vagoni riservati esclusivamente ai milanesi... e gli altri, dritti in Polonia


“La proposta dei vagoni riservati è della scrittrice-taxista Raffaella Piccinni, del sindacato autonomo Sitp, candidata al consiglio Provinciale per la Lega Nord. “E' una provocazione”, commenta Matteo Salvini. Tuttavia lo stesso vice segretario della Lega, presentando i suoi candidati alle provinciali davanti a Palazzo Marino, non sottovaluta la proposta e anzi aggiunge. “L'idea di riservare posti ai milanesi, da qui a qualche anno, potrebbe diventare una realtà”.

Vi lascerò subito a dirimere il dubbio se iscrivervi ad una scuola di analfabetismo di ritorno o farvi dieci chilometri a piedi all’ombra della Madunina. Ma prima reputo giusto sottoporvi un quesito: pensate che il tatuaggio lo faranno ai milanesi o a terroni e negri? O si accontenteranno di una soluzione più pratica, come quella della foto?

Poi Franceschini si becca dell’idiota perché paventa un ritorno alle leggi razziali, e non si accorge che puntiamo dritti alla “Notte dei Cristalli”.

E sempre a proposito di distrazione, la proposta della Lega è di una straordinaria utilità: ci eviterà di accorgerci a cose fatte dei posti riservati… come quelli per i coglioni in Parlamento.

30 commenti:

Joe ha detto...

Quanto scrivi conferma che il mondo e' un manicomio controllato dai pazzi.

fabio r. ha detto...

ma che schifo di paese siamo diventati ? com'è possibile che il 70% dei simpatici italiani siano pienamente d'accordo????

Giordano Bruno ha detto...

Ti sbagli, fabio r. purtroppo non il 70, ma il 75% stando agli ultimi sondaggi del nostro Lider-Supremo.
In compenso saremo tutti marchiati a fuoco e così ci si potrà riconoscere facilmente.
Proposta: perché non ci marchiano con un numero di matricola stampigliato sul braccio oltre al simbolo di appartenenza se si è è negri, ebrei, comunisti, terun, maruchin, tunisin, islamici, ecc. ecc. ecc.???

gigi80 ha detto...

si ci manca solo questo dopo i vari lodo alfano, censura della libera informazione, come denunciato dalla Melchiorre, e torniamo a 70 anni fa

Comicomix ha detto...

Mi domando, amico mio, chi siano i "milanesi". I residenti a Mialno, i nati a Milano, quelli nati e residenti da 2,3,4,5, o più generazioni?


Un quesito interessante, per i nostri "amici" leghisti.

Non c'è nulla da fare, il sisma che ha devastato le sinapsi di molti nostri connazionali è di quelli che non consentono ricostruzioni, neppure ricorrendo al contributo al 100% a fondo perduto.

:-)

C.

zefirina ha detto...

per mia fortuna primo evito di prendere la metro,
vado raramente a milano
e poi ho 5 tatuaggi che vuoi che sia farmene un altro????

comunque ho già scritto altrove che se del caso vado nel vagone con gli extracomunitari e non in quello per sole donne

Rouge ha detto...

Certo che Milano è proprio all'avanguardia nello sparare cazzate: prima il kebab, ora questo. Si vede che gli unici stranieri che ammettono sono quelli che vanno a fare shopping in via Montenapoleone.

Bastian Cuntrari ha detto...

E se fossi una meneghina sposata (in chiesa, va'... ti metto pure questa...) con un "nero", dove mi debbo sedere, Rick?
E se fossi una creola dalla pelle chiara, quali leggi infrangerei se mi sedessi nei vagoni dei bianchi al 100%?
E se...

Martina Buckley ha detto...

Riccardo, ho appena commentato la stessa cosa sul blog di Audrey, c'è in giro un sentore di fine anni '30, leggi razziali, discriminazioni, deportazioni.
E come tutti hanno chiesto, il "milanese doc" come lo si determina? In 25 anni di vita a Milano e dintorni, non ho mai conosciuto un milanese al 100% (giuro). Che caratterstiche dovrebbe avere il suddetto? Parlata dialettale sgrammaticata? Sacco di polenta sulle spalle? Sgarbataggine verso i passanti che chiedono un'informazione? Cravatta a toni verdastri?
Come ha ben detto Joe, qui siamo alla follia pura.

riccardo gavioso ha detto...

@ joe: e qualcuno ci terrebbe a trastullarsi con l'elettrochoc ;)

riccardo gavioso ha detto...

@ fabio r. : forse avranno scambiato l'espulsione dalle carrozze per una nomination su larga scala ;)

riccardo gavioso ha detto...

@ giordano bruno: la marchiatura a fuoco fa molto gaucho... un vero must per i vecchi amici di Videla ;)

riccardo gavioso ha detto...

@ gigi80: se continuiamo così ci toccherà replicare la guerra di secessione ;)

riccardo gavioso ha detto...

@ comicomix: forse, caro amico, sono quelli che votano lega da almeno una generazione :)
Quanto alla ricostruzione del cervello, tempo sprecato: amano farsi lobotomizzare ;)

un abbraccio

riccardo gavioso ha detto...

@ zefirina: anch'io propendo per quello degli extracomunitari... in quelli per sole donne rischierei di trovarci Silviolo ;)

un abbraccio :)

riccardo gavioso ha detto...

@ rouge: mai visto casi di razzismo verso i giapponesi... specie in quei paraggi ;)

riccardo gavioso ha detto...

@ bastian cuntrari: gentile utente, stiamo esaminando con la dovuta cura i casi da Lei sottoposti a questo dicastero e Le faremo sapere quanto prima.

Ministero dei Trasporti

p.s. ma un finlandese alto e biondo, proprio no? ;)

riccardo gavioso ha detto...

@ martina: il milanese autentico di matrice leghista si può facilmente riconoscere:

- mette l'articolo davanti ai nomi propri(la Lalla, il Gianni)

- mette sempre l'aggettivo davanti a tutti gli altri ( Ue, "pirla" d'un negher... )


un abbraccio :)

lameduck ha detto...

E quando arrivano in Polonia, sul cancello di ferro del CPT a gas trovano scritto "va a laurà, barbù!"

riccardo gavioso ha detto...

mi scuserai una piccola correzione: "va a laurà negher" ;)

mi sa che col mio milanese, manco sotto il tram mi fanno viaggiare :)

annuska ha detto...

Una buona serata antirazzista e antileghista

riccardo gavioso ha detto...

troppo buona, ma come vedi...

la stessa serata a Te, una serata dalla parte del torto, in attesa che il torto diventi ragione :)

annuska ha detto...

Dopo questa caduta libera nel baratro, ci saranno tempi di rinsavimento. Almeno voglio sperare.

saamaya ha detto...

!!!!!!!!

saamaya ha detto...

i posti "riservati" in Parlamento, o a Palazzo Marino, prevedono anche il presidio delle fascette contenitive, la camicia di forza e di un bavaglio da mai più togliere?

riccardo gavioso ha detto...

Basaglia era una bravissima persona, ma doveva prevedere delle eccezioni ;)

saamaya ha detto...

per le eccezioni, ha lasciato il TSO

wall ha detto...

facciamo anche noi i razzisti. un bel test d'intelligenza per sedersi in consiglio comunale a milano,salvini & co. cominciate a cercarvi un lavoro che mi sa che vi servirà.

riccardo gavioso ha detto...

io li vedrei bene a rimuovere escrementi... basta che dicano " sa ragazzi andiamo a farci un aperitivo" e la città da bere splende in un attimo ;)

Anonimo ha detto...

populismo e demagogia!!!
leggete bene la proposta di RAFFAELLA PICCINNI. grazie

Creative Commons License Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.

disclaimer

questo sito viene aggiornato alla sanfasò, quindi senza alcuna periodicità, e non rappresenta una testata giornalistica, nè ci terrebbe a rappresentarla. Pertanto, non può essere considerato in alcun modo un prodotto editoriale ai sensi della L. n. 62 del 7.03.2001.
Dei commenti postati risponderanno i loro autori, davanti a Dio sicuramente, davanti agli uomini se non hanno un buon avvocato. In ogni caso, non il sottoscritto.
Le immagini presenti sulla Penna che graffia sono state in larga parte prese da Internet e valutate di pubblico dominio. Se gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non avranno che da segnalarmelo e provvederò prontamente alla loro rimozione... quella degli autori, ovviamente!