la vignetta di Giulio Laurenzi: " Una vignetta a tradimento... BerluSkozy! "

17 commenti:

LENINGRAD COWBOYS ha detto...

Con berlusconi tradire l'Italia diventa un atto di fedeltà.

Leningrad cowboys

zefirina ha detto...

e non l'unica a vergognarsi

Francesco ha detto...

Ciao, ti pregherei di venire nel mio blog affinchè tu possa leggere quello che l'attuale governo vuole fare con chi gestisce un blog, affinchè, nel caso fossi d'accordo, tu possa firmare la petizione on line per non far approvare questo scellerato decreto legge. Grazie. Buona giornata. Francesco

Crocco1830 ha detto...

Berlusconi ha già fatto le corna a milioni di italiani che avevavo sposato i suoi proclami. Solo che ancora non se ne accorgono. Poveri loro ... e pure noi.

Blogger ha detto...

La Carla è sempre la Carlà!
Blogger

riccardo gavioso ha detto...

@ leningrad cowboys: suona davvero bene, e io sono un uomo fedele ;)

riccardo gavioso ha detto...

@ zefirina: noi ci vergogniamo, ma speriamo che, prima o poi, sia "fraintesolo" a fare penitenza ;)

riccardo gavioso ha detto...

@ francesco: grazie Francesco, passo a dare un occhiata.

riccardo gavioso ha detto...

@ crocco1830: un classico caso di cornuti e mazziati ;)

riccardo gavioso ha detto...

@ blogger: Chapeau! Parbleu! :)

nemesi2 ha detto...

Il piccoletto prende tutte le occasioni al volo per fare le corna.

riccardo gavioso ha detto...

è l'unico oggi a riuscire a prendere al volo qualcosa ;)

nemesi2 ha detto...

Er nanopijatutto :)

riccardo gavioso ha detto...

il vero problema è che non riesco a provare simpatia per la Bruni neanche quando fa la Biancaneve cattiva...

nemesi2 ha detto...

da esteta dico che è una bella donna ma molto insipida caratterialmente.

doc63 ha detto...

ma daiii,forse gli piglia la paralisi alle 2 dita (ogni tanto) in fondo ha un´etá :-D

riccardo gavioso ha detto...

stava solo misurando di quanto incrementare i rialzi per arrivare alla pari con Sarko ;)

Creative Commons License Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.

disclaimer

questo sito viene aggiornato alla sanfasò, quindi senza alcuna periodicità, e non rappresenta una testata giornalistica, nè ci terrebbe a rappresentarla. Pertanto, non può essere considerato in alcun modo un prodotto editoriale ai sensi della L. n. 62 del 7.03.2001.
Dei commenti postati risponderanno i loro autori, davanti a Dio sicuramente, davanti agli uomini se non hanno un buon avvocato. In ogni caso, non il sottoscritto.
Le immagini presenti sulla Penna che graffia sono state in larga parte prese da Internet e valutate di pubblico dominio. Se gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non avranno che da segnalarmelo e provvederò prontamente alla loro rimozione... quella degli autori, ovviamente!