Forse perché la strada per l’inferno è lastricata di buone intenzioni, quella del Vaticano è lastricata di pessime frequentazioni?


apprendo che Il Santo Padre, dopo Silvio Berlusconi, è in procinto di ricevere in Vaticano George Bush.

Un paio di mesi orsono, in occasione del loro incontro negli States, forse in un eccesso d’accondiscendenza, o vittima di euforia da aranciata, per la quale mi dicono nutra una vera passione, s’è congratulato col padrone di casa per la sollecitudine nell’«educare le nuove generazioni, tutelare i diritti umani e la libertà religiosa, favorire uno sviluppo sostenibile nei Paesi più poveri e condurre una battaglia contro la povertà e le pandemie».

Ora, sono certo, che una scaglia di sapone dev’essere per forza avanzata dal rito della Lavanda dei Piedi del Giovedì Santo, e, siccome, immagino ben sappia che la cerimonia simboleggia l’umiltà cui è tenuto il capo della Chiesa, Lo invito a dare un’occhiata all’immagine che ho inserito e a seguire il mio modesto suggerimento: finito con le foto di rito, si dia una bella lavata alle mani!

95 commenti:

Anonimo ha detto...

C'è poco da indignarsi, dolce Riccardo. Abbiamo un Presidente della Repubblica, un Papa e un Presidente USA (mica solo l'ultimo, per non parlare di TUTTI i nostri politici, governo e opposizione) sionisti purosangue. Ho militato nella sinistra per i lunghi anni della gioventù, ma non mi riesce dimenticare una frase di Evola: "Il problema posto dai Protocolli dei Savi di Sion non è la sua autenticità, ma la sua veridicità".

Joe ha detto...

Dalle memorie del premio Nobel Elie Wiesel:
“Un giorno la Gestapo impicco’ un bambino (a Buchenwald). Pure le SS erano contrarie all’idea di impiccare un bimbo di fronte a una folla di migliaia di prigionieri. Il bambino aveva il viso di un angelo triste, era silenzioso, pallidissimo e quasi calmo nel salire sul palco di esecuzione. Dietro Wiesel uno dei prigionieri sussurro’: “Dov’e’ Dio? Dove si trova?” Il bambino rimase in agonia per almeno mezz’ora mentre i prigionieri furono obbligati a guardarlo in faccia. Lo stesso prigioniero di prima sussurro’ nuovamente: “Dov’e’ Dio ora?”. E Wiesel udi’ una voce dentro se stesso che rispose: “Dio e’ impiccato qui di fronte a me su questa forca”.
Per Wiesel questa fu la morte del suo Dio ebraico e rimase agnostico da quel momento.
Lasciate che i due leaders si pavoneggino, regali preziosi in mano, di fronte alle telecamere. Il loro Dio non sara' presente.

Comicomix ha detto...

Ammiro la tua capacità d'indignarti. E anche di gridare cose forti e scomode.

Ho una certa fatica a commentare, dopo aver visto la fotografia. Che sarà terribile e inquietante, ma aiuta a capire quanto è grande la nostra (la loro) ipocrisia.

Ciao.

Betty ha detto...

Ma come si può pensare in un mondo migliore e più giusto?Chi ci da la speranza di guardare avanti con fiducia e non con oscuri presagi se anche chi dovrebbe essere maggiormente di esempio agli altri(perchè più visibile)soffre della sindrome di Ponzio Pilato?
Sarò anche in un momento personale complicato, però ogni volta che vedo foto del genere o leggo notizie così neanche la prospettiva di poter emigrare in Spagna mi fa più sorridere...
Eppure...resistere!resistere!resistere! E se anche il paparatzi se ne lava le mani, sporchiamocele noi al posto suo.

riccardo gavioso ha detto...

@ anonimo: non mi aspettavo nulla di diverso, ma non avrei mai pensato di vedere tanta sfacciataggine... forse hai ragione, sono più buono di quel che penso... vedrò di fermarmi prima di assumere il significato che ha il termine in piemontese ;)

riccardo gavioso ha detto...

@ joe: grazie per il contributo.
Dio è un mistero, ma io mi sbilancio: non ci sarà, e sicuramente non sarà dalla loro parte (without God on our side, sperando che il mio scarso inglese non mi tradisca).

riccardo gavioso ha detto...

@ comicomix: la foto è terribile, ma la trovo una delle "migliori" che abbia mai visto: c'è una rassegnazione atavica negli occhi del nonno che corrisponde a quella di morte della nipotina... quasi lo sapessero, sapessero che era arrivato il momento di pagare alla storia il tributo che noi avevamo deciso fosse giusto pagassero...

Hai detto molto bene, come sempre, quella foto prende la nostra ipocrisia e ce la restituisce di una dimensione che nessuno può essere in grado di sopportare... o forse Qualcuno sì...

grazie per il commento, Riccardo

riccardo gavioso ha detto...

@ betty: se riusciamo a conservare la nostra capacità d'indignarci di fronte all'ingiustizia, a sentire almeno un po' nostro il sangue altrui, potremo sentirci parte di qualcosa.

un sorriso in prestito

Joe ha detto...

Questa foto agghiacciante l'avevo gia' vista, ma il mio istinto di sopravvivenza l'aveva cancellata dalla memoria. Questo snapshot e' emblematico di tutte le tragedie inflitte da guerre, odio ignoranza e crudelta'. Siamo una specie senza speranza e lo dico da appassionato di storia. Non ce la facciamo proprio....
Buona notte.

jeneregretterien ha detto...

il commento di Joe mi ha ricordato uno spettacolo che ho visto l'anno scorso al Mercadante:
Processo a Dio, con Ottavia Piccolo nella parte di Emma Firsch, un'attrice deportata che sente la necessità di un processo a Dio ed alla sua assenza durante l'Olocausto.
Un lavoro che lascia il segno.

http://www.teatrostabilenapoli.it/press/pubblica/processo/

aquilablu ha detto...

Indignazione e orrore si innescano spontaneamente difronte a una foto del genere e per tale motivo dovremmo vederne tutti i giorni in TV (anche se non la non guardo piu' da tempo), sui giornali e su internet. Invece ci tappano gli occhi con tutt'altre notizie di parte e parzialmente non vere.

Riguardo ai nostri amici presidenti, capi di stato, papi, preti etc. il loro comportamenti non mi stupiscono piu' da tempo. Mi fanno solo tanta pena, uomini cosi' in totale squilibrio psichico ed emotivo, che hanno perso qualsiasi contatto con la propria anima e con la realta' che li circonda.

Altre volte penso che il mondo sia in mano ad una massa di psicopatici e forse lo e'.

Joe ha detto...

jeneregretterien: lo spettacolo che tu descrivi tocca un tema che dovrebbe essere molto piu' sviluppato. Questo Dio biblico, inventato dagli uomini e venerato da tre grandi gruppi religiosi, viene descritto come onnipotente e onnisciente, ma allo stesso tempo e' limitatamente umano e si autoproclama geloso, vendicativo e crudele. Credo che un processo sia proprio necessario dopo tutto quello che e' stato fatto a nome suo negli ultimi quattromila anni.

ivo serenthà ha detto...

Ha ricevuto quel "sant'uomo" di Pinochet il suo predecessore,a confronto l'americano a Roma è poca cosa,nonostante i tentativi senza alcun interesse nell'esportare democrazia.....


La risposta al tuo commento sulla clinica delle mostruosità a Milano.

Siamo un paese diffusamente disonesto,nelle piccole e grandi situazioni, se può essere allarmante la quantità di persone controllate mediante intercettazioni,evidentemente ci sono delle buone ragioni,per quanto sarà stemperato il provvedimento rispetto ai primi propositi,ci saranno ovviamente problemi per le indagini.

A riguardo della mostruosa indagine sulla clinica milanese,sono moltissime altre ad essere sotto inchiesta,non vorrei che fosse solo la punta d'un iceberg.

Buona serata Riccardo,Ivo

Martina Buckley ha detto...

... l'oppio dei popoli, come diceva un barbuto dell'ottocento.
Vostra e miscredente.

riccardo gavioso ha detto...

@ joe: il sospetto che in fondo siamo solo scimmie ripulite, spesso diventa ineludibile...

riccardo gavioso ha detto...

@ jeneregretterien: Dio non c'era, e non c'era neppure l'uomo.
E grazie per aver ricordato a tutti il Teatro che amo moltissimo.

riccardo gavioso ha detto...

@ aquilablu: difficile aggiungere qualcosa a quello che hai così ben espresso, se non che il tuo dubbio appare sempre più condivisibile.

riccardo gavioso ha detto...

@ ivo: vero, certe cose si tende a cancellarle dalla memoria, ma restano pietre miliari dell'ipocrisia.

riccardo gavioso ha detto...

@ martina: non vedo nulla di più lontano dal cristianesimo di certe affermazioni o del rifiuto di sposare un portatore di handicap in quanto incapace di generare. Ma un approssimativa conoscenza del Vangelo, non è richiesta per fare i vescovi o i cardinali?

riccardo gavioso ha detto...

avviso subito che la mancanza di commenti verrà letta come condivisione delle parole di Ratzinger ;)

1manifesto ha detto...

..sulla condivisione del pensiero ratzingheriano ..ho ceduto psicologicamente ;-)

riccardo gavioso ha detto...

infatti non era ricatto, ma un garbato monito alla riflessione :)

giusnico ha detto...

La Chiesa è potere, è politica, non è più da molto tempo ciò che aveva auspicato Gesù...

riccardo gavioso ha detto...

e sembra non perda occasione per sottolinearlo :(

dami6163 ha detto...

Scusa Riccardo,l'immagine è violenta quanto Ratzinger.Questo è l'unico commento che a ques'ora riesco a fare senza accanirmi troppo.L'immagine rappresenta tutto il dispiacere che provo nei confronti dell'ingiusta esistenza dei troppi esseri umani strumentalizzati a fini politici.Non credo che la fede abbia qualcosa a che vedere con Ratziger-non credo sia possibile ascoltare messaggi come il suo senza cogliere la contraddizione.

Non sia mai che possa condividere qualcosa che dice un papa...perchè lo dice un papa!o perchè è troppo tardi e non ho le forze per risponderti!

riccardo gavioso ha detto...

non credo neppure io che la fede abbia qualcosa a che vedere con quello che dice Ratzinger. Quoto in assoluto questa tua conclusione.

fiammifero ha detto...

Ma imparerà mai il Papa cosa vuol dire la coerenza ?

riccardo gavioso ha detto...

l'unico che mi sembra ne avesse un'idea, si chiamava Celestino e l'ho visto ritornare nella sua grotta e concludere la sua vita con un chiodo conficcato nel cranio :(

fiammifero ha detto...

è da allora forse che è in voga punirne uno per educarne 100 ;-)

riccardo gavioso ha detto...

il perdono... lo sgarbo non l'hanno fatto passare liscio neppure a un vecchio di oltre ottant'anni:

"Undici giorni dopo le sue dimissioni, il Conclave, riunito a Napoli in Castel Nuovo, elesse il nuovo Papa nella persona del cardinal Benedetto Caetani, laziale di Anagni. Aveva 59 anni, circa, e assunse il nome di Bonifacio VIII.

Caetani, che era stato l'artefice delle dimissioni di Celestino V, temendo uno scisma da parte dei cardinali filo-francesi a lui contrari mediante la rimessa in trono di Celestino V, diede disposizioni affinché l'anziano frate fosse messo sotto controllo temendone un rapimento da parte dei suoi nemici. Questi, venuto a conoscenza della decisione del nuovo Papa, tentò una fuga verso oriente, ma il 16 maggio 1295 fu catturato presso Santa Maria di Merino da Guglielmo l'Estendard, Connestabile del Regno di Napoli.

Pietro da Morrone fu rinchiuso nella rocca di Fumone, in Ciociaria, dove morì il 19 maggio 1296: La versione ufficiale sostiene che sia morto dopo aver recitato, stanchissimo, l'ultima messa, ma una versione più probabile sostenuta da un'analisi della salma svoltasi nel 1888 rivela che in realtà fu ucciso tramite il conficcamento di un chiodo nel cranio ".

marisa1 ha detto...

Hai citato uno dei miei cristiani preferiti!!!

"L'aspirazione a comandare, l'ossessione del potere è a tutti i livelli una forma di pazzia. Mangia l'anima, la stravolge, la rende falsa. Anche se si aspira al potere a fin di bene. La tentazione del potere è la più diabolica che possa essere tesa all'uomo, anche Satana osò proporla perfino a Cristo. Con lui non riuscì, ma riesce con i suoi vicari. E' una tentazione più perfida di quella dei sensi, tuttavia vi soccombono anche molti uomini casti. Tutto sommato la mia è stata una triste avventura, il tempo più penoso della mia vita. (...) cominciò il supplizio: dovevo fare gesti che non volevo, dire parole che non pensavo, firmare documenti che non capivo, redatti da altri secondo i loro comodi privati, circolavano bolle recanti la mia firma e che io non avevo firmato. Rubavano più o meno tutti, anche quelli che venivano a denunziarmi i furti degli altri. vivevo a corte, come qui, alla maniera d'un mendicante; ma a che serviva? A far ridere i monsignori."

(L'avventura di un povero cristiano, I. Silone)

riccardo gavioso ha detto...

ara Marisa, ottima citazione di uno splendido libro, da cui proprio per la forma, sono stati ricavati notevoli adattamenti teatrali.

"...riesce con i suoi vicari" ... si può solo aggiungere purtroppo!

marisa1 ha detto...

Addà passà a nuttata... ciao

babilonia61 ha detto...

... mi domandavo di che secolo era questo tuo post: non certo del 2008, giacché la storia sembra del passato... Buona serata. Rino, nel dubbio :-)

riccardo gavioso ha detto...

attendo il tuo conforto di storico, e assalito a mia volta da dubbi di datazione, non è che dovremo aggiungere il bassissimo medioevo alla partizione classica... e suscitare la gioia di qualcuno?

babilonia61 ha detto...

C'è una cosa che ho sempre sostenuto e la sosterrò fino a prova contraria: il fatto di essere nel 2008 non significa affatto nulla, certo, abbiamo più libertà - relativa libertà -, abbiamo l'auto, l'aereo, abbiamo l'ONU, abbiamo pane austriaco e formaggio svizzero, abbiamo la stampa, i blog, abbiamo tanto benessere (sic!), ma analizzando fatti e misfatti, leggendo certe dichiarazioni di gente, ipoteticamente, importante è come se fossimo almeno a prima della rivoluzione francese. Rino, nei tempi che restano ancora passato.

riciard ha detto...

ma smettiamola di aspettarci da uno dei più potenti personaggi al mondo azioni clementi. Se crediamo in questo tipo di aspettative, è ovvio rimanerne delusi. Basta pensare al passato della chiesa e a tutti gli scorsi pontefici, fino ad arrivare al passato di questo, per capire che manderebbe volentieri le guardie svizzere in gita in Iran...

riccardo gavioso ha detto...

hai ragione, forse più nessuno si aspetta qualcosa di buono, ma l'ipocrisia di certe parole riesce ancora a stupirmi e ad indignarmi. Come il messaggio, preciso come il taglio di un bisturi, che ci viene da certe immagini :(

pimentel ha detto...

Non commento perchè questo tipo di immagini mi lasciano sempre senza parole. Scrivo perchè il pensiero che qualcuno possa pensare che condivida qualcosa con 'il pastore tedesco', mi fa rabbrividire.

riccardo gavioso ha detto...

ti ringrazio e chiedo venia per l'estorsione...

saturninox ha detto...

e tuttoquesto mentre noi scambiamo un posto altavolo (i 5+1) con il far fare azioni di guerra ai nostri soldati. evidentemente la vita loro vale il prezzo di dividersi un osso!

riccardo gavioso ha detto...

in tempi in cui i prezzi hanno spiccato il volo, il valore della vita umana è in picchiata vertiginosa... e forse non è un caso.

rosalbasgroia ha detto...

Riduciamo il potere di questi signori in tonaca bianca, non foraggiandoli più. Continuiamo ad informare. Divulghiamo le malefatte del Vaticano in compagnia dei politici. La Questua di Curzio Maltese rivela fatti e misfatti nell'economia mondiale, quella occulta e manifesta gestita da tonache e da politici COMPIACENTI. Il vaticano poi si è scagliato contro la FAO ( anche io ho qualcosa da dire in proposito e non molto di buono), ma non ha fatto i conti con il proprio operato. Solo una piccola percentuale dei soldi che prende dallo STATO ITALIANO con l'otto per mille va per opere di carità e nei Paesi bisognosi...La combutta con i Potenti della Terra continua e aumenta la sperequazione nel Mondo.

riccardo gavioso ha detto...

tutto molto condivisibile. E quello che più mi spiace è essere costretto a pagare i pranzo a Bush... spero almeno gli vada per traverso!

dvdbablog ha detto...

a questo punto una cosa la devo dire pure io. dopo aver visto la foto mi domando se il Papa dirà qualcosa a Bush sull'Iraq .

riccardo gavioso ha detto...

sarei molto pessimista in merito... :(

doc63 ha detto...

ora capisco tutto,prima pensavo fosse un Papa con poco cervello, invece ha semplicemente la testa gonfia di bollicine,siamo sicuri sia solo aranciata la sua passione o qualche Coca Cola................ :-(

riccardo gavioso ha detto...

e miei fonti non hanno specificato, quindi non so come la preferisca, ma per noi l'aranciata è decisamente amara ;)

doc63 ha detto...

vero?! e comuque sempre bollicine che salgono ed evaporano!!

annuska ha detto...

caro Rick siamo degli illusi se pensiamo che l'uomo vestito di bianco, possa spendere una parola sull'Iraq, su questi omicidi di stato(straniero),siamo illusi se pensiamo che possa alzare la sua voce rimproverando la sporca politica di Bush, lui non e' altro che un capo di stato assassino come tutti quelli che si sono sporcati di sangue in questi anni. Un saluto rabbioso anche per la strage di operai morti in Sicilia

riccardo gavioso ha detto...

è vero, non ci possiamo aspettare nulla di buono, ma questi toni enfatici finiscono per essere talmente stridenti da urlare vendetta, come la urla l'ennesima strage del lavoro.

mirino ha detto...

È troppo facile rickgav. Tali immagini tragiche si trovano in molti paesi, e ognuna illustre la propria storia secondo le proprie circostanze e anche la volontà del fotografo. È troppo facile incolpare un uomo solo che ingenuamente voleva un mondo migliore, come ognuno di noi. Non è neanche difficile secondo la stessa voga dimostrare una mancanza di rispetto per il 'Santo Padre' che ha il coraggio di dire la verità molto più forte e più diretto di chiunque qui.

Al avviso tuo che cosa si deve far in Afghanistan ad esempio? Dar ragione ai talibani per potere andarsene via da noi, senza più accordare alcune importanza alla democrazia loro né alle aspirazioni afghani? Credi che il mondo sarebbe meglio se si lasciasse i tiranni dominare dappertutto?

È sempre più facile trovare alcuni capri espiatori popolari in luogo di confessare a volta che non sono loro la causa vera del male. Poi una tal immagine che tutti hanno già visto, per mettere in valore con una bella frase fatta tal idea e scenario, non si può mai mancarne. Si guadagna ogni volta.. Ma è solo l'opinione di un sradicato, avvocato di diavolo. E neanche lui riesce a capire 'perché'.

fiammifero ha detto...

Il Santo Padre se lo deve guadagnare il rispetto,o forse crede che non si sappia che lo IOR finanzia e specula con le multinazionali delle armi,inciucia con le Banche armate,con la Mafia e compagnia bella? Stia zitto ,almeno farebbe migliore figura!

riccardo gavioso ha detto...

sai bene che io ritengo la democrazia non esportabile, e chi se ne è assunto l'onere il meno adatto per fare le consegne. Però attendo di sapere perchè agli americani alcune dittature fanno ribollire il sangue, altre li lasciano indifferenti, e per alcune sono disposti ad organizzare anche corsi di paracadutismo senza paracadute. Oltre ad una spiegazione sul fatto che col crudele tiranno giocavano a tresette, quando già aveva tirato fuori tutto il suo orripilante campionario. In definitiva è il criterio che mi manca... o che forse conosco troppo bene.

@ fiammifero: il suggerimento su un bel tacere, è anche il presupposto da cui sono partito

tizy ha detto...

avviso subito che la mancanza di commenti verrà letta come condivisione delle parole di Ratzinge... Dopo tale premessa mi tocca dare una risposta! Mannaggia Riccardo! Cosa posso dire Lo Stato come la Chiesa hanno sempre avuto euguale potere perciò la notizia che il papa riceva Busch, mi era parsa una cosa scontata. E' pur vero che ai grandi potenti il mondo vero, quello fatto della vera vita, non interessa, non sanno neppure cosa sia. Di recente ho preparato un evento a Genova una cosa molto importante per i 100 ragazzi inseriti nelle 5 strutture di educazione al lavoro del comune. L'assessorato di appartenenza non sono i servizi sociali,ma le politiche del lavoro ebbene l'assessore dopo aver ascoltato tutto ciò la conclusione che ne ha tratto è stata: questi ragazzi fanno un sacco di cose,ma non lavorano. Certo, dico io, in queste strutture gli operatori si occupano di formazione ed orenamento. Ora, per concludere, vorrei solo aggiungere : cosa vuoi che possa interessare ai potenti della sofferenza, del disagio, della miseria e della disperazone del mondo? Un abbaccio Tizy

riccardo gavioso ha detto...

mi scuso per l'estorsione. Giusto e interessante ciò che dici, e su potenti non m'illudo, mi piacerebbe solo che fingessero con un minimo di convinzione.

Del resto, prima di essere Papa, avrà trovato un Vangelo nel comodino di qualche albergo...

p.s. sono in rodaggio con la nuova posta, spero che la mail sia arrivata

splendid ha detto...

ma che sensibilità vuoi urtare, che qui guardano tutti CSI e sono abiutati a cose ben peggiori.

Nonostante tutto sono contrario a questo tipo di gogne mediatiche.

riccardo gavioso ha detto...

se fossi così gentile da spiegarci cosa intendi per gogna mediatica... e soprattutto chi non gradisci alla gogna...

quanto all'avviso rientrava nella categoria del sarcasmo, oltre ad assolvere la sua funzione

splendid ha detto...

guarda, voto NO senza nemmeno aprire...

riccardo gavioso ha detto...

allora se voti senza aprire, astieniti dal commentare così ci eviti un sacco di problemi ;)

splendid ha detto...

paura di perdere qualche posizione in classifica eh?

Dai facciamo pace. Siamo in Italia no? Tu aiuti me io aiuto te.

riccardo gavioso ha detto...

terrorizzato dall'idea... ma dove hai trovato la classifica: vivo per quelle, possibile che me ne sia persa una?! ;)

per il resto, tanto per restare sull'ecclesiastico, hai sbagliato parrocchia

Joe ha detto...

Ora che siete andati tutti a letto (penso) concludo con la famosa quotation di Lord Acton:
"Power corrupts; absolute power corrupts absolutely"
Questo papa Gucci/Armani con scarpe rosse Prada, ovviamente non e' l'eccezione che conferma la regola....

rossaura ha detto...

Semplicemente hai detto tutto quello che si poteva dire.
Hai indicato i re nudi che siedono al potere, ma per nessuno è più possibile ridere del loro stato perchè siamo troppo presi a piangere del nostro.
Ogni giorno di più, personalmente, sento il peso di un mondo ipocrita e grottesco, questa è la spazzatura che non voglio nel mio giardino.

Un sorriso mestissimo
Ross

Martina Buckley ha detto...

Riccardo, l'unica persona nella storia religiosa italiana che ha vissuto secondo i vangeli, ma veramente, fu Francesco d'Assisi.

Venne scomunicato.

Diego d'Andria ha detto...

Duemila anni fa (più o meno) un tizio che raccontava belle storie e parlava di amore, diceva cose come "gli ultimi saranno i primi" e "date a Cesare quel che è di Cesare, e a Dio ciò che è di Dio", emozionò il cuore di tante persone, che presero a ripetere ad altri quel messaggio di compassione e speranza.

Poi, duemila anni dopo, ci siamo ritrovati con Radio Maria che spara leucemie in giro per l'abitato circostante, i preti pedofili, l'Opus Dei e un papa che elargisce pacche sulle spalle ai signori della guerra, ai Cesari del nostro tempo. Come ha fatto ad andare così male?!

BC. Bruno Carioli ha detto...

Caro Riccardo,
il tuo post è di una chiarezza ineguagliabile.
Grazie.

michele ha detto...

Alla vergogna non c'è mai fine..

Sono in crisi, o forse l'ho già superata traendo facili (ma non troppo) conclusioni.
Mi viene da pensare al mio percorso educativo ed umano dalla nascita fino ad oggi, 25 anni passati per la maggior parte in stato di INCOSCIENZA attraverso gli insegnamenti ed il rispetto verso quella istituzione chiamata Chiesa s.p.a.

Solo oggi me ne rendo conto, ma serviva un Papa così per farmi aprire gli occhi davvero. O forse tutti - prima o poi - arrivano a capire che la Chiesa è fatta di uomini e gli uomini, tutti, inseguono solo il potere.

Non so più se la religione abbia ancora una sua UTILITA', scopro che il BUON SENSO è un'ottimo surrogato (se non sostituto) anche per il senso di appagamento che si ha nel fare qualcosa di buono.

Ma l'ho scoperto solo ora.
Quanta gente dà ancora spazio alle buone parole di quel signore vestito di bianco?
Quanto è difficile uscire dai binari della tradizione? Quanto è difficile uscire dalla religiosità "per inerzia" di cui è fatta la nostra (non laica) società?

Forse sono ateo, forse sono sulla buona strada per diventarlo, forse sono più credente di prima, ma in qualcosa superiore, in qualcosa che non si chiama Dio, Buddha o Pangu, al di sopra delle istituzioni che gli uomini vi hanno cucito addosso per potersene accaparrare tutti i benefici (materiali).

Dio non esiste.
O se esiste sta dormendo.

Franca ha detto...

Il cristianesimo è amore e la chiesa accogliente.
Mica dice nei confronti di chi...
Poi ricorda sempre che noi stiamo esportando la democrazia e la pace...
Poi questi non sono nemmeno cristiani!

Joe ha detto...

Michele, spero che il tuo inglese ti permetta di leggere le moltissime similarita' tra la divinita' egiziana Horus e Gesu" che puoi leggere qui

E' stata tutta un'invenzione umana e sono in pochi a volerlo dire apertamente.

Daniele Verzetti il Rockpoeta ha detto...

Vedi, quando Governo Italiano e Papa vanno a braccetto..... Entrambi hanno rifiutato (giustamente per carità) di incontrare il Capo di Stato Iraniano ma ora, nonostante anche Bush abbia nel suo armadio un buon numero di violazioni dei diritti umani alla pari del suo "collega" iraniano, ricevono invece il Pres. degli USA UScente in pompa magna....

Non ci vedi una contraddizione in tutto questo? O forse, capendo certi "meccanismi", tutto sommato no...

flo ha detto...

E una bella lavata alla coscienza quando se la darà il Saaaaanto Padre?!

riccardo gavioso ha detto...

@ joe: la lingua inglese, ha il dono dell'efficacia e della sintesi, e ne hai scelto un ottimo esempio

riccardo gavioso ha detto...

@ rossaura: il commento è davvero splendido, e assona perfettamente col mio "sentire"... peccato per l'amarezza che ne deriva.

riccardo gavioso ha detto...

@ martina: vero, e temo che oggi non se la caverebbe con una scomunica ;)

riccardo gavioso ha detto...

@ diego d'andria: se pensi che 500 anni prima esistevano forme democratiche che oggi possiamo solo invidiare...
Chi ha compreso il messaggio è sperduto per il mondo con un paio di sandali sfilacciati, dalle nostre parti sono rimasti quelli con le "Prada"...

riccardo gavioso ha detto...

@ bruno: grazie alla tua generosità, Bruno!

riccardo gavioso ha detto...

@ michele: o forse esiste, e gli è toccata una pessima "forza vendita"...

riccardo gavioso ha detto...

@ franca: il destino del tempio è quello di essere invaso dai mercanti... visti i tempi, da quelli di morte.

riccardo gavioso ha detto...

@ daniele: non mi aspettavo nulla di diverso, ma resto ancora stupito di quando l'ipocrisia viene mostrata con tanta disinvoltura... ecco, forse è proprio la mancanza del senso del pudore intellettuale a stupirmi, ma ancora per poco.

riccardo gavioso ha detto...

@ flo: temo che per quella, altro che una scaglia di sapone, ci vorrà un gran bel pezzo di Marsiglia...

Anonimo ha detto...

Scusate se vado un pò "fuori argomento" ma è una questione attuale.
Si tratta di una raccolta firme, senza partiti e "personaggi".
Da diffondere.

firmiamo.it/sialleintercettazioni

Alberto ha detto...

No, caro Riccardo, per le mani non basterebbe la varechina. Oppure se le lava come fece Pilato.

flo ha detto...

Riccardo, non basterebbero quintalate di sapone di Marsiglia, forse per lavare davvero tutte queste coscienze insozzate ci vorrebbe davvero un bel diluvio universale ;)
Ciao!

ivo serenthà ha detto...

Prima di tutto la tragedia della Thyssen-Krupp,la risposta al tuo commento sulle morti bianche,dovrà rimanere un monito per la sicurezza dei lavoratori,cosa che non intravedo nell'attuale esecutivo,ma avrei scommesso su tutto ciò,siamo in linea su questo fronte Riccardo e spero che la sensibilità si allarghi sempre più.

Come nella visita al primo ministro e in quest'ultima,pontificia,alcuni argomenti sono tabù,come l'esportazione di democrazia grondante di sangue e l'ultima sentenza della corte suprema americana contro la vergognosa detenzione a Guantanamo,la quale condanna la casa bianca e la cia alle loro responsabilità,con la quale i detenuti lasciati a se stessi in condizioni pazzesche, potranno rivalersi nei tribunali degli States.

Buona serata,Ivo

riccardo gavioso ha detto...

@ anonimo: ho firmato molto volentieri. Come avrai notato dal mio articolo concordo pienamente sul fatto che il provvedimento contro le intercettazioni segna nei fatti la fine della democrazia in questo paese.

grazie per la segnalazione

riccardo gavioso ha detto...

@ alberto: "samgue su sangue non macchia, va subito via"

buon fine settimana

riccardo gavioso ha detto...

@ flo: visto anche il tempo che fa dalle mie parti, credo che Dio stia seriamente valutando la possibilità.

buon fine settimana

riccardo gavioso ha detto...

@ ivo: nessuna sorpresa per quello che accade. Accade esattamente quello che abbiamo fatto in modo che accadesse, o a cui non siamo stati in grado di opporci. Ma tanta amarezza: le morti annunciate fanno male come le altre, forse più delle altre.

buon fine settimana

Joe ha detto...

"Come avrai notato dal mio articolo concordo pienamente sul fatto che il provvedimento contro le intercettazioni segna nei fatti la fine della democrazia in questo paese."
La presenza di soldati armati all Rambo per le strade delle vostre citta' vi dovra' togliere le ultime illusioni di vivere in un paese democratico. Volete proprio essere una repubblica delle banane in tutti i rispetti.
Cry for Italy!

Comicomix ha detto...

Ciao Riccardo!

Scusa per il commento "spammante", ma avevo semplicemene voglia di salutarti..E visto che non ti decidi a scrivermi quella benedetta mail, ricordarti che sono sempre qui.

Ciao.
C.

Ho riletto post e commenti.
E mi sono incavolato più della prima volta. Un abbraccio

stellavale ha detto...

Ognuno si riconosce dagli amici che ha....

riccardo gavioso ha detto...

@ joe: concordo perfettamente! Sembra di essere sul Titanic, l'orchestra suona, l'iceberg dritto di prua e tutti felici e contenti. Del resto, a scegliersi per primier un pianista da crociera...

riccardo gavioso ha detto...

@ comicomix: ciao Carlo. Mi sono staccato un paio di giorni dal computer. Oggi ti rispondo in pvt.

un abbraccio a te

riccardo gavioso ha detto...

@ stellavale: per fortuna di uno ce ne liberiamo tra qualche mese, con l'altro invece sarà molto più complicato.
Quanta verità in un aforisma.

una buona settimana

Creative Commons License Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.

disclaimer

questo sito viene aggiornato alla sanfasò, quindi senza alcuna periodicità, e non rappresenta una testata giornalistica, nè ci terrebbe a rappresentarla. Pertanto, non può essere considerato in alcun modo un prodotto editoriale ai sensi della L. n. 62 del 7.03.2001.
Dei commenti postati risponderanno i loro autori, davanti a Dio sicuramente, davanti agli uomini se non hanno un buon avvocato. In ogni caso, non il sottoscritto.
Le immagini presenti sulla Penna che graffia sono state in larga parte prese da Internet e valutate di pubblico dominio. Se gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non avranno che da segnalarmelo e provvederò prontamente alla loro rimozione... quella degli autori, ovviamente!