a volte, ...




a volte, gli articoli migliori non contengono nemmeno una parola... a volte, i post più belli non sono nemmeno i tuoi... a volte, le notizie più attuali sono vecchie di sei mesi

http://itablogs4darfur.blogspot.com/


un breve commento per dissociarvi dalla congiura del silenzio

23 commenti:

Lisa72 ha detto...

non è molto che sono nella blogsfera ma quello che ho notato è che molti blogger, così come ci si aspetta dagli adulti, sono interessati e impegnati nell'evidenziare ingiustizie e emergenze... così come vedo la stessa cosa nella vita reale in più ambiti.... quello che però non vedo è lo stesso impegno in quelle sedi dove le scelte, le posizioni, le parole e i fatti contano... se non c'è di mezzo il DENARO o il tornaconto gli eminenti signori delle decisioni "sussurrano che si sta pensando di dire che si dovrebbe forse fare qualcosa"...
sarà colpa nostra che non ci INCAZZIAMO abbastanta e, alla fine, continuiamo a permettere loro di fare quello che vogliono "in casa nostra" dove ci sono in ballo i nostri interessi.. figuriamoci quando si parla di persone "che forse non esistono neanche"....
Un saluto, Lisa

riccardo gavioso ha detto...

Con queste parole, cara Lisa, mi fai un regalo. La maggior parte dei blog, e dell'informazione alternativa è schierata a sinistra: politicamente, o culturalmente, e i richiami a ingiustizie e emergenze umanitarie sono notevoli. Facendo un giro per una decina di blog, troverai almeno una metà che, come il mio, da ampio spazio al Darfur. A livello di politica e informazione, pur con una sinistra al governo, capita esattamente il contrario.
Perchè?
Sicuramente per i motivi che indichi tu, e per lo stesso fatidio che certi argomenti provocano in molte persone. Fastidio che nasce da un senso di colpa che va liquidato più in fretta di un precario. Quante volte conversando, e finendo per parlare di certe cose, salta fuori la famosa storia: " ma tanto sai che se ne fanno degli aiuti... se li rivendono e tornano da dove sono partiti ". Quante volte spiegando che con un centesimo, o forse un millesimo, di quello che viene speso ogni anno in armamenti, si potrebbe evitare la morte per fame, vieni tacciato di utopia e qualunquismo...
Il discorso è molto lungo...
una buona giornata

Comicomix ha detto...

Uno degli scopi della mia vita è dare voce agli "invisibili".
Lo faccio come posso, da piccolo essere umano.
Utilizzando tutti gli strumenti "tradizionali" e anche da poco, il web.
Lo faccio a modo mio. Può piacere o meno. Ma lo faccio.
E vedo che lo fanno anche molti altri, e ne sono lieto. L'Umanità è capace anche di grandi cose, dopotutto.
Non capisco perchè agli invisibili pochi danno voce. Quelli che ne avrebbero modo in particolare.
Non so, forse a volare troppo in alto si finisce per dimenticare come si cammina...
O forse il "potere" è preso da giochi e circuiti diversi da quelli della gente comune.
Mi stupisce che, tra i politici e i giornalisti che conosco, ci sono un sacco di degnissime persone. Ma, quando sono lì, nel "loro" mondo, finiscono per far parte e ritrovarsi in quello strano circo in cui l'inutile diviene essenziale e l'essenziale non esiste...
E le stelle, veramente, stanno a guardare.
Un saluto triste
Mister X di COmicomix

Uyulala ha detto...

Grazie per questa vignetta. Non riesco ad osare di pronunciare di più...

riccardo gavioso ha detto...

grazie a te

Pierinux ha detto...

bravo Comicomix, sei un puro, ci fossero più persone come te (e come rickgav ovviamente) le cose andrebbero meglio.

e' vero che l'umanita' e' capace di fare grandi cose, purtroppo pero' le grandi cose spesso non fanno notizia perche' non sono abbastanza "scandalose".

e' un'altra forma dell'irrimediabile egoismo umano che ci porta a vedere solo le cose che ci toccano direttamente. ma su questo - per fortuna - qualcosa si puo' fare.

e allora facciamolo...

Comicomix ha detto...

Un'altra forma dell'irrimediabile egoismo umano che ci porta a vedere solo le cose che ci toccano direttamente"
E' tristemente vero. Ma per fortuna, come dici tu, qualcosa si può fare.
Io resto comunque esterrefatto non tanto dell'egoismo (in parte connaturato all'essere vivente, all'uomo) ma della mancanza assoluta di senso comune, per cui per certa gente il problema di non riuscire a comprarsi un'auto nuova oscura quello della morte per fame di milioni di persone.

Anch'io come tutti, vivo la quotidianità, e magari mi appassiono a cose "futili" (è umano)
Ma sarebbe (secondo me è) disumano che questo oscurasse il resto. Che c'è, è presente, ed è un fardello pesante che ognuno di noi dovrebbe portarsi sempre dietro.
per i piccoli e grandi problemi vicini, e per i problemi lontani
Grazie mille, mi hai fatto commuovere.
Un sorriso triste
Mister X di COmicomix

riccardo gavioso ha detto...

discutevamo con Lisa sul fatto che alcuni temi, come questo, sui blog siano molto visibili, mentre rimangono praticamente ignorati dal giornalismo televisivo e tradizionale.
Se questo post è finito in prima pagina, forse dovremmo chiederci se le grandi penne siano in grado di capire dove sia l'interesse del pubblico e di conseguenza fare una scaletta o un'impaginazione.
E se i blog, come sembra, riusciranno a crescere ancora, forse qualche dubbio s'insinuerà nella testa dei professionisti e l'informazione ne sarà condizionata... auguriamocelo!

Pierinux ha detto...

eh, magari... anche se a volte resto perplesso dallo spessore delle notizie, sia in home sia nelle varie categorie.

io temo che dovremo arrenderci davanti al fatto che sforzi cooperativi come oknotizie finiscono inevitabilmente per essere uno spaccato della nostra societa', e il risultato non e' molto qualificante.

in questo "spaccato" restano fuori i poteri forti, questo e' indubbiamente un bel vantaggio, ma restano tutte le altre perversioni del nostro tempo.

che posso dire, io continuo comunque a remare, e sono convinto che lo farete anche voi.

riccardo gavioso ha detto...

certo l'informazione tende ad essere specchio del nostro tempo, ma è uno specchio deformante: credo che la società sia un pelo meglio di quello che appare in video.
Un motivo per continuare a remare :)

vdn ha detto...

Vaglielo a dire di remare anche a quelle persone che nell'insieme spendono milioni e milioni di Euro per abbellire la propria persona (Tg5 di oggi) o per curare e mantenere degli animali di compagnia (notizia di qualche settimana fa)...
Sai quanti potrebbero essere i bimbi salvati dalla morte per fame!
Il mondo è pieno di contraddizioni e non credo che sia possibile eliminarle, purtroppo.

riccardo gavioso ha detto...

hai ragione: conosco molte di quelle persone e non ho mai pensato di rivolgermi a loro.
Tieni conto però che qui siamo in diecimila, e che da un calcolo approssimativo ci saranno un migliaio di blog che fanno dell'ottima informazione. Le nostre non sono proprio del tutto voci nel deserto

uyulala ha detto...

Sai, il fatto che ci sia tanta voglia di cazzeggiare non vuol dire che, d'altra parte, non ci posa essere anche un grande cuore. Le due cose vanno spesso di pari passo. Saper ridere e giocare è la necessaria controparte al saper riflettere davvero...

Pierinux ha detto...

Si, certo, concordo totalmente. Alcuni pero' fanno quasi esclusivamente quello.

Poi c'e' quell'irrefrenabile necessita' di postare e votare il gossip, il sesso anche quando non e' ne' interessante ne' divertente, lo scandalo a tutti i costi, ecc. ecc. ecc.

Va bene, c'e' anche questo, ma a volte quando questi argomenti rappresentano il 99% dei temi trattati mi viene un po' di sconforto. Tutto qui. Ti postero' degli esempi quando diventano eclatanti.

Grazie, ciao

riccardo gavioso ha detto...

@ Comicomix
un disegno di straordinaria efficacia ( definirla vignetta non mi pare il caso ), quindi ti ringrazio molto, ma giro i complimenti ad Alessio Atrei che ne è l'autore.

un saluto, sperando che la nostra "cittadella" possa dare una mano a questi sfortunati per trovare "le chiavi del regno" :)

Daniele ha detto...

COMPLIMENTI!!!!
Non ho altre parole da aggiungere..
Ciao
Daniele

riccardo gavioso ha detto...

grazie Daniele e grazie a tutti!

Roberto ha detto...

Più ti leggo e più ti apprezzo!

Votato!

Alla prossima...

riccardo gavioso ha detto...

Grazie Roberto.

Da ieri posso dire: più ti sento, più ti aprrezzo.
Complimenti per l'intervista

Loreanne ha detto...

Assai eloquente

franco ha detto...

Non vorrei sembrarti banale ma ho letto alcuni post..non solo questo e devo dire con molto piacere. Mi trovo d'accordo su molte cose. Sai..la notizia non è detto che debba essere dell'ultim'ora ..la cosa più importante è l'impronta che uno/a riesce a dargli. Può anche farla risultare più attuale di ciò che è in realtà. Sulle altre "problematiche"...occorre non mollare mai. Io cerco di non farlo. E sono contento di leggere molti amici bloggers che fanno lo stesso. E con voce competente. Saluti. franco (newkid-lineaneuronica.splinder.com)

Atride ha detto...

Grazie a Riccardo per aver utilizzato questa vignetta, e grazie dei complimenti generalizzati, e a italianblogsfordarfur per il lavoro che svolge.
Non mi rimane che sperare che anche una vignettuccia possa servire a dare un briciolo di visibilità in più alla tragedia del Darfur...

Ciao a tutti!

riccardo gavioso ha detto...

grazie Alessio, per la grande disponibilità.
Non voglio abusarne, ma quando vorrai evidenziare qualche tuo lavoro, il mio modesto sito è a tua disposizione.
Un saluto.
Riccardo

Creative Commons License Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.

disclaimer

questo sito viene aggiornato alla sanfasò, quindi senza alcuna periodicità, e non rappresenta una testata giornalistica, nè ci terrebbe a rappresentarla. Pertanto, non può essere considerato in alcun modo un prodotto editoriale ai sensi della L. n. 62 del 7.03.2001.
Dei commenti postati risponderanno i loro autori, davanti a Dio sicuramente, davanti agli uomini se non hanno un buon avvocato. In ogni caso, non il sottoscritto.
Le immagini presenti sulla Penna che graffia sono state in larga parte prese da Internet e valutate di pubblico dominio. Se gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non avranno che da segnalarmelo e provvederò prontamente alla loro rimozione... quella degli autori, ovviamente!