(il postino delle sei) - il mondo a un passo dal baratro nucleare



come ben sapete la penna ha corrispondenti in tutto il mondo, di cui va giustamente orgogliosa.
Ed è proprio grazie a uno di questi che possiamo garantirvi che il mondo è stato a un passo dalla Guerra Nucleare… altro che crisi dei missili a Cuba.
I famosi barchini iraniani che si sono avvicinati nello stretto di Hormuz a tre navi della flotta americana, non hanno gettato in acqua finte bombe, come riportato dalle agenzie, ma foto…
purtroppo, per un triste malinteso al posto delle foto di Osama Bin Laden, in mare sono finite foto di Obama Barak . Ma queste, a differenza delle altre, erano una provocazione inaccettabile per i signori della guerra e il mondo per una sola consonante ha rischiato di essere prepensionato dopo milioni di anni di onorato servizio.

16 commenti:

Loreanne ha detto...

Sempre seguendo la delicatezza della nostra lingua e delle sue consonanti:
"Il mondo a un passo dal baratto nucleare"!!

riccardo gavioso ha detto...

in un mondo che si sta impoverendo, il baratto nucleare s'impone prepotentemente!

una buona serata

rossaura ha detto...

Ma secondo te dal barchino hanno detto a voce che volevano conquistarli oppure hanno usato un megafono?

riccardo gavioso ha detto...

l'hanno fatto a voce... era un muezzin :)

un buona serata

rossaura ha detto...

aahhh ecco....
Con i meravigliosi mezzi messici a disposizione dal governo iraniano......

riccardo gavioso ha detto...

tutte le tecnologie sono state assorbite dal nucleare... cerca di capire :)

dvdbablog ha detto...

una cosa che non centra nulla con questo post , ma hai visto in televisioni ieri sera che ti hanno copiato la battuta del biglietto della lotteria finito nella spazzatura.

riccardo gavioso ha detto...

ti ringrazio molto della segnalazione, se mai riesco a trovare un buon avvocato, cosa che dopo l'articolo di domani mi servirà senz'altro, si fa a mezzi... chi è stato?

dvdbablog ha detto...

ok ,Striscia la notizia con la voce di Ezio Greggio :)

riccardo gavioso ha detto...

ma cribbio, quelli devono avere una legione di piccoli avvocati allenatissimi :)

riciard ha detto...

storia di una barca di pochi uomini, di alcuni ditattori (messi dagli usa in gran parte), di molti ideali e poche risorse addditate come il pericolo del mondo... ;)

riccardo gavioso ha detto...

descrizione davvero molto bella... te la rovino un po': e se fossero stati quelli di greenpeace? :)

adriano49 ha detto...

caro Rick,questa volta sbagli perchè ho ricevuto personamente notizia dal "Gazzettino di Venezia" che intervistato il Doge Galan ha riferito ai cronisti che le persone che hanno incrociato gli USA N. erano quattro gondolieri venesiani con in barca tosi e tose innamorate che a forza de basi e caresse e cantando "dove te và nineta" i se ga trovà senza acorsase davanti a immense navi da guerra dei pellirossa e fasendo marciaindrio i je torna a casa col nuovo record mondiale di regata.

riccardo gavioso ha detto...

caro amico, sempre a risparmiare: potevate almeno mandargli addosso il Bucintoro :)

grande davvero!!! con tre punti esclamativi

GattaNera ha detto...

Presto o tardi... il pretesto per una guerra contro l'Iran lo troveranno sicuramente... e saranno guai... per tutti!

Paola

riccardo gavioso ha detto...

@ gattanera: speriamo che non sia l'ultimo lascito dell'amminisrazione Bush...

Creative Commons License Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.

disclaimer

questo sito viene aggiornato alla sanfasò, quindi senza alcuna periodicità, e non rappresenta una testata giornalistica, nè ci terrebbe a rappresentarla. Pertanto, non può essere considerato in alcun modo un prodotto editoriale ai sensi della L. n. 62 del 7.03.2001.
Dei commenti postati risponderanno i loro autori, davanti a Dio sicuramente, davanti agli uomini se non hanno un buon avvocato. In ogni caso, non il sottoscritto.
Le immagini presenti sulla Penna che graffia sono state in larga parte prese da Internet e valutate di pubblico dominio. Se gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non avranno che da segnalarmelo e provvederò prontamente alla loro rimozione... quella degli autori, ovviamente!