(il postino delle sei) - Times New Roman 20 e Times New Roman 10


le radici dell’odio razziale richiederebbero un discorso lungo, e più volte affrontato, mentre oggi ci occupiamo dei fertilizzanti dell’odio.

Quotidiano “La Stampa” in “Cronaca di Torino”:

- Ventenne travolto da un ubriaco – Dio mio salvalo – La rabbia della madre – ROMENO (Times New Roman 20) DENUNCIATO (cinque colonne e gigantesca foto della donna in lacrime, l’intera pagina praticamente)

leggendo attentamente l’articolo però si scopre che il ragazzo non era a piedi (come lascia chiaramente intendere il titolo), ma in sella a una potente moto da strada appena acquistata dal padre e che si è schiantato contro l’auto del romeno che stava effettuando un’inversione, forse senza mettere la freccia e che guidava in stato di ebbrezza.

- Solo un minuscolo trafiletto a fianco per una sedicenne ROMENA (Times New Roman 10), questa sfortunata ragazza davvero a piedi, investita, mentre attraversava, da una Fiat Bravo di cui non ci è dato conoscere la nazionalità del conducente, che quindi si presume italiana.
Molto gravi entrambi i giovani.


Le parole sono pietre, e non sono spranghe. Ma a volte istigano le spranghe e guidano le spranghe.
I pennivendoli non sono uomini, non sono bestie, ma sono “insetti del potere”… e sono decisamente troppi per i miei gusti.

39 commenti:

Uhuru na usalama ha detto...

Oggi più che mai le parole hanno un peso fortissimo,soprattutto quando vengono usate per qusti scopi così subdoli;e forse sono ancora più pericolose quando sono usate per anestetizzare la massa..
Un saluto!

anecòico ha detto...

Scalpore, scalpore a tutti i costi e senza guardare in faccia nessuno. Se poi il mostro (ammesso lo sia) in questione è brutto, nero e fa parte di una minoranza il genio titolista del marketing sfodera tutto il suo cinismo credendo che la ggggente voglia un bel titolone per sentirsi dire "si, hai ragione... sono troppi e tutti cattivi".

Definirli pennivendoli è una gentilezza, mi vengono in mente altri eufemismi...

zampa7207 ha detto...

sui giornali, ai tg, tutti i media hanno questa abitudine a "marchiare" le minoranze e quindi mi chiedo se così non fosse ci sarebbero lo stesso certi episodi? secondo me molto meno.... :-(

progvolution ha detto...

Siamo eterofobi, tutte le paure che abbiamo vengono dai diversi, dai stranieri, dagli estranei.
I giornali pescano nel torbido perchè conoscono i loro lettori.
La paura dell'Uomo nero ci aiuta a scacciare la paure più grande: scoprire che il male è dentro di noi.
Amaramente
Sussurri obliqui

rossaura ha detto...

guarda che casini per due punti di un font ;-) insomma c'è chi rischia di morire in maiuscolo e chi in minuscolo, a volte mi chiedo se per caso non siamo noi che usiamo occhiali bifocali.
Ciao Ross

Tizy ha detto...

Limportante è riuscire a fare notizia ...costi quel che costi... poi hai voglia a spiegare i valori della vita, l'amore, la tolleranza il rispetto, la riconoscenza... ai ragazzi che crescono e ti chiedono di essere tu il loro educatore quanta fatica...
Un bacio Tiziana

jeneregretterien ha detto...

questa sera a Blob c'era Rosy Bindi che diceva ad uno scatenato leghista che la "tolleranza zero" è il concetto che sono riusciti a far passare nella testa della gente.
Perchè uno che ammazza per un pacco di biscotti alla fine razzista non è, perchè dice che avrebbe ammazzato anche uno bianco.
Ovviamente tolleranza zero anche nella testa dei pennivendoli.

stellavale ha detto...

Il termine razzista dev'essere scomparso dal vocabolario...

Joe ha detto...

Io vivo e lavoro con tutte le razze del mondo in pace e fratellanza. Vi assicuro che siamo proprio tutti uguali e la cosa piu' scoraggiante e' che lo debba scrivere.

Comicomix ha detto...

A volte basta davvero poco per "manipolare" le pubbliche opinioni. Anche l'uso sapiente della dimensione dei caratteri. Sarà sgradevole dirlo, sarà pure fuori moda.

Ma sottolinerei che in Italia un potentissimo editore è anche il capo del governo. Sarà certamente un CASO ma a me non sembra

Un SORRISONE

C.

Lisa72 ha detto...

Ma continuiamo ad affermare che non siamo razzisti.... a me anche questo doppiio peso nel pubblicare le notizie sa di razzismo... profondo!
Un saluto, Lisa

Martina Buckley ha detto...

Il "giornalismo" italiano (le virgolette sono volute) ormai non ha più nessuna dignità e nessun valore. Da quanto tempo non leggo più un giornale italiano? Non riesco a quantificarlo.
La discriminazione ormai si manifesta anche a colpi di font... e la gente non si rende neppure conto di venire manipolata... questa è la cosa che fa più rabbia.

flo ha detto...

L'istigazione all'odio razziale corre perfino sui font...

Daniele Verzetti il Rockpoeta ha detto...

"Insetti del potere": straordinaria definizione.

E purtroppo ancora non troviamo gli insetticidi adeguati....

Franca ha detto...

E' così che dichiarazione dopo dichiarazione, articolo dopo articolo, mettiamo le spranghe in mano alle persone...

riccardo gavioso ha detto...

@ uhuru na usalama: credo che quando il razzismo (subdolo, come ben evidenzi) spadroneggia nella cronaca cittadina, o vi è un piano dietro o un piano non sia neanche più necessario.

un caro saluto!

riccardo gavioso ha detto...

@ anecoico: i pagani in pasto alle belve... la rivincita è arrivata tardi, ma è arrivata :(

pronto a sottoscrive qualsiasi tipo di eufemismo

riccardo gavioso ha detto...

@ zampa 7207: guarda, mi spiace non poter inserire la pagina del giornale: l'impatto visivo è vergognoso. Spero che qualche mio concittadino confermi...

e senza fertilizzanti la pianta cresce molto meno!

riccardo gavioso ha detto...

@ progvolution: io credo che la paura sia anche un gran bel guscio per proteggere i nostri egoismi...

riccardo gavioso ha detto...

@ rossaura: per restare sull'oculistico :) credo che il razzismo sia la miopia della ragione. Quanto ai giornalisti, forse non gli basterebbe Hubble...

Ciao Ross, e una buona serata

riccardo gavioso ha detto...

@ tizy: se l'educazione viene soprattutto dall'esempio, siamo messi malissimo!

ricambio con affetto

riccardo gavioso ha detto...

@ jeneregretterien: credo che tolleranza zero vada a braccetto con materia grigia zero...

una buona serata

riccardo gavioso ha detto...

@ stellavale: Bondi deve aver messo mano anche a quelli :)

benritrovata e un caro saluto!

riccardo gavioso ha detto...

@ joe: hai davvero colto nel segno in pochissime righe. Qui bisognerebbe farlo tre volte al giorno, lontano dai pasti, se no a qualcuno resta sullo stomaco :(

riccardo gavioso ha detto...

@ comicomix: caro amico, sarà un caso, ma un caso da scrivere in Times New Roman 60 :)

riccardo gavioso ha detto...

@ lisa 72: il razzismo più profondo è quello più sottile, e qui siamo al bisturi!

un abbraccio, Riccardo

riccardo gavioso ha detto...

@ matina: colpi di font e colpi di spranga... e la gente "stanno" a guardare :(

una buona serata

riccardo gavioso ha detto...

@ flo: è risaputo, in Italia non ci facciamo mancare niente.

riccardo gavioso ha detto...

@ daniele: il merito è tutto di CapaRezza, quanto agli insetti questi pasteggiano a DDT ;)

riccardo gavioso ha detto...

@ franca: proprio così, finiscono per sentirsi i vendicatori che mettono le cose a posto, invece di sentirsi sicari non stipendiati e che pagano pure il canone.

riciard ha detto...

i giornalisti sono ormai solo e solamente giornalai... nient'altro da dire... come sempre detto tra noi, e shh, che non ci scoprano, il 1984 è sempre più vicino, ed i maiali sono sempre più uguali degli altri...

riccardo gavioso ha detto...

chissà se provano poi una forma embrionale di rimorso a vedere le conseguenze di quello che seminano... hai ragione, del maiale non si butta via niente, tranne la coscienza: inconsistente.

pierpaolobasso ha detto...

Governare le situazioni che si generano nella società;

E democrazia.

Creare situazioni per governare sulla societa,

e scivolare nella dittatura.

Ma in dittatura anche i venduti, poi pagano la loro vigliaccheria.

riccardo gavioso ha detto...

pensiero molto arguto e profondo.

Quanto alla conclusione, mi hai tatto venire in mente la foto di un dittatore che appena preso il potere era circondato da centotrenta compagni: sono morti tutti... e uno solo di morte naturale.

doc63 ha detto...

un trafiletto,é giá qualcosa !! cosa pretendi che comincino a far vedere le inefficenze del governo,guidato dal padrone? ;-)

riccardo gavioso ha detto...

hai ragione, ma a tutto c'è un limite: conosci molti motociclisti travolti da un auto ferma e pedoni che si siano schiantati contro un auto in movimento...

comunque seguirò il tuo consiglio e vedrò di abbassare le pretese ;) una buona serata

doc63 ha detto...

ooo beh,quando facevo lo sbirro,vedevo anche bambini che si mettevano in mezzo mentre un´auto parcheggiava sul marciapiede !! il mio non era un consiglio,ma una triste constatazione,le pretese non cé le possiamo permettere ;-) Buona serata

Donna Cannone ha detto...

stanno tutti in uffici come quelli di Winston in 1984, sti pennivendoli. a fare collage inventare e cancellare notizie....Sento la canzoncina dei prolos in sottofondo...

riccardo gavioso ha detto...

@ donna cannone: sempre più spesso notiamo inquietanti corrispondenze con il libro del buon George... almeno ci restituissero un quarto di secolo di vita :)

un saluto dal passato prossimo venturo

Creative Commons License Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.

disclaimer

questo sito viene aggiornato alla sanfasò, quindi senza alcuna periodicità, e non rappresenta una testata giornalistica, nè ci terrebbe a rappresentarla. Pertanto, non può essere considerato in alcun modo un prodotto editoriale ai sensi della L. n. 62 del 7.03.2001.
Dei commenti postati risponderanno i loro autori, davanti a Dio sicuramente, davanti agli uomini se non hanno un buon avvocato. In ogni caso, non il sottoscritto.
Le immagini presenti sulla Penna che graffia sono state in larga parte prese da Internet e valutate di pubblico dominio. Se gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non avranno che da segnalarmelo e provvederò prontamente alla loro rimozione... quella degli autori, ovviamente!