(il postino delle sei) - Avvocato Zaccone, che fa… prende per il culo?


prima di entrare nell’aula in cui oggi si è aperto a Torino il processo per il rogo della Thyssen, l'avvocato Cesare Zaccone del pool difensivo dell'azienda, si è detto preoccupato per "l'attenzione mediatica, in quanto potrebbe impedire un sereno accertamento dei fatti".

Come potete ben vedere, sulla prima pagina de “ La Stampa ”, non vi è traccia del processo, ma in compenso avete speso il vostro soldino per procurarvi la solita notizia sulla malvagità dei Rom, per scoprire che un italiano su due dichiara di farsi raccomandare dai politici per trovare lavoro (l’altro ovviamente non lo dichiara), ma soprattutto avere la notizia che le scarpe da basket sono vendute senza lacci.

Spero per voi che almeno abbiate da imbiancare casa…

32 commenti:

Comicomix ha detto...

In un paese in cui l'Oleificio di Spello dove morirono degli operai un po' di tempo fa chiede i danni ai familiari delle vittime, potremmo dire quasi quasi quelli della TK sono delle brave persone. Chiediamogli scusa.

:-((((

C.

Joe ha detto...

Quando vivevo a Torino mi ricordo che chiamavamo La Stampa La Busiarda.
Comunque ora tutti i giornali dovrebbero esere chiamati cosi'.

aquilablu ha detto...

Mia nonna, che era analfabeta, aveva capito subito che non si poteva fidare. I giornali non poteva leggerli quindi non si esprimeva in merito, ma il telegiornale lo chiamava "le bugie" già trenta anni fa.
:)

Audrey ha detto...

Il problema dell'informazione in questo paese è davvero la madre di tutte le questioni.

Anche io sono rimasta senza parole quando ho ascoltato ieri la notizia sulla richiesta di risarcimento presentatata dall'AD dell'oleificio di Spello a danno delle vittime e del superstite del rogo di qualche anno fa.

Se continua la linea Marcegaglia tra un po' questa sarà la prassi.

Caro Rick, un abbraccio sconsolato, Audrey

Joe ha detto...

Questa lotta tra classe padronale e lavoratori non e' mai finita. Negli USA la classe di capitalisti ad oltranza che governa il paese dalla sua fondazione caratterizza i programmi del welfare per aiutare i poveri e i disoccupati con l'espressione: Feed the Beast (alimenta la bestia) che significa "tira un osso all'animale per non farti mordere".

riccardo gavioso ha detto...

@ comicomix: come darti torto, caro amico, è davvero tutto relativo...

In considerazione di questo, forse un giorno potrei anche chiedere scusa ai crucchi, mai ai pennivendoli che pensano che siano più importanti le scarpe da basket... anzi, se hanno avanzato i lacci, che li usino per appendersi a una trave!

oggi sono molto tranquillo e disponibile... forse si nota?

comicomix ha detto...

Sì, si nota. La penna graffia comunque, anche quando è tranquilla. Io, ripetendo una frase recentissimamente ascoltata da una carissima amica davanti ad un ottimo bicchiere di vino, mi chiedo:

"Ma è davvero questo il mondo che vogliamo?"

Come sai bene, credo che la vita non abbia un senso (non nel senso - scusa il gioco di parole - che generalmente si dà a questa parola).

Ma che si sia smarrito a tal punto il senso (arindinghete! ^_^) dell'essere uomini, fino a dare risalto massimo a cose futili (perchè sono buono...^_^) e nessun risalto a cose che sono l'essenza dello stare qui è comunque una cosa che continua, nonostante età ed esperienze varie, a lasciarmi basito.

Come abbiamo avuto modo di discutere, non ricordo bene dove, se qui o altrove, pensa alla parola Sicurezza che ormai viene declinata solo in chiave anti immigrati o Rom, mentre delle morti sul lavoro, di quelle per malasanità, o al limite semplicemente per incidente stradale si danno due righe in cronaca (se si danno) o qualche lacrima di coccodrillo.

Ciao, Riccardo.

Un Carlo senza sorriso.

riccardo gavioso ha detto...

forse abbiamo dato per scontato un andamento lineare della storia, convinti di non poterci ritrovare il un "Vico"lo cieco. Anch'io sono sorpreso da questa mancanza di umanità, e dalla mancanza di reazioni ad essa, e soprattutto da quanto poco c'è voluto per invertire la direzione di marcia. In poche parole, forse abbiamo davvero sottostimato l'impatto devastante dei media... e non ne faccio solo una questione nazionale.

ciao Carlo

riccardo gavioso ha detto...

@ joe: temo che le cose non siano affatto migliorate...

riccardo gavioso ha detto...

@ aquilablu: chissà come li chiamerebbe ora... capace che si lascerebbe scappare un termine non da nonna... ;)

riccardo gavioso ha detto...

@ audrey: Confindustria è furba, e i giornalisti fanno finta di essere tonti. Ci hanno rifilato la signora, con quella sua aria pacata da vicina di casa, e hanno fatto sparire sotto il tappeto tutte le dichiarazioni di fuoco che aveva fatto in tema di norme di sicurezza, e non gliele hanno ricordate quando a lasciarci la pelle è stato proprio un suo operaio... anzi l'hanno fatta passare come la pasionaria della sicurezza.

Hai ragione, la linea è sempre quella, massimizzare il profitto e ridurre i rischi... quelli giudiziari per loro!

un abbraccio a te, altrettanto mesto

riccardo gavioso ha detto...

@ joe: bellissimo questo contributo, e non si può dire che gli americani siano bravi a far giri di parole. Unico problema è che gli ossi mi sembra inizino a scarseggiare...

pierpaolobasso ha detto...

L'arroganza dei poteri economici/politici, L'obbedienza criminalizzante dei loro avvocati, < il silenzio,> che grida la colpevole sotommissione, dei mezzi di informazione; Anche se sono passati dei secoli, non hanno fatto capire, che il ripetere errori del passato, calpestando la dignità dei popoli, solo per meschina stupidità di casta di potere; Non vale il giocarsi la testa, quando i popoli arrivano all'esasperazione, non li calmi con le Briosch.

riccardo gavioso ha detto...

molto bello questo commento. Stiamo portando popoli all'esasperazione, persone all'esasperazione, e poi abbiamo la faccia tosta di stupirci quando leggiamo l'odio negli occhi di qualcuno. Sono per la pace, e lungi da me attizzare l'odio, dico solo: non stupiamoci...

Joe ha detto...

Devo aggiungere che fu Regan a coniare un'altra frase: Starve the Beast (affama la bestia) per segnalare che anche il piccolo osso sarebbe stato negato durante la sua presidenza. Con i Bush non e' rimasto quasi piu' nulla da dare....
Questi sono i leaders tanto ammirati da chi ora vi governa.

rossaura ha detto...

Come ho cercati di dire in altri post, siamo stati buggerati doppiamente, per prima cosa abbiamo un governo che solo dei dementi possono considerare democratico e utile a questa Italia, abbiamo inoltre pensato per decenni che chi poteva salvarci dalle manovre e dalle porcherie della politica sarebbero stati i mezzi di informazione. Errore madornale. Non è possibile perchè proprio questo governo è il cancro della libertà dell'informazione e metastasi per il soffocamento delle altre libertà che ci spetterebbero di diritto.
Significativo il tono flebile relativo al processo della Thyssen e il tono quasi goliardico della richiesta di risarcimento dell'oleificio di Spello.
Che dire? No non c'è niente da dire...
Ti auguro una buona serata e ti assicuro che io sogno un mondo diverso ed a questo mi preparerò.
Ross

riccardo gavioso ha detto...

@ joe: la bestia affamata diventa pericolosa, e qualcuno da quelle parti dovrebbe anche essersene accorto...

riccardo gavioso ha detto...

@ rossaura: in effetti ormai sembra ci sia davvero poco da dire, e poca voglia di ascoltare. L'informazione in democrazia è un elemento imprescindibile, senza di essa è cresocrazia. Continueremo a scrivere e a sognare, perchè è nella nostra natura, ma sarà sempre più difficile nascondere la delusione.

una buona serata anche a te

pierpaolobasso ha detto...

I popoli nella loro evoluzione democratica, spengono gli ODI; Ma il perpetuarsi senza discontinuita, dei poteri rappresentativi, con i poteri economici, in una unione di interessi esclusivi, atizzano la brace assopita, di chi vede il fratello morire nel fuoco.

doc63 ha detto...

la locandina del film "L´avvocato del diavolo" ci calza a pennello, solo che i diavoli sono in continuo aumento e si stanno giocando le anime a pari e dispari :-(

riccardo gavioso ha detto...

aumentano i diavoli e aumentano i peccatori, specie i bugiardi... o ancor peggio, chi occulta la verità :(

Joe ha detto...

"specie i bugiardi..." ne conosco un con i tacchi che penso abbia il primato mondiale...crede persino alle balle che racconta!

Joe ha detto...

@comocomix: "Ma è davvero questo il mondo che vogliamo?"
No, ma a LORO non importa proprio quello che noi vogliamo. Hanno da sempre fatto quello che vogliono senza troppi problemi. Spero solo che non ci sia la reincarnazione.

Martina Buckley ha detto...

Che dire, concordo con amarezza con tutto quello che avete scritto (e mi identifico particolarmente con il commento di comicomix).. continuamo a bloggare, forse è davvero l'ultima scialuppa perima dell'affondamento totale... coincidenza strana (strana?), ieri ho comprato online due libri di Travaglio... è ora che qualcuno lo traduca in inglese (magari glielo propongo) :D

Bastian Cuntrari ha detto...

Nulla di quel che leggo sulla c.d. "stampa" (e non solo su "La Stampa"...) riesce più a meravigliarmi: basta dare un'occhiata alle prime pagine di ieri di Repubblica e CorSera. Con un sincronismo perfetto, entrambi riportavano la foto di Beppe Grillo in vacanza in Sardegna, "in attesa della discesa in piazza" (8 luglio prossimo).

Giornalismo pregnante, non credete?
E per nulla strumentale...

Franca ha detto...

Quoto Comicomix...

flo ha detto...

A forza di occultare informazione non sanno più come riempire le pagine dei quotidiani e quindi ecco che i lacci delle scarpe da basket e qualunque altra stupidaggine diventano scottante attualità da sbattere in prima pagina...

riccardo gavioso ha detto...

@ joe: il mondo che vogliamo noi, per loro avrebbe un'atmosfera letale

riccardo gavioso ha detto...

@ martina: forse è proprio l'ultima scialuppa, e per fortuna nel web i posti non sono contati...

non male l'idea di tradurre Travaglio ;)

riccardo gavioso ha detto...

@ bastian cuntrari: per quanto disincantato, devo dire che la stampa riesce ancora a stupirmi e a fare peggio di quel che metto in preventivo... e giuro che carico parecchio il preventivo ;)

un abbraccio

riccardo gavioso ha detto...

@ franca: un commento impeccabile, quello dell'amico Carlo... come sempre

riccardo gavioso ha detto...

@ flo: ottima osservazione, ormai c'è talmente tanto da far sparire dalla prima pagina, che hanno ampiamente superato la soglia del ridicolo.

Creative Commons License Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.

disclaimer

questo sito viene aggiornato alla sanfasò, quindi senza alcuna periodicità, e non rappresenta una testata giornalistica, nè ci terrebbe a rappresentarla. Pertanto, non può essere considerato in alcun modo un prodotto editoriale ai sensi della L. n. 62 del 7.03.2001.
Dei commenti postati risponderanno i loro autori, davanti a Dio sicuramente, davanti agli uomini se non hanno un buon avvocato. In ogni caso, non il sottoscritto.
Le immagini presenti sulla Penna che graffia sono state in larga parte prese da Internet e valutate di pubblico dominio. Se gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non avranno che da segnalarmelo e provvederò prontamente alla loro rimozione... quella degli autori, ovviamente!