candidature UDC: Ciriaco De Mita, Totò Cuffaro e la Principessa Alessandra Borghese


questo post viola le regole dell’informazione che, oltre al titolo, vorrebbero anche un contenuto… ma mettetevi una mano sul cuore e ditemi se non è perfetto così…

13 commenti:

Comicomix ha detto...

Sì, Riccardo, è perfetto!

Lisa72 ha detto...

Ogni parola in più sarebbe estremamente rindondante e inutile ^_^
Un saluto di buongiorno, Lisa

Nicola Andrucci ha detto...

manca Alì Baba e sono a posto... Casini si è detto indignato per come hanno scaricato Mastella: d'altronde nell'UDC un posto ad un inquisito, non lo si nega mai!

br1 ha detto...

ma Alessandra è parente di Julio Valerio ?????

Franca ha detto...

Il titolo basta e avanza!

riccardo gavioso ha detto...

@ comicomix: a una principessa non dovrebbe essere difficile scambiare un portaborse con un valletto da Camera... :)

riccardo gavioso ha detto...

@ lisa72: buongiorno Lisa,

potevamo metterci d'accordo e fare colazione tutti insieme... frati in abbondanza, se non ricordo male...

riccardo gavioso ha detto...

@ nicola: ci sono già i cannoli, se mi aggiungi anche i babà devono raddoppiare gli scranni anche se trombano Ferrara :)
Link permanente 2 punti 2 voti scritto da Profilo rickgavrickgav1656

lineagoticafight ha detto...

per "trombare" con ferrara, ci vuole del coraggio! :D

riccardo gavioso ha detto...

bisogna anche andare a scuola da Messner... sotto direi che non è prudente ;)

lineagoticafight ha detto...

a quelle altitudini, servirà pure l'ossigeno! :D

riccardo gavioso ha detto...

@ br1: mi cogli di sprovvista... praticamente un golpe :)

grazie della visita

riccardo gavioso ha detto...

@ franca: guarda i lati positivi: se la principessa bacia Dini, almeno del rospo ce ne liberiamo :)

un buon fine settimana

Creative Commons License Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.

disclaimer

questo sito viene aggiornato alla sanfasò, quindi senza alcuna periodicità, e non rappresenta una testata giornalistica, nè ci terrebbe a rappresentarla. Pertanto, non può essere considerato in alcun modo un prodotto editoriale ai sensi della L. n. 62 del 7.03.2001.
Dei commenti postati risponderanno i loro autori, davanti a Dio sicuramente, davanti agli uomini se non hanno un buon avvocato. In ogni caso, non il sottoscritto.
Le immagini presenti sulla Penna che graffia sono state in larga parte prese da Internet e valutate di pubblico dominio. Se gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non avranno che da segnalarmelo e provvederò prontamente alla loro rimozione... quella degli autori, ovviamente!