(il postino delle sei) - “la penna che graffia” si augura che Giuseppe Ciarrapico sia il primo a varcare il portone di Palazzo Madama


calma! calma!

la penna non ha ceduto al grezzo fascino dell’orbace… i motivi sono altri.

Intanto anche l’amico Giuseppe ha ammesso che la candidatura nel PDL è scelta di ripiego, e a chi gli faceva notare che, come fascista dichiarato, l’ideale sarebbe stato presentarsi con Storace, ha risposto: “ E’ indubbio… purtroppo il jogging gli è stato fatale”.

Bisogna poi considerare che, condannato nel processo relativo al crack del Banco Ambrosiano di Roberto Calvi, non ha mai risarcito i danni alle parti civili cambiando continuamente residenza. Ora, col lauto appannaggio che gli deriverà dalla nomina a senatore e un indirizzo certo cui far pervenire le notifiche, non dovrebbe essere difficile mettere a posto queste piccole inadempienze, sicuramente frutto di semplice distrazione.

27 commenti:

Lisa72 ha detto...

.. come a dire il fine giustifica i mezzi?
Speriamo che dopo possa varcare anche altre porte.. tipo quelle di un tribunale e, poi, quelle diun bel pensionato lontano da qualunque carica e, se fossi nei suoi coinquilini, eviterei anche di giocarci a carte insieme.. il lupo perde il pelo ma...
Una buona serata, con affetto, Lisa

Comicomix ha detto...

Ma insomma, anche lei Riccardo ci si mette...
Oggi vi siete scatenati, voi sinistracci (in verità, anche i destri desti non scherzano...) su questa sciocchezzuola dello Ciarrapico...
Ma contentevi, cribbio!

Firmato:
Il Cavaliere inesistente

zefirina ha detto...

prometto solennemente a costo di rimetterci il posto di lavoro..
di spernacchiare quelli che mi capitano sotto le mani..altro che accoglienza!!!

Nicola Andrucci ha detto...

e che la porta gli cada in testa

riccardo gavioso ha detto...

@lisa72: mi sembra abbia detto entrando a Regina Coeli, che uno non è un buon romamo se non ha salito almeno una volta quei tre scalini... comunque mi unisco all'augurio.

una buona serata di cuore anche a te

riccardo gavioso ha detto...

@ comicomix: l problema è che la politica spesso supera la fantasia ;)

mi inchino davanti all'autorità del maestro Calvino :)

un saluto Italo, così faccio contento anche il Ciarra

riccardo gavioso ha detto...

@ zefirina: devi essere forte! ...non cedere alla tentazione! ...per noi è come se l'avessi fatto ;)

piuttosto, quando ho finito di organizzare la rivoluzione, fammi sapere come farti avere un salvacondotto ;)

riccardo gavioso ha detto...

@ nicola: grande!

però considera: se continuano a aumentare i nanetti, la convinci tu la Sant-anchè-subito a vestirsi da Biancaneve ;)

macfeller ha detto...

Pur rispettando profondamente le scelte di chiunque, faccio notare che il non voto favorisce indirettamente personaggi di questo genere.

Ciao, Riccardo.

riccardo gavioso ha detto...

concordo perfettamente. La vera protesta non sarà mai il non voto... specie in questo paese. E lo dice uno che ha creduto il contrario.

un saluto (no! non quello!) :)

Anonimo ha detto...

Mi astengo dal fare commenti

primlug ha detto...

Mi astengo dal fare commenti

riccardo gavioso ha detto...

un astensione assordante ;) ossimoro politico e innovativo

primlug ha detto...

è la paura della galera: non sono un coraggioso

Crocco1830 ha detto...

Si, sono d'accordo: il non voto è in assoluto il voto peggiore che si possa dare. Almeno in questo momento.

riccardo gavioso ha detto...

@ crocco1830: mi trovi assolutamente d'accordo. Armiamoci di mollette per il naso, ma andiamo a votare!

GG ha detto...

Bravo rick, fai bene a parlare di Banco Ambrosiano, perchè come sai la memoria è come il fuoco: se non la ravvivi si spegne..!

IL post è acuto, come sempre.. pungente, la parte sui risarcimenti mi ha fatto molto molto riflettere! :)

(p.s. chi ha "Peerla" di Elio e le storie tese, si ri-ascolti "Sabbiature").

riccardo gavioso ha detto...

@ gg: chi l'avrebbe detto che avremmo rivisto Ciarrapico... caro amico, è un paese senza memoria e senza dignità... fortuna che c'è ancora qualcuno che s'indigna!

andrò a cercarmi il brano consigliato

un saluto notturno

Anonimo ha detto...

il non voto ora mi è chiaro piuttosto vado e mi appello al dpr 361/57 art. 104 comma 5 con affetto Chiara da Taranto.

zefirina ha detto...

riccardo posso sempre emigrare in olanda da mia figlia, nun te preoccupa' e poi lavoro qui da così tanto tempo che me ponno' fa'...
mia madre mi dice sempre: non provare soggezione di fronte a certe persone, in questo caso ai politici, immaginateli sulla tazza del water (mia madre è una signora non direbbe mai cesso), che lì siamo tutti uguali, per colpa sua a volte di fronte a uno di loro mi scappa.....da ridere....

zefirina ha detto...

ripensandoci per colpa loro spesso mi scappa da piangere

Franca ha detto...

Tu dici? Non ho questa sensazione...
Comunque, meglio un fascista dichiarato che quelli di cui non sai bene come sono messi...

rudyguevara ha detto...

a meno che nn facciano una legge x la quale i politici siano esonerati dal pagare i danni......

riccardo gavioso ha detto...

@ zefirina: fai i miei complimenti alla mamma filosofa ;) ma io che sono cattivo, rilancio: qualche volta prova ad immaginarteli proprio dentro la tazza :)

riccardo gavioso ha detto...

@ franca: io gli farei varcare di nuovo il portone di Regina Coeli... quanto all'essere dichiarato, direi che non ci sono dubbi...

riccardo gavioso ha detto...

@ rudyguevara: credimi quelli come questo bel personaggino si sono sempre comportati come se esistesse... e non gli si può certo dar torto.

riccardo gavioso ha detto...

@ chiara: scusa Chiara, ma mi era sfuggito il tuo commento... Anzi, la verità è che ho sfogliato codici e commi fino ad adesso :)

ricambio il saluto con affetto, e grazie della visita

Creative Commons License Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.

disclaimer

questo sito viene aggiornato alla sanfasò, quindi senza alcuna periodicità, e non rappresenta una testata giornalistica, nè ci terrebbe a rappresentarla. Pertanto, non può essere considerato in alcun modo un prodotto editoriale ai sensi della L. n. 62 del 7.03.2001.
Dei commenti postati risponderanno i loro autori, davanti a Dio sicuramente, davanti agli uomini se non hanno un buon avvocato. In ogni caso, non il sottoscritto.
Le immagini presenti sulla Penna che graffia sono state in larga parte prese da Internet e valutate di pubblico dominio. Se gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non avranno che da segnalarmelo e provvederò prontamente alla loro rimozione... quella degli autori, ovviamente!