Napoletone ha davvero trionfato a Waterloo





molti di voi credono che Waterloo sia una ridente (aggettivo insulso, ma di prammatica) pianura belga. Spiacente deludervi, ma Waterloo è una amena (aggettivo altrettanto insulso) penisola in cui i Napoletoni trionfano da almeno sessant’anni.

Chi non avesse ancora capito di cosa stiamo parlando, può prender visione di una delle copie che l’arroganza di “Telecom” non è ancora riuscita a far sparire dal web e che illustrano le performance storico-stilistiche di uno dei sui massimi dirigenti.

Il punto non è l’errore – con un po’ di buona volontà, chissà quanti nel potete trovare anche in questo blog – ma il tenore generale della prestazione del nostro buon Napoletone. Il problema è lo stile da Wanna Marchi con cui arringa le truppe prima di schierarle in battaglia, la volgarità ieratiche con cui condisce insipienti ovvietà che avrebbero determinato il suo licenziamento anche da parte del mobilificio “Aiazzone”. Il problema è il fatto che questo Mago D’Auria della telefonia, tanto per citare un amico, guadagna circa un milione di euro l’anno (precisamente 834.000 più stock options, come si può evincere dall’ultimo bilancio Telecom).

Ora, qualcuno dirà: se glieli danno, fatti suoi. E qui cade in errore: fatti nostri!
Se andate a curiosare il prestigioso curriculum professionale del nostro condottiero, potete notare come la sua brillante carriera e le sue performance storiche si siano sempre sviluppate all’interno di quelle simpatiche società che abbiamo imparato a conoscere col termine di carrozzone. Cioè quei pezzi di stato, di monopoli di stato o ex monopoli di stato, di cui il nostro paese abbonda, e che si sono rivelati prezioso ricetto per tutti quei boiardi, inutili e tronfi, che hanno finito per infestare il nostro paese come neppure pulci e zecche un cane randagio.

I Napoletoni, fateci caso, li troviamo sempre in società che realizzano il loro business a suon di numeri a pagamento, di sottotitoli illeggibili, e, perché no, di falsi addebiti in fattura. Cioè chi, invece di stare sul mercato, il mercato lo prende per i fondelli da almeno cinquant’anni.Tutto questo, nel caso ce ne fosse ancora bisogno, ci da la misura del nostro brillante capitalismo, o almeno di buona parte di esso: alla “Marcegaglia” i Napoletoni, scusate la volgarità, magari ci sono… ma a pulire i cessi.

40 commenti:

davide ha detto...

a parte il fatto che sul tema di errori io non dovrei parlare, lasciamo perdere Telecozze che se è in quelle condizioni ci sarà un perchè, ma con i libri di storia che ci faccio, li ristampano oppure devo scrivere a penna gli aggiornamenti su Napoletone.

ivo serentha ha detto...

Napoletone alle crociate, potrebbe essere la continuazione della convention del baraccone nazionale della telefonia,i toni sono simili e paragonabili a quelle adunate da vendita di dispositivi tritatutto,aspirapolveri magici,la cultura con la q,idem,una società in mano con una percentuale irrisoria dal tronchetto,le famose scatole cinesi,direi tutto in pandamme nel panorama aereonautico e società simili italiche,la chicca,la ciliegina sulla torta è il linguaggio forbito del "rampante" manager telefonico.

Siamo in mano a codesti individui,poichè questi personaggi sono ampiamenti diffusi in tutto il territorio, già che ci siamo è doveroso rivolgere un chapeau al contrario a Luca Luciani,grazie d'esistere....

Ciao Riccardo,buon week end,Ivo

anecòico ha detto...

quando è il merito a vincere sono sempre contento (vado a riempire un altra anfora di bile...)

anecòico

anecòico ha detto...

un'altra.... APOSTROFO! sorry :D

il Russo ha detto...

Fa piacere a quasi 35 anni trovarsi disoccupato per una scelta professionale sbagliata, fare i salti mortali fra agenzie interinali, colloqui eccetera e poi vedere un coglione come questo spiegarci di Napoleone a Waterlo. E poi dicono che uno si butta a sinistra...E' già buono se uno non si butta giù da un ponte!

riccardo gavioso ha detto...

@ davide: se ti arriva la bolletta Telecom, non gliela paghi e gli mandi un paio di libri di storia. Piuttosto, vedrai tra una settimana quante Waterloo politiche saranno spacciate per trionfi.

riccardo gavioso ha detto...

@ ivo: siamo in mano a questi individui... oggi siamo tutti a ridere dietro al Napoletone di turno, ma sai quando arriviamo a fine mese, che risate si farebbe lui a leggere la nostra busta paga

una buona domenica a te

riccardo gavioso ha detto...

@ anecoico: quanto ad anfore di bile, fra tutti, c'è da far affondare una bella triremi romana... io ormai sono quasi rassegnato, o almeno provo a far finta di esserlo, ma comprendo a pieno l'amarezza di chi ha parecchi anni meno di me...

riccardo gavioso ha detto...

@ il russo: come dicevo all'amico anecoico, ben comprendo. Sono vent'anni che lotto sul lavoro, che ho visto tutti i miei amici licenziati, che continuo a camminare sul filo. C'è la rabbia di chi fatica a trovare il vento per iniziare la traversata, e quella di chi vede ancora lontano il porto. La prima fa più male, ma anche la seconda non scherza...
Teniamo duro, se non altro per no darla vinta a s. di questa caratura.

babilonia61 ha detto...

L'ho sempre sostenuto: solo una laurea non significa avere cultura. Viva l'ignoranza, viva Napoleone, viva Waterloo. A proposito, Napoleone sarà ancora vivo? Rino, scherzando seriamente

riccardo gavioso ha detto...

Caro Rino, mi stupisco: Dio è morto, Marx è morto, e Napoletone, che non si sentiva tanto bene, è in vacanza in una sperduta isoletta delle Maldive a spese di Telecom... se ti serve, ho il suo numero di cellulare :)

mikelo ha detto...

Quoto in pieno Babilonia61 quando dice:

L'ho sempre sostenuto: solo una laurea non significa avere cultura.


E aggiungo, neanche per essere ricchi serve cultura, almeno in Italia, paese delle rendite e dei "furbetti".

Mikelo

riccardo gavioso ha detto...

come dicevo a un amico, oggi tutti a ridergli dietro, ma sai come se la ride lui a fine mese se gli facciamo vedere la nostra busta paga :(

mtmura ha detto...

Come ti dicevo ieri, avevo già ascoltato il monologo alla radio...ma mi è rimasta una curiosità: cosa avrà mai potuto dire su Alessandro? (Magno credo)

Comunque guardare anche la sua mimica facciale non ha prezzo.

riccardo gavioso ha detto...

ok, mi hai fatto ridere di gusto :)

ma ti posso assicurare che il nostro eroe, su Alessandro Magno Del Piero, è preparatissimo ;)

un buona domenica

mildred ha detto...

io l'avevo già visto su striscia il video...è meraviglioso perchè lui è serissimo, ha la certezza incrollabile di quello che dice. tutto questo è molto, mooolto più divertente dell'errore in sè.

riccardo gavioso ha detto...

devo dire che hai colto molto bene le sfumature ieratiche... (no, Napoletone, "ieri" non c'entra!) i suoi inani sforzi... (no, Napoletone, non sto tirando la volata al Berlusca!)

però mi stupisco che nessuno si sia ancora innervosito per la milionata di euro...

heriberto ha detto...

errore per errore, tanto valeva chiamarlo Napoloni... [it.youtube.com]

riccardo gavioso ha detto...

grandissimo e indimenticabile film... purtroppo una risata ci ha messo troppo a seppellirli

pierpaolobasso ha detto...

Fra i boiardi di stato ci sono in Bona/parte Napoletoni, che vincono sempre, a sconfitta nostra.

riccardo gavioso ha detto...

ottimo commento e molto indovinato purtroppo... era proprio il senso del post :(

agentealcairo ha detto...

io non ho parole, da quanto ho riso mi è andata via la voce. Però hai ragione e quoto anche pierpaolobasso.

riccardo gavioso ha detto...

come riso è un po' amaro, e lo spettacolino lo paghiamo a caro prezzo...

una buona domenica

caiolicinio ha detto...

Sei in notevole ritardo!

riccardo gavioso ha detto...

sulla notizia o sull'orario del "postino"?

doc63 ha detto...

vedi che ancora una volta sono fortunato! abito a 7Km da Slavkov meglio conosciuta per la battaglia di Austerlitz, dove il Napoletone fú rispedito a casa ;)

riccardo gavioso ha detto...

mica può essere sempre Waterloo ;)

buona domenica

Franca ha detto...

E io pago...

riccardo gavioso ha detto...

@ franca: e io pure (anzi per la verità, ieri ho dato la disdetta a telecom per passare a fastweb, quindi non sono più carne da cannone ;)

un buona domenica

saturninox ha detto...

più che Napolone, mi ricorda siamo uomini o caporali.. anzi napoletoni, del grande de curtis.. Sul milione, diventa difficile inc**rsi, anzi mi sembra poco. Penso a Cimoli e compagnia, che dopo aver distrutto ferrovie e alitalia, hanno avuto liquidazioni ancora superiori. Ciao!

riccardo gavioso ha detto...

certo che a Cimoli dovrebbero dare anche autostrade, così potrebbe completare l'opera di distruggere completamente il trasporto pubblico. Poi c'è qualcuno che dice che l'Italia non cambia: ci siamo trasformati nel paese dei "boiardo chi molla" ;)



una buona domenica

GG ha detto...

Il tipo è uguale a Rcco Siffredi, ma senza lo spessore morale e culturale.

riccardo gavioso ha detto...

@ gg: indubbiamente una misera imitazione... sarà un clone cinese ;)

buona domenica

jeneregretterien ha detto...

non oso pensare a quello che avrà detto di Alessandro nelle puntate precedenti.

Mio figlio, laurea in TLC, paga da metalmeccanico (1100 euro), mi ha chiesto che ha studiato a fare tutti questi anni.

Anch'io gli ho riservato un post, era dovuto.

Xtiana ha detto...

Oggi una laurea non basta. E forse nemmeno due. Amarezza a parte, complimenti per il blog.

My funny Valentine ha detto...

Ho letto tutto attentamente, e concordo con l'amarezza, con la mimica ridicola, con la rabbia per il superstipendio e così via. Ma quello che a me ha infastidito molto, moltissimo, e direi anzi indignato, è una cosa che non ho letto nei commenti.
A nessuno ha dato fastidio che in tre minuti di discorso questo bellimbusto lampadato abbia detto un paio di volte 'cazzo' e 'cazzate'? Non so voi, ma quando qualcuno che non conosco, che non mi conosce, che vuole peraltro persuadermi di quanto sia buono e giusto ciò che dice, utilizza un linguaggio sporco (per fare l'amicone, per essere 'cool' e di immediato impatto), io mi sento offesa. Perché non sei un mio amico, non stiamo bevendo birra e ruttando, e quello che dici - prima che nelle emozioni - mi passa attraverso il cervello. E il cervello mi dice che chi parla per 'cazzi e mazzi' non è in grado di argomentare.
V

jeneregretterien ha detto...

valentine, hai ragione.
Ma hai notato che oltre a cazzi e mazzi il tipo fa un discorso che non vuole dire assolutamente nulla? Pura fuffa, nel piu' puro stile berluscones.
Se è questa l'Italia che si rialza, stiamo davvero freschi.

riccardo gavioso ha detto...

@ jeneregretterien: povero Alessandro, non fosse stato per le idi di marzo, oggi potrebbe essere ai vertici della telefonia ;)

vengo a leggere subito

riccardo gavioso ha detto...

@ xtiana: purtroppo ormai è l'aurea mediocritas.

ti ringrazio molto

riccardo gavioso ha detto...

@ my funny valentine: il tuo commento è perfetto, e si integra con quello successivo: solo aria fritta e dall'olezzo molesto... pagata a carissimo prezzo!

una buona settimana

Creative Commons License Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.

disclaimer

questo sito viene aggiornato alla sanfasò, quindi senza alcuna periodicità, e non rappresenta una testata giornalistica, nè ci terrebbe a rappresentarla. Pertanto, non può essere considerato in alcun modo un prodotto editoriale ai sensi della L. n. 62 del 7.03.2001.
Dei commenti postati risponderanno i loro autori, davanti a Dio sicuramente, davanti agli uomini se non hanno un buon avvocato. In ogni caso, non il sottoscritto.
Le immagini presenti sulla Penna che graffia sono state in larga parte prese da Internet e valutate di pubblico dominio. Se gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non avranno che da segnalarmelo e provvederò prontamente alla loro rimozione... quella degli autori, ovviamente!