" La guerra in Iraq è finita ! "


evidentemente con Obama gli americani hanno ritrovato il gusto di sognare. Così, oltre un milione di copie di questa edizione straordinaria del New York Times è stato distribuito in diverse città degli Stati Uniti, annunciando la fine della guerra in Iraq, le scuse di Condoleezza Rice per le false prove sulle armi di distruzione di massa di Saddam e l’incriminazione per alto tradimento di George W. Bush.

Le copie erano perfette, al punto da ingannare diverse persone che non hanno notato le finte pubblicità pacifiste del colosso petrolifero Exxon e Che Guevara usato come testimonial della Mc Donald’s. Oltre alla fine della guerra in Iraq, le quattordici pagine riportavano la fine del lobbismo a Wall Street, un ridimensionamento per le retribuzioni dei manager, la soluzione del riscaldamento globale e il ritiro dal mercato di tutte le auto a benzina.

E voi che notizie sognate di leggere in una “straordinaria” del Corriere della Sera?

36 commenti:

XPX ha detto...

L'importante è che poi la guerra finisca davvero!

vocalizzorotante ha detto...

Sul corriere, repubblica e su tutta la stampa mi piacerebbe trovare una notizia sola:
La legge è uguale per tutti.
Come commento, la gloriosa e vecchia (ma stupenda) Costituzione!!


Buona giornata a tutti

zefirina ha detto...

è caduto il governo berlusconi(scontata eh???)

Martina Buckley ha detto...

Splendida questa, mi era sfuggita!
;)
Più che "il governo Berlusconi è caduto", una notizia ancora più sconvolgente sarebbe "Berlusconi è aperto al dialogo". Sottotitolo: Il premier si scusa per le affermazioni imbarazzanti degli ultimi 15 anni ed apre un dibattito con gli oppositori promettendo di non usare termini denigratori.

Una notizia del genere mi farebbe pensare ad una clonazione.

Bruno ha detto...

Da oggi TUTTI i politici ritorneranno a "lavorare" per VOCAZIONE politica quindi solo un rimborso spese.

Pietro ha detto...

Test etico a tutti i parlamentari. Risultati tutti ineleggibili.

Joe ha detto...

"L'Italia a partire da oggi adottera' un sistema legale basato sulla Common Law anglosassone. I vecchi codici sono dichiarati obsoleti."

Lisa72 ha detto...

I parlamentari all'unanimità hanno deciso di dare il buon esempio e si sono decurtati lo stipendio del 50% per solidarietà con le ristrettezze economiche in cui versano i comuni cittadini italiani!

Sì, poi mi sono svegliata... ^_^

Un abbraccio, Lisa

francesc0 ha detto...

Bella domanda!
"In nome ed in onore di Santo Francesco il Vaticano vende tutti i beni e destina tutto il ricavato a favore dei morenti di stenti!"
Oppure: "Pace fatta in Palestina tra arabi e israeliani!"
...più facile che finisca la guerra in Iraq...ciao :)

Crocco1830 ha detto...

Con quelle notizie, più che un'edizione del New York Time, pareva una fiaba. E visto che non sono state notate nemmeno quelle pubblicità, la fiaba potrebbe essere "A...Li(n)ce nel paese delle meraviglie".

Davide ha detto...

Mi piacerebbe leggere "Tutti in galera".

ciao.

riccardo gavioso ha detto...

@ xpx: finirà, ma i problemi che si lascerà dietro faranno concorrenza a quella dei cent'anni

riccardo gavioso ha detto...

@ vocalizzorotante: dopo la sentenza di ieri sera, siamo passati da sogno a chimera...

grazie della visita :)

riccardo gavioso ha detto...

@ zefirina: hai fatto bene, se non lo scriveva nessuno ci sarei rimasto molto male :)

riccardo gavioso ha detto...

@ martina: fantasia e realtà sono simili, ma la fantasia deve essere credibile ;)

riccardo gavioso ha detto...

@ bruno: magari con l'aggiunta: e questo giornale non è stato finanziato coi vostri soldi ;)

riccardo gavioso ha detto...

@ pietro: purtroppo si sono presentati solo quelli della Lega che nella fretta avevano letto: "test etnico" ;)

riccardo gavioso ha detto...

@ joe: ...e verranno usati come rialzi dall'ex premier ;)

riccardo gavioso ha detto...

@ lisa72: il problema dei sogni è che ci si sveglia sempre, e dalle nostre parti non è mai cosa morbida ;)

un abbraccio

riccardo gavioso ha detto...

@ francesco: magari, "Il Papa regala i mocassini di Prada ad un povero e cammina scalzo in Piazza S. Pietro"... mi sa che ci stiamo facendo prendere la mano ;)

riccardo gavioso ha detto...

@ crocco1830: :)))

le fiabe non mi piacciono più come una volta... troppi nani!

riccardo gavioso ha detto...

@ davide: e senza passare dal via ;)

mtmura ha detto...

Tutti i bambini del mondo vanno a scuola...

riccardo gavioso ha detto...

bellissima! Ma forse tra un po' basterà: tutti i bambini italiani continuano a studiare come hanno sempre fatto ;)

mtmura ha detto...

oppure: tutti i bambini italiani sanno leggere e scrivere, di questo passo presto diventerà un risultato apprezzabile ;-)

nido ha detto...

risolto il problema del surriscaldamento del pianeta... edizione straordinaria!!!

riccardo gavioso ha detto...

con l'ennesima "freddura" del Premier Italiano che ha fatto il giro del globo ;)

mirino ha detto...

In fatto è un po' tardivo. In principio la guerra in Iraq fu terminata quando gli iracheni hanno votato e stabilito il loro governo. Ciò che è successo dopo e ciò che continua anche in Afghanistan sono parti di un'altra guerra contro un nemico internazionale. In somma quindi è la stessa guerra, quella per difendere due democrazie minacciate.

riccardo gavioso ha detto...

sai che mi spiace, ma siamo in aperto disaccordo. E a giudicare dal milione di copie, credo che come me la pensi anche una parte dei tuoi connazionali. Io sono nato nel paese di Machivelli, ma non condivido i suoi principi, specie quando i mezzi comportano la morte di migliaia di bambini.

sempre con amicizia, s'intende :)

mirino ha detto...

Non pretenderei mai che l'amministrazione Bush (e Blair) non abbiano fatto qualche valutazione errata, ma i fatti sono lì. Mai la maggioranza della popolazione irachena stabilizzerebbe una democrazia se non lo volesse, e mai la 'guerra' continuerebbe senza un'interferenza esterna seria da coloro che desideravano distruggerlo.

Se l'idea iniziale fosse buona o no, è un'altra questione, ma è ben evidente che 20,000,000 iracheni non erano troppo contro di essere liberati del loro regime.

Guardando retrospettivamente, al mio avviso l'errore più importante degli Stati Uniti era di non consolidare abbastanza la sicurezza in Afghanistan. Iraq non ripresentava una grande minaccia a quest'epoca. Credo che il padre Bush abbia alcuni rincrescimenti a proposito del regime di Saddam Hussein, dopo la guerre di Kuwait, seguita dal massacro dei curdi. Ma chissà. Nella storia c'è una ragione per tutto. Per questo è meglio provare guardarla più oggettivamente, senza essere troppo influenzati dalle tendenze politiche.

Buona serrata.

riciard ha detto...

Vorrei leggere un articolo che parlasse del nuovo g8 o g20 o altra organizzazione di potenti che dicesse: "Ci siamo resi conto di quanto la vita sia importante e vada salvaguardata in ogni sua forma".

riccardo gavioso ha detto...

forse sarebbe la notizia che le condensa tutte e renderebbe inutili tutte le altre pagine

lilyth ha detto...

"Avviato il processo di beatificazione di Berlusconi"

riccardo gavioso ha detto...

:)))

rguru ha detto...

Potete rispondere online a 7 domande; sono domande sulla guerra, domande su un tema che ci sfiora ma non ci tocca.

http://grossocactus.blogspot.com/

riccardo gavioso ha detto...

@ rguru: vengo a dare un occhiata.

grazie della visita

Creative Commons License Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.

disclaimer

questo sito viene aggiornato alla sanfasò, quindi senza alcuna periodicità, e non rappresenta una testata giornalistica, nè ci terrebbe a rappresentarla. Pertanto, non può essere considerato in alcun modo un prodotto editoriale ai sensi della L. n. 62 del 7.03.2001.
Dei commenti postati risponderanno i loro autori, davanti a Dio sicuramente, davanti agli uomini se non hanno un buon avvocato. In ogni caso, non il sottoscritto.
Le immagini presenti sulla Penna che graffia sono state in larga parte prese da Internet e valutate di pubblico dominio. Se gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non avranno che da segnalarmelo e provvederò prontamente alla loro rimozione... quella degli autori, ovviamente!