pieni di entusiasmo per le nuove cose imparate e descrivendo la gioia del compagno di classe straniero che si è sentito protagonista surante quella speciale lezione sul suo paese. Qualche anno fa mia figlia tornò a casa da scuole dicendomi che aveva imparato delle parole in Swahili. Adesso ha ua nuova compagna di scuola Ucraina, ha iniziato da qualche settimana. Mi ha rivelato che parla l'inglese già benissimo e che ha un sacco di amiche.
Se questo non è arricchimento culturale...
Ma vedo che l'Italia ormai vira verso l'impoverimento più totale, in tutti i sensi.
Un saluto sconsolato a tutti.

Daniele Verzetti il Rockpoeta ha detto...

Poche righe decise ed una foto che spiega tutto da sola.

Ed una decisione, quella delle classi ponte, aberrante e pericolosa perchè vuole impedire fin da bambini un processo sereno di integrazione.

Isabel Green ha detto...

che vergogna!sono d'accordo nell'istituire dei corsi di italiano per aiutare questi bambini ad integrarsi meglio con i compagni di classe e per aiutarli nello studio, ma separarli completamente da loro è una violenza inaudita, che suona davvero come certi vecchi slogan di un tipo bassino e coi baffetti...

zefirina ha detto...

vi dico come funziona ad amsterdam dove da due anni vive mia figlia e il di lei figlio che ora ha 6 anni e fino a 4 ha vissuto in italia, all'asilo pur non parlando una parola di olandese è andato in una classe adeguata alla sua età, gli hanno affiancato un "tutor" di 6 anni, era semplicemente un bambino bilingue, la cui seconda lingua era per l'appunto l'italiano, ora fa la prima elementare, ci ha messo 6/7 mesi ad imparare a parlare e a comprenderel'olandese, ora deve imparare a leggerlo e a scriverlo, la maestra l'ha messo in un banco vicino a lei e una volta alla settimana ha un'altra maestra che l'aiuta a superare quelle poche difficoltà che ha ancora

niente di più semplice mi pare

premetto che Valentina e Andrea (i suoi genitori) parlano pochissmo l'olandese, dato che usano più spesso l'inglese

LENINGRAD COWBOYS ha detto...

sul blog leningrad cowboys è presente il pdf DL SCOMPARSA DELLA SCUOLA PUBBLICA. da scaricare e diffondere

riccardo gavioso ha detto...

@ crocco1830: ottimo articolo davvero e ottima citazione storica. Le coincidenze sono incredibili... a volte viene quasi da pensare che la casualità centri fino a un certo punto ;)

riccardo gavioso ha detto...

@ pellescura: infatti, in altri commenti puoi leggere cosa si fa in altri paesi e con che risultati.

riccardo gavioso ha detto...

@ audrey: cara amica, ma pensa a quei poveri bambini padani penalizzati nell'apprendimento:

- da grandi potrebbero non saper scrivere correttamente: ma va a lavurà terun!

- da grandi potrebbero ignorare la storia dei Longobardi

- da grandi potrebbero essere rimasti indietro in applicazioni tecniche e non riuscire a dipingere di bianco le sagome dei bambini di colore

stasera sono arrabbiato e faccio commenti cattivi, quello successivo sarà anche peggio

un saluto altrettanto sconsolato

riccardo gavioso ha detto...

@ saamaya: quando vedo che vengono messi in mezzo i bambini, mi torna i mente la famosa macina da mulino.

riccardo gavioso ha detto...

@ macfeller: hai centrato il punto: il razzismo ammantato di buone intenzioni... che squallore!

del resto anche ai bambini della foto qualcuno avrà detto: "forza bambini, si va a giocare nelle docce..."

cara Mac, ho avvisato che stasera faccio commenti feroci, perdonami se puoi :(

riccardo gavioso ha detto...

@ martina: il quadro che così ben descrivi è lo stesso che immagino come ideale. Purtroppo in questo paese il giusto diventa sempre piùchimera. Sono convinto anch'io che l'Europa dovrà intervenire contro questi rigurgiti nostalgici e xenofobi: in caso contrario avremo la conferma che oltre le misure dell'ortofrutticolo non riesce ad andare.

un grazie di cuore per la preziosa testimonianza

riccardo gavioso ha detto...

@ daniele: grazie Daniele. Quello che m'indigna profondamente è che per i propri penosi scopi non ci si ferma neppure davanti ai bambini. Ma del resto questo la storia ce l'aveva già insegnato.

riccardo gavioso ha detto...

@ isabel green: credo che il razzismo, nonostante sia una delle cose più idiote in assoluto, cova sempre sotto la cenere... e da un po' di tempo qui stiamo andando alla grande di mantice.

riccardo gavioso ha detto...

@ zefirina: grazie per la tua preziosa testimonianza: purtroppo da queste parti niente di più difficile che arrivare alle cose più semplici. E non è neppure questione d'idiozia, ma di malafede mascherata.

riccardo gavioso ha detto...

@ leningrad cowboys: grazie per il contributo e la segnalazione. Vedrò di fare tutto il possibile...

nido ha detto...

bravo. la scelta della foto è azzeccatissima. magari qualcuno ci riflette un po' sù. :)

riccardo gavioso ha detto...

come dicevo ad un amico sul blog: foto terribili. E ti garantisco che ci si pensa sempre due volte prima di andare a ripescarle, ma sono davvero stufo di questo razzismo soft, in punta di penna, magari ammantato di buone intenzioni. Il razzismo è questo e questo solo!

grazie, speriamo ci rifletta qualcuno, visto che pure da destra c'è chi non ha avuto il coraggio di sottoscrivere questa porcata

nemesi2 ha detto...

Razzismo Soft?! Questa è xenofobia allo stato puro.Prodotta da menti folli o dementi e basta, che stanno rovinando l'Italia, indottrinando altrettanti fanatici dal QI inferiore a zero!

dvdbablog ha detto...

già, temo che la foto sia molto attuale

riccardo gavioso ha detto...

e continuiamo così, c'è da fare un investimento e comprarsi l'archivio storico "Alinari" :(

riciard ha detto...

No, scherziamo? Non ho letto ancora nulla oggi, e questa è la prima notizia del giorno... classi separate????

E non diciamo nulla, non scendiamo in piazza, non spacchiamo il mondo? Organizziamoci, facciamo qualcosa, fermiamo questo scempio schifoso!!

riccardo gavioso ha detto...

vedi che dovevi stare alla larga da me: in un attimo sono riuscito a polverizzare tutto l'ottimismo del tuo post :)

lilyth ha detto...

Hai ragione sono tempi cupi e non si vede un raggio di sole, per la scuola poi...è deprimente : riforme sbagliate e chiacchiere di incompetenti,ne ho parlato in un lungo commento, che ne pensi? [oknotizie.alice.it]

riccardo gavioso ha detto...

temo che in questo caso l'idiozia dei padri ricadrà sui figli. I soldi per la scuola non ci sono, ma per ponti improbabili e centrali nucleari li troviamo in un amen, come in un amen troviamo quelli per la scuola privata. Comprendo la vostra frustrazione, che dovrebbe essere anche la nostra di genitori. Continuiamo a lottare!

lilyth ha detto...

In questo momento mi sembra una battaglia inutile perchè tutte le chiacchiere maligne sulla professione e sugli sprechi, mi hanno mostrato un lato, la cattiveria gratuita, di persone che ritenevo più oneste intellettualmente, mentre sono solo simili a belve pronte a sbranare il debole di turno, sia immigrato, portatore di handicapp, maestro. I primi lupi mordono le carni e gli sciacalli pasteggiano, vale la pena di battersi anche per loro e i loro figli?

doc63 ha detto...

penso che vogliono le classi separate,solo perché i bambini d´oggi apprendono benissimo e potrebbero capire troppo bene in che paese di mexxa si stá trasformando l´Italia ;-)

riccardo gavioso ha detto...

commento stellare!

non posso che aggiungere i complimenti...

doc63 ha detto...

grazie,la mia é solo una constatazione! buona serata :-)

audrey ha detto...

Se faccio una petizione per mandare i bambini padani in classe differenziata, la firmate???

I leghisti dicono di non essere italiani ma padani, obiettivamente non sanno parlare italiano (avete mai ascoltato borghezio??? parla italiano??) quindi je tocca...

:-)

favola ha detto...

te la firmo subito... ;)

riccardo gavioso ha detto...

mi clono per firmartela due volte ;)

nemesi2 ha detto...

Io lo firmo. Se loro si sentono padani e non italiani x me sono extracomunitari: l'Europa non riconosce la "padania". Mannamoce loro nelle classi differenziate così imparano a differenzià la monnezza celebrale che spacciano per cervello.

doc63 ha detto...

io sono vicentino e mi sembra di saper parlare italiano,non condivido le idee della lega,ma essendo padano la cosa mi tocca,se invece dici i Leghisti in classi differenziate per i motivi di cui sopra,appoggio la mozione ;-)

audrey ha detto...

Dai Doc è una provocazione :-) Però ammetterai che Borghezio italiano non lo parla mica tanto bene.. Ciao!

ps poi tu sei un vicentino sui generis..Intanto te ne sai andato ad abitare in repubblica Ceca..Furbacchione :-)

riccardo gavioso ha detto...

e poi su Borghezio mi dovrei arrabbiare io: è l'orgoglio di Torino, figure da cioccolataio come le sue le invidia pure la Lindt ;)

doc63 ha detto...

certo che non tutte le ciambelle escono col buco ;-)

doc63 ha detto...

mica mi sono offeso,ho solo precisato chi dovrebbe andare alle scuole differenziate ;-)

primlug ha detto...

metti che socializzano!! come faranno da grandi a essere razzisti e votare lega

riccardo gavioso ha detto...

ottimo commento: la verità sta sempre in una riga!

primlug ha detto...

la verità è sempre di parte la verità è sempre rivoluzionaria

ciao carissimo sei sempre presente e con ottimi post

saturninox ha detto...

vien proporio volgia di dar ragione alla Valent..

fiammifero ha detto...

proprio a quello stavo pensando,fanno pure gli offesi,poverini :((

fiammifero ha detto...

Non ho più parole ma prudono le mani [img [www.vocinelweb.it][/img]

riccardo gavioso ha detto...

il commento animato mi mancava: grande! :)

gabrielik ha detto...

questa è apartheid bella e buona e creerà una seconda generazione di incazzati, vedrete che bel casino. paradossalmente, nelle zone più razziste come il veneto, tanta gente del posto non parla italiano ma dialetto, o a castelvolturno, no dico avete visto due settimane fa ad anno zero che hanno messo i sottotitoli? questi bambini quando vanno a casa sentono i genitori parlare dialetto... mah

riccardo gavioso ha detto...

credo anch'io che tra non molto impareremo cosa sono le banlieues

tizy ha detto...

Foto da brivido,ma incisiva! Ti ho già più volte espresso le mie paure ed i miei timori su quelle che possono essere le future dinamiche conflittuali che i giovani hanno sempre di più nei confronti di loro coetanei. Lavorare con adolescenti che hanno notevoli difficoltà di rapporto con la società, di tenuta nella scuola, di devianza sono individi che facilmente cadono nella trappola dell'intolleranza del diverso perchè straniero se poi non cresce insieme questa conoscenza sarà sempre più difficile da costruire in quei quartieri che sono blindati a se. Oggi mi è arrivata una scheda di segnalazione da parte di una scuola superiore nel profilo il minore viene descritto come un ragazzo che non studia, fa casino si sente superiore nei confronti degli stranieri e considera le ragazze degli oggetti sessuali. Nel libro "il razzismospiegato a mia figlia" TaharBen Jelloun, scrive: - il rispetto è essenziale. D'altra parte la gente non pretende l'amore,ma di essere rispettata nella sua dignità umana.Rispettare vuol dire avere riguardo e considerazione. Vuol dire saper ascoltare. Lo straniero non reclama amore e amicizia,ma rispetto. L'amore e l'amicizia possono venire dopo, quando ci si conosce meglio e ci si apprezza. Ma in partenza non bisogna avere alcun giudizio preconcetto. In altre parole, nessun pregiudizio.- Un abbraccio Tiziana

riccardo gavioso ha detto...

molto bello il testo che hai riportato... purtroppo se le cose continuano così più che il rispetto morale dovremo preoccuparci di assicurare loro quello fisico. Nel blog ho appena ricevuto dall'Irlanda e dall'Olanda le testimonianze di perfetti esempi d'integrazione scolastica di bambini che non parlano la lingua del paese, e che la imparano rapidamente proprio per la possibilità d'interagire coi compagni.

un abbraccio, Riccardo

pierpaolobasso ha detto...

C'e una serie di sottili fili, che si stanno intrecciando fra loro, per formare una corda abbastanza robusta da legarci, e impedire di fuggire al cappio finale; Purtroppo, ancora in moltissimi non li vedono i fili, ma sono sparsi nei vari emendamenti alle leggi proposte, nei vari campi che riguardano la società.

Mentre passava questo osceno art. di legge, nel continuo del dibattito sulla riforma della P.A. si discuteva dell'emendamento leghista, che proponeva le assunzioni per concorso territoriale, cioè, assunzioni del personale solo se si e del posto nativo, insegnanti, magistrati, spazzini, ricercatori, vigili e personale sanitario ecc. ecc.

Una bella applicazione della divisione territoriale, violando la Costituzione che, eguaglia tutti i cittadini nei diritti e doveri, in tutto il territorio nazionale; Risolto il problema degli insegnanti meridionali mandati al nord!!!!????? E cosi altre categorie lavorative!!!????

A questo punto mi chiedo; Nel nord vivono sui 30 milioni di cittadini Italiani, di cui oltre la metà sono di origini meridionali, che con il loro sudore anno fatto la ricchezza del nord, subendone l'ostracismo di quei stessi nativi, che ora rinvigoriti dal potere, li umiliarono nella dignità, li disprezzarono come ora disprezzano gli extra-comunitari, sfruttandoli nel lavoro nero, (cambia l'origine nativa delle persone , ma non il sistema). Se questi ignoranti razzisti, non sentono una realtà di umanità, che li fermi nella loro follia, si renderanno conto quando e tardi, che sistemata la questione extracomunitari, si ritornerà alla questione meridionali, già ci sono le prime avvisaglie, con la proposta di legge sulle assunzioni nella P.A.

Ritengo che molti che anno votato Lega, lo abbiano fatto per motivo più di simpatia territoriale che non per ideologia, magari anche aiutati dall'esasperazione del cattivo funzionamento dello stato, ma ora non e più una protesta di popolo, che si sentiva sfruttato dallo stato, ora il popolo si sta lasciando trascinare in una deriva, che farà solo danni al nord, perché ogni torto da altri subito, prima o poi sarà restituito.

riccardo gavioso ha detto...

Pierpaolo hai perfettamente ragione: filo dopo filo arriveremo al cappio... e anche bello robusto. In quanto alla protesta contro ai prepotenti e ai potenti, dovrebbero capire che non si fa prendendosela coi più deboli.

stellavale ha detto...

E qui dovrebbe scattare la rivolta. Perchè nessuno dice nulla?

HAVEADREAM ha detto...

Riccardo ha azzeccato il termine per questo ennesimo "capolavoro" del Nuovo Ventennio: razzismo soft.

Poi tra un pò inizieranno "sofficiemente" con gli autobus, fino a che qualche "testa rasata" non riscoprirà il sano gusto di dar fuoco a croci e ad indossare cappucci bianchi..

Peccato per loro però che si dovranno accontentare "sofficiemente" dei nostri modesti campi di pomidoro anzichè di cotone..

ciao
Salvatore

flo ha detto...

Mi stupisco che non abbiano stabilito scuole separate! Durante la ricreazione che si fa, cortili separati anche lì?!

riccardo gavioso ha detto...

@ stellavale: non solo nessuno dice nulla, ma il governo sembra guadagnare consensi. Che abbia ragione la Valent?

un buon fine settimana

riccardo gavioso ha detto...

@ haveadream: se ricordo bene il termine l'ha inventato l'ottimo amico Joe. Ma purtroppo funziona come le sigarette, s'inizia con quelle leggere e dopo qualche tempo si arriva a due pacchetti di Marlboro.

un buon fine settimana

riccardo gavioso ha detto...

@ flo: un bel reticolato, e via. E forse è meglio: pensa se capitasse che un bambino di colore giocando a pallone danneggi un prezioso virgulto padano...

un buon fine settimana

flo ha detto...

Buon fine settimana anche a te Riccardo! ;)

Blogger ha detto...

Bellissima scelta, mi piace l'impatto visivo.

Conosco la materia - sono stato un insegnante, anche all'estero.
Questa proposta è la cosa più vergognosa che politicamente e pedagogicamente si potesse pensare.

Dario
ITALY ITALIA

jeneregretterien ha detto...

ma loro mica sono razzisti!
siamo noi che siamo extracomunitari, handicappati, terroni e gli impediamo di apprendere. Infatti tutti conoscono l'alto Q.I. dei leghisti.
Io la vorrei vedere tutta una classe di leghisti doc, giuro.

Francesco Rotondi ha detto...

Ciao Riccardo,
Il problema nasce dal fatto che i leghisti a scuola capivano assai poco .... Ma non è che senza immigrati apprenderanno di più. Rimarranno i somarelli di sempre. Poco male in tempi di prevalenza del cretino resteranno in sella insieme ad altri somari.

pibua ha detto...

E già, qual'è miglior modo per far integrare gli immmigrati in Italia?
Separarli dagli italiani già da piccoli...ovvio!
:-/

ViolaVic ha detto...

e' assolutamente ingiusto,razzista e retrogrado. abbasso cota!

Miryam ha detto...

Dopo il caso dei bambini Rom, ci si interroga su certe tecniche di riconoscimento (schedatura) che violano la dignità umana. La scansione dell’iride, la registrazione della traccia vocale, la geometria della mano, la rilevazione satellitare di ogni spostamento, tutte queste tecniche biometriche rendono inutile, inutilmente becero, l’exploit del Ministro Ma®roni.L'ennesima porcata :l'aphartaid..... Un passato che bussa prepotente alle porte. Sbattiamogliele in faccia!
Ciao!!
Ps. Sul mio blog c'è un appello importante da firmare per Roberto SAVIANO.... CREDO CHE SEI D'ACCORDO SE INVITO TE E I BLOGGER DI QUESTO BLOG A FIRMARE. GRAZIE
http://www.politicacriticadimiryam.blogspot.com/
SE TI VA POSSIAMO LINKARE I BLOG, OGGI PIù CHE MAI DOBBIAMO FARE RETE PER COMBATTERE L' AMMASSO. l'INVITO è ESTESO A CHI CI STA. GRAZIE A TUTTI, BUONASERATA!!

riccardo gavioso ha detto...

@ blogger: caro Dario, non posso che quotare integralmente le tue parole!

riccardo gavioso ha detto...

@ jeneregretterien: l'idea è affascinante, ma di difficile realizzazione. Il problema è trovare gli spazi per una ventina di alunni e un centinaio d'insegnanti di sostegno ;)

riccardo gavioso ha detto...

@ francesco: ciao Francesco, il problema è che sognano il paese dei balocchi, e si sono portati avanti col lavoro ;)

riccardo gavioso ha detto...

@ pibua: ma come abbiamo fatto a non pensarci prima :) non ci fossero, bisognerebbe inventarli ;)

riccardo gavioso ha detto...

@ violavic: visto gli aggettivi che hai scelto, gli si può rimproverare tutto tranne un'esemplare coerenza ;)

riccardo gavioso ha detto...

@ miryam: vengo subito a dare un'occhiata...

e grazie per la visita

paola ha detto...

I figli dei leghisti sono ignoranti come le capre, sono loro che impediscono agli stranieri di imparare l'italiano e le altre materie.

Anonimo ha detto...

Conosco una persona che ha adottato dei bambini i quali hanno imparato in meno di un mese l'italiano stando con gli altri alunni ed ora sono allo stesso livello degli altri.
Alla scuola primaria se ci sono bambini con problemi di apprendimento (e vi assicuro non sono solo stranieri) li raggruppano e fanno ore aggiuntive per recuperare le materie in cui sono più deficitari.
Se la scuola primaria e la scuola dell'infanzia non verrà stravolta le cose andranno avanti bene come sempre; non credete alle cose che dicono! Poi, c'è anche il problema del numero minimo di alunni per classe ... discorso troppo lungo da affrontare ora. Ciao

riccardo gavioso ha detto...

@ paola: tra i maiali di Calderoli e i figli capra devo dire che sono molto bucolici... ecco perchè hanno scelto il verde come colore sociale ;)

riccardo gavioso ha detto...

@ anonimo: nulla di più facile che integrare e far imparare una lingua a un bambino... sempre che lo si voglia fare ;)

grazie della visita

Creative Commons License Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.

disclaimer

questo sito viene aggiornato alla sanfasò, quindi senza alcuna periodicità, e non rappresenta una testata giornalistica, nè ci terrebbe a rappresentarla. Pertanto, non può essere considerato in alcun modo un prodotto editoriale ai sensi della L. n. 62 del 7.03.2001.
Dei commenti postati risponderanno i loro autori, davanti a Dio sicuramente, davanti agli uomini se non hanno un buon avvocato. In ogni caso, non il sottoscritto.
Le immagini presenti sulla Penna che graffia sono state in larga parte prese da Internet e valutate di pubblico dominio. Se gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non avranno che da segnalarmelo e provvederò prontamente alla loro rimozione... quella degli autori, ovviamente!