la vignetta di Zarpa: " Obtorto Colle "


un ringraziamento di cuore all'amico Zarpa, straordinaria matita, che con questa vignetta mi ha fatto un immenso regalo e mi ha offerto la possibilità di collaborare con lui.

Invito tutti a dare un'occhiata ai suoi splendidi lavori sul suo blog

50 commenti:

Riccardo ha detto...

cos'è una vignetta?
sicuramente deve essere incisiva, comprensibile in un attimo, deve colpire e fare sorridere, o ridere e riflettere...

per cui, ottimo lavoro ;)

Bruno ha detto...

in svizzera e in austria è il costo dell'autostrada .. .-D

Pietro ha detto...

Bella, ma il nano non si arrende...

Daniele Verzetti il Rockpoeta ha detto...

Purtroppo non é ancora finita.... e lo stato di diritto oramai é agonizzante e sarà assassinato definitivamente se fermeranno la famiglia Englaro.

Bella la vignetta ma non riesco a sorridere ancora.

Blogger ha detto...

E' molto bella ma Silvio glie mette le puntine sulla sedia, il fanciullo è un figlio di buona donna, non lo si prende per le orecchie tanto facilmente, io sono ancora più preoccupato.
Blogger

zefirina ha detto...

il dittatore dello stato non libero delle banane sta seriamente pensando di cambiare la costituzione, possibile che nessuno lo fermi????
ma davvero pensa che questo paese è un gran teatro noi le marionette e lui il mangiafuoco????

ZARPA ha detto...

Riccardo è troppo buono. Mi sono divertito molto a mettere su carta questa vignetta geniale che è frutto della sua straordinaria mente! Alla prossima, z.

riccardo gavioso ha detto...

@ riccardo: grazie Riciard, è un gran piacere offrire un piccolissimo spunto a chi sa ricavarne dei piccoli capolavori. Purtroppo la vicenda era molto triste, ed è diventata ancora più triste: spero che il sorriso sia soprattutto di quelli che fanno riflettere :(

riccardo gavioso ha detto...

@ bruno: in Italia il costo delle autostrade è difficilmente quantificabile... specie quello per costruirle ;)

un buon fine settimana

riccardo gavioso ha detto...

@ pietro: io credo che stavolta stia tirando troppo la corda, specie con quelle parole sulla Costituzione... non so se hai visto cosa ha scritto "Il Pais"?

un buon fine settimana

riccardo gavioso ha detto...

@ daniele: hai ragione, il sorriso è molto amaro, e chi parlava di dittatura strisciante dovrà arrendersi all'evidenza che la nostra striscia come un canguro :(

un buon fine settimana

riccardo gavioso ha detto...

@ blogger: credo che nelle dittature si scivoli così: un passo dopo l'altro. Ma quando l'esecutivo urla "me ne frego" alla Giustizia e alla massima carica dello stato, non sono più passi, sono falcate :(

un buon fine settimana

riccardo gavioso ha detto...

@ zefirina: mi faccio imprestare le parole:

Cara democrazia
Cara gemma imperfetta
Equazione sbagliata
Non scritta e mai corretta
Devotissimi della chiesa
Fedelissimi del pallone
Nullapensanti
Della televisione
Siamo i ragazzi del coro
Le casalinghe sempre d'accordo
E la classe operaia
Nemmeno me la ricordo
Democrazie pubblicitarie
Democrazie allo stadio
Democrazie quotate in borsa

un abbraccio e un buon fine settimana

riccardo gavioso ha detto...

@ zarpa: ancora un grazie di cuore, e ben volentieri "alla prossima"... Purtroppo, o per fortuna, gli spunti non mancano ;)

un buon fine settimana

eldo ha detto...

Simpatica, sai con la mano sinistra potrebbe anche "rifinire" quei bei dentoni!:)

riccardo gavioso ha detto...

sai che Silviolo la ritiene la mano del diavolo... e poi i denti è abituato a "rifinirli" sulle sue prede ;)

riccardo ha detto...

indubbiamente sì. E non fa riflettere solo sulla vicenda, ma anche sui ruoli politici, sulle future riforme che vorrebbero fare...

wlaverita ha detto...

E dietro a Napolitano, in fila, ci sono anch'io...

riccardo gavioso ha detto...

mi metto in coda anch'io, e mi offro per la trasformazione del soggetto in cappone... Ovviamente solo perchè la postura mi ha risvegliato ricordi manzoniani ;)

riccardo gavioso ha detto...

INVITO TUTTI GLI AMICI A FARE UN SALTO QUI:

[zarpa-vignette.blogspot.com]

CE NE SONO DI STRAORDINARIE

ilpoeta ha detto...

Ho visto...bravo Zarpa!

Spero che piacciano anche le mie..:)

max75 ha detto...

rick,la vignetta è alquanto divertente,ma qui sta succedendo una cosa gravissima mai vista prima.le istituzioni,dal colle a palazzo chigi alla magistratura,si giocano la faccia sul caso di eluana!siamo allo scontro,è una cosa mai vista prima.non mi importa se abbia ragione berlusconi o napolitano ma ti confesso che sto molto male per tutto quello che sta avvenendo.

lo so che non ti piace berlusconi,anche io l'ho sempre considerato un poco di buono come politico,ma non prendiamo la palla al balzo solo per dargli contro.qui c'è in gioco la vita di una persona nelle mani delle istituzioni.meglio stare in silenzio come hai detto l'altro ieri nel tuo post "ssshhhh!!!"

riccardo gavioso ha detto...

avevo invocato il silenzio, convinto (me ingenuo!) che la vicenda avesse trovato la sua conclusione. Ora, dopo aver percorso tutti i gradi della giustizia, la conclusione c'era, e l'esecutivo non può permettersi di travolgere una sentenza. Quindi ben ha fatto Napolitano a intervenire per riportare il diritto dove è stato estirpato. Al di là della vignetta, non è questione di Berlusconi, è una questione di ius, che travalica le nostre personali convinzioni. Direi le stesse cose se con un decreto qualcuno facesse uscire di galera qualcuno che a mio avviso non dovrebbe starci, o al contrario forse ti ricordi il caso Priebke...

max75 ha detto...

nfatti,ma sapevo che non sarebbe finita qui,perchè la vita di una persona è troppo importante,e non si torna indietro.

al di la delle opinioni personali,faccio solo un esempio:mettiamo che la costituzione dice che non è ammessa nè la pena di morte nè l'eutanasia,e che i giudici sul caso eluana abbiano torto,ma solo per esempio.

ora,se la costituzione dice una cosa ma i giudici dicono tutto il contrario,è ovvio che le istituzioni si contraddicono.e si contraddice anche berlusconi perchè in questo caso è vero che il suo decreto è incostituzionale,perchè non si può con un decreto stravolgere una sentenza.è anche vero che così dicendo esco dall'esempio,ma se i giudici veramente avessero torto anche se la loro sentenza l'hanno emessa,è chiaro che non sarebbero più credibili.nè la magistratura che è incapace di interpretare le stesse norme della repubblica,nè il presidente del consiglio perchè abusa del suo potere,ma neanche il capo dello stato perchè ammesso sempre che se i giudici avessero torto,anche se ha fatto tutto entro le regole,non ha fatto abbastanza per salvare la vita di una persona.

spero di essere stato chiaro e ti prego di correggermi e di perdonarmi se ho detto qualche strafalcione,anche perchè so che sei laureato in giurisprudenza,l'ho imparato visitando il tuo blog.

perchè ho veramente paura che si stia creando un pericolosissimo precedente,al di la di chi abbia ragione o torto.

riccardo gavioso ha detto...

tutto ok ;)

il rispetto della Costituzione è affidato ai giudici, anche se la politica ha pensato bene di metterci lo zampino. Una volta varata la Costituzione, esce dalla sfera politica e la sua difesa rientra nei compiti della magistratura, pur con dei correttivi. Se una norma che un giudice è chiamato ad applicare è possibile che sia anticostituzionale, il giudice solleva o accoglie eccezione e rinvia alla Corte che decide.

Quindi sono i giudici a vigilare la costituzionalità delle leggi, non l'esecutivo a controllare la costituzionalità delle decisioni dei giudici (scusa, sostituisci "sono" con sarebbero :)

bastarda dentro ha detto...

Anche io ho TANTA voglia di obtorcergli il collo. Sto nano malefico!

riccardo gavioso ha detto...

c'è una coda: vediamo di prendere il bigliettino! :)

geor ha detto...

potessi torcere io quel collo!

riccardo gavioso ha detto...

ok ragazzi, si organizza la riffa... tu che numero vuoi?

un buon fine settimana :)

doc63 ha detto...

:-D

riccardo gavioso ha detto...

buon fine settimana Doc :)

doc63 ha detto...

altrettanto ;-)

Joe ha detto...

Dopo tutto quello che ha detto e fatto c'e' ancora un italiano pronto a difenderlo? Se esiste bisogna mettergli la camicia di forza.

Buon weekend.

riccardo gavioso ha detto...

gli metterei una "macina da mulino di forza", confidando nel fatto che siamo una penisola e l'acqua non manca ;)

Ivo Serentha and Friends ha detto...

Iniziata la sperimentazione della dittatura in Italia

Provare con un decreto nel rendere impossibile una sentenza della magistratura,rimandato al mittente per la mancata firma del Presidente della Repubblica,e rilanciando con l'intenzione di preparare una legge approvata dalle due camere in tempi brevissimi,tutto ciò si può definire una prova di forza tendente a preparare i presupposti della dittatura in Italia.

Anche le affermazioni di ieri,surreali a mio parere,indicando Eluana Englaro e la possibilità d'una sua gravidanza,insistendo sempre dalla sua bocca,non conosce vergogna l'attuale premier,che Beppino Englaro voglia disfarsi della figlia come se fosse un problema da rottamare,tutto ciò è sintomatico e pretestuoso di indebolire la figura di Napolitano.

Strumentalmente sta sfruttando la drammatica storia d'una donna e della sua famiglia,contro la sua volontà testimoniata dai suoi amici e dai suoi cari,di non volere vivere in una condizione del genere.

Siamo lanciati ad alta velocità verso la dittatura,voluta espressamente da questa destra al potere,la sua coalizione pende dalle sue labbra,qualsiasi volontà è presa come un ordine,obbedire è una condizione del tutto normale tra quei banchi.

Pubblicato sul blog Freedom

Ciao Riccardo,c'è da preoccuparsi!!!

&& S.I. &&

Alberto ha detto...

Non ci è bastato quello là. Gli italiani hanno proprio la memoria corta se adesso vogliono questo qui.

riccardo gavioso ha detto...

@ ivo and friends: analisi ottima e sconfortante, in linea con quello che oggi troviamo su molti quotidiani non solo italiani. Possibilità di affrontare la deriva democratica in assenza di opposizione, solo la piazza.

una buona domenica

riccardo gavioso ha detto...

@ alberto: straordinario Alberto!!!

una buona domenica

Franca ha detto...

Bella, speriamo che diventi realtà...

riccardo gavioso ha detto...

@ franca: se poi il collo glielo tirasse...

Ivo Serentha and Friends ha detto...

Caro Riccardo,siamo,almeno una parte considerevole del paese,preoccupati dagli eventi,penso che non sarà sufficiente una petizione per protestare contro questo esecutivo,ma pronti a fare la nostra parte.

Sempre uniti per la democrazia.

Ciao,Ivo

Anonimo ha detto...

Riccardo hai appena commentato il mio blog.
Hai studiato diritto costituzionale quindi?
Io pure, sono laureato in Scienze Politiche, ho qualche problema a capirci qualcosa in questo momento, siamo vicini alla deriva.
Dario (blogger)

Pino Amoruso ha detto...

Bella...vado a visitare il sito.

tommi ha detto...

molto bella, veramente. ogni tanto un pò di ironia fa bene anche se non ci sarebbe nulla da ridere.
tommi

riccardo gavioso ha detto...

@ ivo: ciao Ivo, riuscissimo ad unirci tutti veramente sarebbe una gran cosa ;)

riccardo gavioso ha detto...

@ dario: caro Dario, come diceva qualcuno, credimi: " Niente da capire" ;)

riccardo gavioso ha detto...

@ pino: grazie Pino, Zarpa è davvero molto bravo

riccardo gavioso ha detto...

@ tommi: vero Tommi, c'è davvero poco da ridere :(

oscar ferrari ha detto...

La corte costituzionale si occuperà solo del rilascio dei certificati necessari all'attività sportiva

riccardo gavioso ha detto...

@ oscar: fantastica!!! :)))

Creative Commons License Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.

disclaimer

questo sito viene aggiornato alla sanfasò, quindi senza alcuna periodicità, e non rappresenta una testata giornalistica, nè ci terrebbe a rappresentarla. Pertanto, non può essere considerato in alcun modo un prodotto editoriale ai sensi della L. n. 62 del 7.03.2001.
Dei commenti postati risponderanno i loro autori, davanti a Dio sicuramente, davanti agli uomini se non hanno un buon avvocato. In ogni caso, non il sottoscritto.
Le immagini presenti sulla Penna che graffia sono state in larga parte prese da Internet e valutate di pubblico dominio. Se gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non avranno che da segnalarmelo e provvederò prontamente alla loro rimozione... quella degli autori, ovviamente!