magistrato stupra una bambina di quattro anni, “con violenza brutale e animalesca” a detta dei medici


non credo servano molte parole.

Credo serva sottolineare solo un paio di cose.

Anzitutto la condanna a sei anni per aver violentato tre bambini e l’uscita di cella dopo meno di un anno non è un eccezione nel paese nel quale mi vergogno di vivere: vi invito a provare a digitare con gooogle “condanna a sei anni” e, per il medesimo reato, troverete senza alcuna difficoltà almeno una dozzina di defecazioni del diritto di pari entità .

Quanto alla persona che ha firmato il provvedimento di scarcerazione e alle forze dell’ordine che hanno visto arrivare un pedofilo in caserma con la futura vittima senza intervenire, non posso esprimere il mio pensiero senza rischiare più di quello che sto facendo, ma invito Giuliano Ferrara, vista la sua propensione ad occuparsi di forme preembrionali di vita, di mettere al primo posto nel programma del suo nascente partito la difesa e la tutela del cervello dei predetti soggetti.

Sono anche stufo di usare il termine vergogna in un paese che ogni giorno ci tiene a ribadire che non ha la minima idea di cosa sia, e sono intenzionato ad approfondire seriamente la possibilità di abbandonare la mia nazionalità in favore di qualsiasi altra.

Agli autori di questo stupro di gruppo ai danni di una bambina di quattro anni posso solo augurare che il male fatto vi ritorni con gli stessi interessi che uno stato usuraio applica a chiunque ritardi un pagamento di qualsiasi gabella.

87 commenti:

claudia ha detto...

Rick, avevo l'intenzione di commentare, ma poi, cosa posso aggiungere? Posso ripetere lo sdegno, lo schifo che provo, la rabbia verso chi ha messo in giro questo escremento umano dopo solo un sesto della pena che doveva scontare (è poco, 6 anni è molto poco: per aver distrutto la vita a quei bambini avrebbe dovuto passare il resto della sua misera esistenza a zappar la terra in qualche terra dimenticata da dio). Spero che si sentano tutti responsabili per aver messo in libertà quel mostro e aver permesso che succedesse ANCORA.

comicomix ha detto...

Riccardo, mi sono un po' stancato di vivere in un paese dove dietro le formule barocche, lo scaricabarile delle responsabilità di Politici, Giornalisti, Avvocati, Medici, Giudici, ecc..ecc... tutti si sentono intoccabili e tutti si schermano dietro "le procedure" le leggi" ecc... e poi succedono le tragedie e sembra non sia colpa di nessuno

Sono triste perchè vedo la divaricazione tra la giustizia e la legge. Il magistrato dice di avere applicato la legge. Mah...io immagino che la legge vada applicata, certo, non sono un esperto. Ma da padre e da cittadino che vorrebbe smettere di vergognarsi di essere italiano, credo che ci siano più opportunità di interpretare il ruolo da magistrato (o da politico, giornalista, ecc...)

da questo punto di vista, mi piace l'etica della responsabilità, mentre da noi, troppo spesso, ne vige una diversa.

:-(

Lisa72 ha detto...

Che immane schifo!
Mi chiedo una cosa: se mio figlio commette un reato per la legge, che io ricordi, io responsabile per e di lui... chi è responsabile se qualcuno applica in modo irresponsabile ( e volevo dire INDEGNO) la legge e chi ne è beneficiato (non uso la parola persona perchè non credo che in questo contesto sia applicabile) reitera il reato?????????
Come dice Comicomix sarebbe necessaria l'etica della responsabiltà per tutti in tutti i campi...ma sembra sia troppo gravosa da sostenere...
Un saluto carissimo, Lisa
ps: non preoccuarti, io sono più assente e in ritardo di te! Ti manderò una email se riesco.

Anonimo ha detto...

Per la destra i giudici sono dei pericolosi sovversivi, la sinistra ha fatto l'indulto. L'unica cosa che mi viene in mente è: ma vaffa...
Prudentissimo

Anonimo ha detto...

senza parole. quelle non servono. occorre ben altro, ma nessuno ha il coraggio di incriminare il "contorno" a questi orribili fatti. Chi condanna troppo poco, chi fa uscire troppo presto, non sarà mai punito come complice.
Che tristezza e che angoscia

gramic

Franky ha detto...

Che schifo, credo non ci siano parole da aggiungere a quelle già dette, semplicemente vergognoso . . . ciao e grazie di essere passato dal mio blog, a presto.

Slavich84 ha detto...

Che schifo! Come al solito...già solito perchè di questa lurduria non si finisce mai di parlare.

www.rabbiamadeinme.it

Liby ha detto...

Ciao Riccardo,
... hai ragione, anche io mi vergogno di essere italiano in certi frangenti, .. una storia incredibile, sai come la penso sull'argomento e come lo presento sul mio Blog, come ribadisco il concetto, sarà anche un pensiero "antidemocratico" .. ma io a questi maiali praticherei la "Castrazione Chimica Immediata" .. non vogliatemi male, ma le sofferenze, le angosce, i problemi che si porterà avanti un'anima innocente per tutta la vita, valgono bene una condanna definitiva!

Liby

Anonimo ha detto...

Concordo,assolutamente,con quanto ho letto sino adesso.
Però mi chiedo: come può una madre,con un minimo di coscienza, affidare a quel "tipo" la propria bambina di quattro anni conoscendo i precedenti che lo stesso si portava appresso?
Mi sembra un comportamento inaudito e più censurabile di tutti gli altri.
Così come ho letto,non molto tempo addietro,che un nonno( mille volte vergogna vecchio schifoso) ha violentato la propria nipotina avuta in consegna dalla propria figlia la quale, a sua volta,era stata violentata da tal fatto genitore! Ma queste madri ce l'hanno un cervello o no? come possono consegnare le proprie figlie,consapevolmente, nelle mani di tali mostri? vogliamo sottoporre anche loro ad un bel processo?
Cerchiamo di svegliarle,loro più di altri hanno una grossissima responsabilità nei confronti dei figli,non si può piangere il morto quando lo si dà in pasto al coccodrillo!
sefirot2

Riccardo ha detto...

Come non darti ragione?
Purtroppo la legge cambia solamente quando certi atti di delinquenza coinvolgono direttamente chi dovrebbe occuparsene in prima persona.

Ed è quello che auguro a chi non rispetta la vita e la sicurezza dei cittadini.

Ciao,
Riccardo Salmo69

Franca ha detto...

Da quello che ho letto, erano scaduti i termini per la carcerazione preventiva ed essendo stata emessa la sentenza di primo grado non era possibile procedere ad un nuovo arresto. Questo il lato tecnico.
Dal lato umano invece, non si capisce come dei Carabinieri, che sicuramente conoscevano il motivo per il quale questo squallido personaggio era costretto all'obbligo di firma, non si siano sentiti in dovere di intervenire.
Per i reati di pedofilia questa è la mia ricetta:
portare il soggetto in carcere, lasciarlo in mano agli altri detenuti almeno per una settimana, sbatterlo in una cella, chiudere bene la porta e buttare via la chiave!

Nico ha detto...

Atrocità assurde si sentono. QUesto sistema è merda ormai. Basta!
www.sentimentoitaliano.blogspot.com

zefirina ha detto...

non riesco a commentare

Anonimo ha detto...

"Spero che si sentano tutti responsabili per aver messo in libertà quel mostro"

io sinceramente non capisco.
siamo tutti d'accordo che 6 anni sia un nulla per il reato compiuto (non ci dimentichiamo però che il rito abbreviato sconta parte della pena. è un prezzo da pagare per avere un processo rapido), e anche per me è incredibile che dopo un anno ancora non abbia avuto una sentenza definitiva, ma vogliamo riuscire a capire che la scarcerazione era inevitabile?
se uno stato si permettesse di tenere in custodia un cittadino senza processarlo per un tempo indeterminato urleremmo (giustamente) al fascismo! così invece urliamo vergogna.
che poi: qualcuno pensa che questo possa ancora fare qualcosa? dai, sinceramente. è tanto se uscirà di casa senza essere lapidato, e giustamente.
ma che la si smetta di prendersela a prescindere con le condanne, non siamo un popolo di avvocati.

Mala

DanieleMD ha detto...

effetivamente il termine vergogna è ormai inutile...
che storia di merda!

fabio/periclitor ha detto...

Semplicemente perfetto!
Fabio

1manifesto ha detto...

"magistrato stupra una bambina di quattro anni, “con violenza brutale e animalesca” a detta dei medici"

Esprime la mia stessa rabbia e
la mia stessa frustrazione di cittadino.
Che giustizia è mai questa che libera un aguzzino.

Gli indicatori dello stato di coma civile italico,
sono evidenti e ricorrenti, di questo nessun embrionico cattopaladino ferrara s'occupa.

Certamente la chiesa... perdonerà l'assassino di sogni, non la madre che abortisce per bisogno, il giudice lo libera perchè non ha mezzi per trattenerlo, la vittima sarà dimenticata da politica e opinione pubblica, che parlerà di carla bruni e sarco' .

E' tutto quì..e' Il silenzio dei colpevoli,

Anonimo ha detto...

... ho solo 24 anni e non ho figli, ma ho una famiglia molto grande e diversi cugini sotto i 6 anni di età... mi vengono i brividi!! c'è da sentirsi male. Il mio ragazzo studia giurisprudenza e grazie a lui mi rendo perfettamente conto della fallacità del nostro sistema giudiziario, anche se, ahimè, è sotto gli occhi di tutti. Vi posso assicurare una cosa: il nostro codice di procedura penale (ovvero, per dirla breve, l'insieme di "leggi" che permettono ad un avvocato di accusare qualcuno ed ottenerne la carcerazione) è fatto per essere scarcerati. Non sto mentendo: è fatto in modo tale che un uomo che uccide la moglie, per un raptus di pazzia, infliggendole le peggiori pene possibili, aggrappandosi alla scusa: "l'ho scoperta con un altro", possa fare al massimo 5 anni di galera!
vedete un pò voi...

Anonimo ha detto...

CIAO RICK,
IL MIO è un modo per dire ke sono indignata atutto ciò...xkè nn è possibile ke ancora una volta tutta l'italia chiuda gli occhi davanti ad una atrocità simile.....
secondo me è inutile andare a votare coloro ke portano avanti un'italia ke è in mano di persone così schifose...in grado di distruggere e rendere DISUMANO ciò ke è UMANO.....
roxen

newkid/franco ha detto...

Ciao Rick, comprendo lo sdegno, lo schifo e condivido la tua stanchezza di vivere in un Paese come questo (anch'io sto meditando eventuali decisioni in merito...); ho tuttavia una opinione particolare su questi fatti. Secondo me si tratta di soggetti "malati", vere e proprie patologie che non rendono comunque meno grave la cosa. Occorrerebbe una attenzione ancora maggiore e una metodica di intervento che assicuri la non ripetitività dell'accaduto. Ovviamente sono contro la pena di morte ma non si può accettare che minori, bambini, siano vittime di queste orribili cose... E' evidente che il settore politico che si occupa del "sociale" è carente (voglio essere buono) e la giustizia Italiana è ancora peggio. Mi corre l'obbligo però di invitare tutti a usare l'arma del buonsenso per frenare quella che porterebbe a una reazione (anche se comprensibile) che probabilmente andrebbe oltre il "comprensibile". Mi allineo a quanto hai "gridato" in faccia ad alcuni personaggi che fanno i moralisti senza occuparsi di questioni come queste. Alziamo la nostra attenzione sull'argomento e cerchiamo di scegliere gli interlocutori giusti. Noi sappiamo intanto di essere disposti a impegnarci per un intervento reale su certi problemi. Un saluto carissimo. franco

riccardo gavioso ha detto...

@ claudia: da quanto appreso dai giornali sembra che abbia condotto la bambina con lui a firmare dai Carabinieri: se la cosa è vera, questa è ampiamente la fine dello stato di diritto.
Tutta la mia rabbia è rivolta verso la magistratura, questo è il senso del mio articolo: siete giudici... questa volta vi giudico io!

grazie, e una buona settimana

riccardo gavioso ha detto...

@ comicomix: caro amico, pensa alla battaglia fatta assieme all'amico Daniele contro la pedofilia, al vostro bellissimo banner... tutto inutile, tutto vanificato dalla stupidità umana.
La nostra lotta non è più contro i pedofili, è contro quelli che li mettono in condizione di agire indisturbati.
Sono laureato in legge e ti posso assicurare che la legge prevede i meccanismi per evitare quello che è accaduto, e in ultima analisi nessuno vietava alle forze dell'ordine di metterlo sotto stretta sorveglianza... o forse erano tutti impegnati a proteggere Cuffaro dalla mafia?

appena avrò un secondo di tempo inserirò un banner con gli ermellini e la scritta vergogna, per chi voglia...

una buona settimana

riccardo gavioso ha detto...

@ lisa72: il nostro amico Carlo, come sempre, centra il problema. Iniziamo a instaurare il principio che se ci sono leggerezze o errori i magistrati si prendono una bella denuncia per complicità, e vedrai come il livello d'attenzione sale quasi per magia.

un caro saluto anche a te, e non preoccuparti, tutti lottiamo con l'orologio

riccardo gavioso ha detto...

@ anonimo: sicuramente l'imbecillità è trasversale nei palazzi della politica.

grazie della visita

riccardo gavioso ha detto...

@ anonimo: non avevo ancora letto il tuo commento e ci ho trovato le cose che ho appena scritto... meglio di così... o forse peggio di così!

grazie della visita

riccardo gavioso ha detto...

@ franky: grazie a te, e vedrò di passare il più spesso possibile... merita.

una buona settimana

riccardo gavioso ha detto...

@ slavich84: noi parliamo e intanto ci sono bambini che urlano. Altri chiacchierano e i bambini continuano ad urlare... che schifo!

una buona settimana, compatibilmente :(

riccardo gavioso ha detto...

@ liby: comprendo, si è ampiamente superato il limite. Ma tenerli al gabbio sarebbe la migliore castrazione possibile... o mandarci chi li tira fuori.

una buona settimana

riccardo gavioso ha detto...

@ anonimo: riporto la risposta data a chi giustamente pone i tuoi stessi appunti: criminale ingenuità, peggio, o una condanna per pedofilia può passare del tutto inosservata?

i dubbi non sono pochi...

grazie della visita

riccardo gavioso ha detto...

@ riccardo: hai ragione, ma i loro figli non hanno bisogno di essere affidati a qualcuno... con quello che gli passiamo noi possono permettersi frotte di fidatissime babysitter.

una buona settimana

riccardo gavioso ha detto...

@ franca: devo dire che la ricetta mi pare ottima e di facile preparazione. E in certi casi, con la "giustizia" che ci ritroviamo, non è facile arroccarsi sui nostri principi.

una buona settimana

riccardo gavioso ha detto...

@ nico: credo che "atrocità" riassuma benissimo tutto. Complimenti!

una buona settimana

riccardo gavioso ha detto...

@ zefirina: forse il miglior commento

una buona settimana

riccardo gavioso ha detto...

@ anonimo: nulla è inevitabile, basta cambiare le leggi... o siamo in grado di farlo solo col falso in bilancio.
In ogni caso la sentenza di primo grado era avvenuta, e tutto era evitabile... basta volerlo.

riccardo gavioso ha detto...

@ danielemd: pensa a quanto ci siamo impegnati tutti, e tu in particolare, per combattere gli orchi... che dici, conveniva farci arruolare da Clemente e tirare agguati ai magistrati?

una buona settimana

riccardo gavioso ha detto...

@ fabio: terribilmente inutile! ...temo


grazie, e una buona settiman

riccardo gavioso ha detto...

@ 1manifesto: "il silenzio dei colpevoli" è davvero una frase che fa riflettere. La rabbia è tanta, specie pensando che questo è tutto tranne che un caso isolato.

una buona settimana

riccardo gavioso ha detto...

@ anonimo: sono laureato in legge e conosco i codici. Le acrobazie giuridiche che vedo nell'appioppare incompatibilità ambientali a giudici scomodi, non le ho mai viste sprecate per cosucce come queste. In ogni caso i codici si possono cambiare, o la politica è solo mettere e togliere l'ICI?

grazie della visita

riccardo gavioso ha detto...

@ anonimo: l'indignazione è sacrosanta e altrettanto il senso d'impotenza... ma non è forse proprio quello su cui confidano lorsignori: la sensazione che le cose non possano che andare così.

grazie della visita

riccardo gavioso ha detto...

@ franco: hai perfettamente ragione. Finiamo per fare i forcaioli per un paio di giorni, poi tutti a chiedersi se qualcuno si raccatta Mastella. Ecco perchè tutta la mia rabbia è verso chi fa le leggi e chi le applica: questo è un articolo contro giudici e politici, non contro i pedofili... le belve purtroppo esisteranno sempre.

una buona giornata

Anonimo ha detto...

L'italia è un paese in cui gli stupri vengono tollerati e a cui non viene dato il giusto peso, su donne mature come su bambini (intendo stupro in senso lato, anche abusi sessuali vari)..è uno schifo orribile!

suburbia ha detto...

Spero di non apparire insensibile, perche' davvero non lo sono.
Ho verso un uomo del genere tutti i moti di schifo e ribrezzo espessi da te e dai commentatori.
Pero'... pero' ho una bimba di quell'eta'. Mai mai e poi mai e' stata lasciata a persona non di famiglia e/o fidatissima.
Mi sembra di capire che ne fosse pure parente alla lontana...Non si sapeva della sua condanna precedente??
Ovvio che non puo' essere minimanente usata come scusante per lui, ma vorrei solo capacitarmi di che passa per la testa dei genitori.
ciao

Cristina ha detto...

C'è davvero poco da commentare, se non per dire ci sono, sono sveglia e mi fa schifo tutto questo. Ho letto anche gli altri commenti, la mia ricetta sarebbe uguale a quella di Franca.

Ciao.
Cri

Anonimo ha detto...

ha fatto bene

Riccardo ha detto...

mi riesce difficile commentare. Ho letto ieri la notizia sull'ansa, e ascoltata oggi al telegiornale. Poi leggo il tuo post, e fortuna che ne parla una persona come te che ha le parole giuste per le questioni spinose. Viene da chiedersi cosa ognuno di noi possa fare per combattere questo schifoso abuso continuamente perpetrato, senza sosta, grazie a condanne deboli, forse, o a metodi in generale troppo blandi.
Cosa possiamo fare?
Lo sdegno non basta, dobbiamo muoverci, il cambiamento inizia da noi, poichè noi siamo lo stato, e quando questo sbaglia, sbagliamo anche noi.

abs/prostata/antiblogger ha detto...

Per me c'è troppo buonismo/lassismo a tutti i livelli e questo rischia di far cadere nell'eccesso opposto (taglio del pene in piazza, pena di morte, torture, ecc.).

Babylon-Zion & Babylon-Zoo ha detto...

La legge è uguale per tutti... ma chi l'ha detto?!?

Anonimo ha detto...

Salve a tutti. Nell'ultimo numero di un giornale a divulgazione scientifica si parla della pedofilia. L'articolo fa notare come il cervello dei pedofili abbia una anomalia nel numero di cellule neurali in determinati pun ti del cervello. In pratica sono malati. Allora prendiamone atti e faccia leggi ad-hoc per questi personaggi in modo che per loro non possa esistere indulti, sconti di pena decorrenza dei termini e tutti quei cavilli che permettono a gente così di uscire dal carcere. La castrazione chimica serve a poco visto che l'impulso parte dal cervello, quindi questa gente deve restare in gabbia. Non ci debbono essere scappatoie. A vita. Sono mamma sono donna e sono cittadin aitaliana (mio malgrado a questo punto) potessi farmi giustizia da sola con i pedofili lo farei, ma è sbagliato, lo stato deve proteggere i nostri figli. Altro che firma in caserma altro che decorrenza dei termini VERGOGNA. Credo che nessuna persona di buon senso avrebbe mai scarcerato il mostro in questione, il giudice ha seguito la legge. Bella legge di me.da se permette tutto questo. Chi sa darmi notizie su chiatti? al tempo dell'indulto hanno detto che sarebbe uscito non cero giusto? non può succedere una cosa del genere, la gente si farà giustizia da sola se i mostri vanno a spasso liberi.

Anonimo ha detto...

lasciatelo libero con un cartello al collo con ciò che ha fatto.....ci penserà la gente a fargli fare la fine che merita

Sbirillina ha detto...

tu sei stanco di vivere in questo paese di merda, non sei l'unico, e nemmeno l'unico a prendere in considerazione la scelta di abbandonarlo, ma gli stronzi che ci governano non gli può fregare di meno, questo crimine è di una brutalità che non può essere etichettata con la parola "crimine" non esiste una parola adeguata, è un male che ha del diabolico, ma la cosa peggiore è che non sarà l'ultimo e per molte e molte altre volte ancora la giustizia che sembra compiacente di fronte a queste brutalità non infliggerà la pena adeguata, fa schifo è una vergogna è vero, ma è molto più vergognoso il fatto che continuerà a ripetersi, è giusto parlarne, scrivere articoli per svegliare le coscenze, ma purtroppo le coscenze di chi li legge sono sveglie da tempo sono coloro che devono impedire queste brutalità che non si sveglieranno mai per il semplice fatto che la coscenza non la possiedono. Vorrei fosse l'ultimo articolo che leggo di questo tipo, ma so che non sarà così .

rudyguevara ha detto...

parole sante,hai saputo esprimere xfettamente lo stesso sdegno che provo anch'io,hai toccato i punti giusti,sarebbe meglio difendere la vita di chi c'è già invece dei diritti di un embrione che è vita solo se chi la porta in grembo deciderà di portarlo avanti.piaccia a ferrara oppure no.e a quei giudici che si xmettono di firmare un atto che porta fuori un pedofilo condannato solo a sei anni per un crimine tanto odioso.condivido tutto,e con particolare entusiasmo l'augurio finale che fai loro.

Anonimo ha detto...

Castrazione chimica? Nooo! Castrazione chirurgica. Perchè non possiamo confidare nel fatto che un mostro prenda regolarmente le sue brave medicine (leggi inibitori ormonali). Zac! Un taglio netto all'incubo più brutto. Ho un bimbo di 15 mesi e non mi fido di nessuno.

Anonimo ha detto...

siamo stanchi e sfiduciati , le parole che usiamo per i commenti sono la minima parte della vergogna dello sdegno nostro solo nostro ma non dei giudici che con molta leggerezza usata verso mezzogiorno orario in cui iniziano a fare parte del loro lavoro , non so come dare un nome al commento perchè mi ripugna essere anonimo ma non conosco la procedura

Anonimo ha detto...

Il soggeto avesse commesso tale reato negli STATI UNITI ora dove sarebbe ?
A spasso come in Italia ?
No di certo.
Non ho altro da aggiungere.

Riverinflood ha detto...

SONO INCAZZATO NERO E TUTTO QUESTO NON LO SOPPORTO PIÙ!!!!!!!

Daniele Verzetti il Rockpoeta ha detto...

Sono bastardi! Quelli che l'hanno stuprata ed il magistrato che non ci ha pensato su un attimo a firmare quel decreto.

Forse è ora che a Legge prima di farli entrare al primo anno si faccia agli studenti un bell'encefalogramma per evitare che escano, in futuro, personcine come questo giudice.

riccardo gavioso ha detto...

@ anonimo: e il lassismo giudiziario ne è la riprova

grazie della visita

riccardo gavioso ha detto...

@ riccardo: caro amico, ti ringrazio, ma capiti male: attacco la magistratura con una durezza che potrebbe costarmi molto cara, e in cambio ricevo accuse di speculazione. Sono arrivato a duecento post e non mi sono mai lamentato per i no, tu che pratichi la mia stessa arte sai bene a quanti no siamo avvezzi, ma a tutto c'è un limite. Io che speculo su una bambina... speculare sai bene cosa significa, e sai bene dove finiscano i proventi del mio sito.
Ho ammesso con onestà che il titolo era fatto ad arte, e ho sostenuto che in ogni caso non avrei potuto postare quello che c'è nel mio blog. Ma quello che più mi fa pensare è il fatto che è evidente come certi commenti siano piovuti in un certo momento... e non ho certo bisogno di spiegarti cosa significhi.
Non è una petizione di principio, e continuerò a lottare... certo con meno entusiasmo che in passato.

scusa se non ti saluto, ma ormai hanno scoperto che è un trucco per rimediare karma ;)

riccardo gavioso ha detto...

@ prostata: il lassismo porta dritto al taglione... un buon motivo per evitarlo, a meno che non si voglia il taglione

riccardo gavioso ha detto...

@ suburbia: condivido quello che hai scritto, e mi chiedo se sia ingenuità , peggio, o se una condanna per pedofilia possa passare del tutto inosservata...

riccardo gavioso ha detto...

@ cristina: il mio schifo verso certi individui è enorme, ma prevale la rabbia nei confronti di chi li agevola

riccardo gavioso ha detto...

@ anonimo: CHI?

riccardo gavioso ha detto...

@ babylon: uno che voleva fare umorismo da quattro soldi

grazie della visita

riccardo gavioso ha detto...

@ anonimo: ti quoto in pieno, e questo era il senso dell'articolo: bella legge di m.!

grazie della visita

riccardo gavioso ha detto...

@ anonimo: non posso condividere, ma mi viene molto difficile parlare di legge e giustizia dopo queste brillanti prove...

riccardo gavioso ha detto...

@ sbirillina: commento ineccepibile, e particolarmente condivisibile il monito sul fatto che tutto questo purtroppo si ripeterà. Personalmente, dopo essermi sentito accusare di speculare, sarò l'ultima volta che l'affronterò... o almeno credo.

riccardo gavioso ha detto...

@ rudyguevara: ti ringrazio, e credo che lo sdegno ci muova tutti nella stessa direzione... e con la stessa rabbia.
Per me un po' di rabbia in più, dopo essermi sentito accusare di speculazione... che in ogni caso sarebbe in favore di altri bambini sfortunati, visto dove finiscono i proventi del blog. Ma chiudo l'argomento, visto che è solo amarezza e non una petizione di conforto.

riccardo gavioso ha detto...

@ anonimo: non condivido il tuo rimedio, ma posso farlo con le tue preoccupazioni.

grazie della visita

riccardo gavioso ha detto...

@ anonimo: la rabbia cala, e alla fine ci si trova stanchi e sfiduciati, come fai giustamente notare.

grazie della visita

riccardo gavioso ha detto...

@ anonimo: deve ammettere, nonostante il mio risaputo antiamericanismo, che hai perfettamente ragione.

grazie della visita

riccardo gavioso ha detto...

@ riverinflood: ora che ci siamo sfogati tutti, torniamo ad occuparci dell'abolizione dell'ICI :(

riccardo gavioso ha detto...

@ daniele: non confido sul fatto che il magistrato abbia una coscienza, ma spero che scopra di averla.

Riverinflood ha detto...

Io l'ICI la pago ma non mi fa incazzare quanto questi farabutti pedofili e stupratori; e non è uno sfogo!

Lupo Sordo ha detto...

Mi accodo all'augurio

Prescia ha detto...

il fatto succede nella mia città...in un tribunale che non mi vanto affatto di aver frequentato per ben cinque anni, dato che prima facevo l'avvocato...
dico solo che qui, reati patrimoniali come la bancarotta o la corruzione, gravi per carità , ma mai quanto un abuso su minore...sono trattati con maggiore rigidità...
e la cosa mi sconvolge...perchè è il sistema che è sbagliato...perchè il magistrato in questione è vero che ha applicato la legge, dato che scaduti i termini non poteva trattenerlo in cella , ma io mi domando: perchè non prendere un nuovo ed ulteriore provvedimento data la pericolosità sociale indubbia di questo individuo????
le leggi sono sbagliate...ma anche loro le applicano male...
amarezza...
solo una grande amarezza...

Prescia ha detto...

p.s. riccardo io ormai ti leggo al posto del giornale , la mattina..sappilo...grazie perchè mi tieni aggiornata in maniera davvero interessante e disinteressata...
kiss.

riccardo gavioso ha detto...

@ riverinflood: la pago anch'io, e non sarò per nulla soddisfatto se per non pagarla mi dovrò subire un quinquennio di cose che mi fanno incazzare

riccardo gavioso ha detto...

@ lupo sordo: l'unione fa la forza, anche in casi difficili come questo

riccardo gavioso ha detto...

@ prescia: la cosa più incredibile è che sono riusciti a convincere tutti con la favoletta: "ho applicato la legge, non potevo far altro, sono scaduti i termini..." E per fortuna che c'è qualcuno che sa come stanno le cose.
Ma passiamogli l'ineluttabilità, passiamogli che la colpa sia della legge, però che domattina tirino una bella riga sulle pagliacciate elettorali e al primo punto ci mettano una legge che impedisca questo scempio.
Grazie di cuore delle bellissime parole, che mi hanno rinfrancato in una giornata in cui mi è toccato litigare troppo, anche per uno come me che ama la polemica.

un caro saluto

Anonimo ha detto...

il solito bla bla bla dell'indignazione furente a buon mercato; sarebbe molto più opportuno, anzichè emanare improbabili proclami tipo "me ne vado a vivere in qualunque altra nazione, talmente mi fa schifo l'Italia" come se "in qualunque altra nazione" i diritti e la morale viaggiassero sul velluto, ricordarsi di cotanto furore al momento del voto, e punire puntualmente chi ha appoggiato soluzioni giuridiche immorali e inefficienti, chi ha varato indulti e depenalizzazioni a raffica, chi ha deliberatamente privato di mezzi giuiridici l'autorità giudiziaria al solo fine di isolarla e spiazzarla nei rapporti con il comune percepire il senso di notizie come queste... allo stato dell'arte, l'unico, per quanto parziale e depotenziato "vaffanculo" che abbia un minimo di reale incidenza nei confronti del declino di questa società è quello che può esprimersi col voto, con buona pace di Grillo e di tutti i piazzisti qualunquisti di bocca buona che gli schiamazzano attorno; saluti

Anonimo ha detto...

Non cè da stupirsi.Abbiamo messo Dio da parte permettendo il divorzio,l'aborto,la fecondazione assistita.Fra poco sara' permesso scegliere il colore degli occhi,la forma del naso,l'altezza,il sesso,la lunghezza del pene,e madri vanitose a dire quanto è bello mio figlio alle amiche,per lasciarlo tutto il giorno all'asilo e dalla nonna,mentre lei fa la lap dance nei night del pordenonese.Come crescono questi figli?fra regali futili,in balia delle mode e dei vizi,schiavi di loro stessi,senza affetto;i genitori sono sempre al lavoro,e quando ci sono,sono stanchi.L'anno scorso volevano togliere il Crocifisso dalle aule.stiamo mettendo la Fede in cantina,come volete che cresca una gioventu' senza princìpi?

Alicesu ha detto...

è veramente uno schifo. Questa notizia mi ha, ancora una volta, fatto vergognare di noi.
Che poi, di noi. Noi, la gente normale, ci indignamo. Sono gli altri che, al sicuro nelle loro case, fanno scarcerare malati di vita incuranti del pericolo.
Pezzi di merda.

Alicesu ha detto...

anonimo: ma quindi per te chi dovrei votare? ti faccio notare che, negli ultimi anni, abbiamo avuto sia la sinistra che la destra, al "potere". Non mi sembra che qualcuno abbia fatto qualcosa.

riccardo gavioso ha detto...

@ anonimo: il bla bla bla casomai lo fai tu. Io ho scritto un articolo durissimo additando precise responsabilità e assumendomene il rischio: dimostra di saper fare altrettanto. E quanta pulci per sta storia del "me ne vado"... una provocazione sai cosa significhi? ... sei tanto fiero del tuo paese politicamente? ...io no!
E per chiudere io non faccio del grillismo, chi mi segue sa che sto facendo una battaglia contro astensionismo, schede bianche e nulle, che finirebbero per avvantaggiare quelli per cui ho idea che parteggi tu.
Viva l'Italia! :)

riccardo gavioso ha detto...

@ anonimo: quello che abbiamo davvero messo da parte è il senso civico... poi ci ritroviamo con magistrati e politici come questi. La prima cosa da trasmettere alla gioventù è questa!

riccardo gavioso ha detto...

@ alicesu: occhio! ...come vedi è severamente vietato vergognarsi del proprio paese :) è qualunquismo. Parliamo di cose serie... magari dell'abolizione dell'ICI :)
Quoto tutto, in particolare le tue ultime parole!

Alicesu ha detto...

riccardo: in questo periodo ne sto sentendo di tutti i colori, su ogni argomento.
La maggior parte delle persone parla per slogan e frasi fatte e circola per il web in cerca di un guru mediatico... che ovviamente non esiste.
Io sono stanca di essere arrabbiata e vorrei finalmente trovare persone serie con le quali confrontarmi.

Creative Commons License Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.

disclaimer

questo sito viene aggiornato alla sanfasò, quindi senza alcuna periodicità, e non rappresenta una testata giornalistica, nè ci terrebbe a rappresentarla. Pertanto, non può essere considerato in alcun modo un prodotto editoriale ai sensi della L. n. 62 del 7.03.2001.
Dei commenti postati risponderanno i loro autori, davanti a Dio sicuramente, davanti agli uomini se non hanno un buon avvocato. In ogni caso, non il sottoscritto.
Le immagini presenti sulla Penna che graffia sono state in larga parte prese da Internet e valutate di pubblico dominio. Se gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non avranno che da segnalarmelo e provvederò prontamente alla loro rimozione... quella degli autori, ovviamente!