lettera aperta al sindaco Chiamparino: Torino non ha nulla da festeggiare!

Egregio Signor Sindaco,

col dolore che accomuna tutta la città, purtroppo avrà certamente appreso che anche Giuseppe Demasi, uno dei martiri della Thyssen, si è spento in questa triste giornata.
Per questo motivo, e per onorare la memoria dei suoi sei compagni, Le chiedo di farsi latore del messaggio di una città che non dimentica e che crede di non avere nulla da festeggiare. Le chiedo quindi, in segno di un lutto profondo, di annullare la prevista festa dell’ultimo dell’anno nel cuore ferito della nostra Torino.
Mi rendo ben conto che questa richiesta è tale da vanificare il lavoro e le aspettative di molte persone, e me ne dolgo. Le chiedo quindi in subordine che faccia in modo che quella festa divenga un’occasione per esternare la partecipazione al dolore di sette famiglie che stanno ancora piangendo i loro cari.
A Lei la scelta del modo, e delle persone che ritenga più opportune.

Con l’augurio che il nuovo anno sia per la nostra città migliore di quello che stiamo per lasciarsi alle spalle, ma che sarà difficile dimenticare.

Nel caso volesse prendere atto di quelle che sono le reazioni e la partecipazione alla tragedia della Thyssen, le lascio qualche link:

http://lapennachegraffia.blogspot.com/2007/12/i-martiri-e-i-leoni.html

http://lapennachegraffia.blogspot.com/2007/12/scommetto-che-conoscete-questi-allegri.html

http://lapennachegraffia.blogspot.com/2007/12/il-mio-regalo-di-natale-alla-famiglia.html

http://lapennachegraffia.blogspot.com/2007/12/un-grosso-aiuto-per-trovare-un-briciolo.html


Riccardo Gavioso


nel caso qualcuno volesse unirsi all'iniziativa, questo è l'indirizzo mail del Comune di Torino:

34 commenti:

Comicomix ha detto...

:-(

Lisa72 ha detto...

Sette famiglie... quante persone accomunate dal dolore di un caro morto per responsabilità di.... verrà mai punito il responsabile?
:-(

Uyulala ha detto...

devo dire che ho i miei dubbi che tu sarai ascoltato... :-(

riccardo gavioso ha detto...

@ comicomix: ovviamente non mi aspetto accada nulla... neppure una risposta. Ma, giusto o sbagliato, forse un segnale forte sul fatto che una strage non si butta dalla finestra con l'anno vecchio...

riccardo gavioso ha detto...

@ lisa: dipenderà molto dalla pressione che l'opinione pubblica saprà esercitare... non è giusto, ma purtroppo è così

riccardo gavioso ha detto...

@ uyulala: ti ringrazio per il beneficio del dubbio. In realtà, so bene che resterò inascoltato, ma mi incuriosisce vedere se si degneranno di rispondermi... prova su strada, come dicevo, del miglior sindaco d'italia.

rossaura ha detto...

Sto pensando alle famiglie... che anno da incubo... quando potranno mai riprendersi.... l'unico coraggio che gli auguro è quello di non farsi dimenticare

riccardo gavioso ha detto...

erano alla 12 ora, quarta di straordinario, proprio per regalare delle feste più serene alle loro famiglie :(

olista ha detto...

Sono completamente d'accordo con la tua iniziativa. Torino dovrebbe (intendo avrebbe il dovere) di rispettare il dolore e di segnalare che al primo posto c'è la vita umana e dopo il business.
Vedremo cosa farà il sindaco.

riccardo gavioso ha detto...

ti ringrazio molto, e credo proprio che un segnale forte sarebbe stato necessario. Fortunatamente ho letto di una bella iniziativa del Serming che organizzerà una marcia verso la fabbrica proprio domani sera. Ora vedo se riesco a trovare qualcosa di più...

riccardo gavioso ha detto...

31 dicembre 2007. Marcia della Pace. partenza ore 18. Corso Regina 400

A cura della Redazione


Cari amici
la Marcia della Pace del 31 dicembre quest’anno avrà inizio alle ore 18 davanti alla ThyssenKrupp in Corso Regina Margherita 400 per rendere omaggio agli operai che hanno perso la vita, per essere vicini a quelli che stanno lottando tra la vita e la morte; per portare la nostra solidarietà a tutti quelli che stanno soffrendo, alle famiglie, ai colleghi di lavoro.

Sarà anche l’occasione per ricordare tutte le persone vittime di infortuni sul lavoro come gli operai di Fossano e tantissimi altri - in media tre ogni giorno.

Dopo un momento di silenzio e di riflessione la marcia percorrerà corso regina Margherita per raggiungere l’Arsenale della Pace, in Piazza Borgo Dora 61.

Alle ore 21 avrà inizio il Cenone del Digiuno, animato dai giovani che arriveranno da tutta Italia. Il denaro che ognuno avrebbe speso per il tradizionale cenone, sarà destinato al progetto “Salviamo 100.000 bambini” e a chi bussa alle porte degli Arsenali in Italia, in Brasile, in Giordania.

Alle ore 23 la Marcia della Pace partirà dall’Arsenale per raggiungere il Duomo dove alle ore 24 avrà inizio la Celebrazione Eucaristica di inizio d’anno presieduta dall’Arcivescovo.
Grazie per la vostra attenzione e buon Natale, sperando di vederci.

[www.giovanipace.org]

raqqash ha detto...

Una email costa poco, perché non spedirla anche ai nostri cari rappresentanti di governo? Tanto finché parliamo tra di noi cambierà poco, facciamoci sentire invece, che ne pensi?

riccardo gavioso ha detto...

ottima idea... hai a portata di mano qualche indirizzo?

raqqash ha detto...

Io ho memoria corta per gli indirizzi, avevo visto da qualche parte varie email utili. Qui c'è fior fiore di surfer, ci sarà qualcuno che ce li ha sottomano o li trova facile io credo, e spero che ci possano aiutare.

primlug ha detto...

Bravo rick sei uno di quelli che ha capito e che non molla
prepariamoci è un 2008 che promette tanto impegno
grazie

riccardo gavioso ha detto...

vedo che siamo in tanti a non mollare, e credo anch'io che il 2008 sarà un anno duro

grazie a te

audrey ha detto...

Torino è una città di grande tradizione democratica ed operaia, così come la mia Genova.
Non posso e non voglio credere che questa tua lettera rimanga inascoltata.
Ciao e grazie, come sempre, per le tue parole
Sara

riccardo gavioso ha detto...

mi accontenterei di una risposta: dicono che Chiamparino sia il sindaco più amato dai concittadini, vediamo come se la cava con una prova su strada...

grazie, come sempre, a te

tizy ha detto...

Io ci sono!
Ti sono grata e vicina per le parole che hai scritto.

riccardo gavioso ha detto...

grazie a te

per gli auguri ci sentiamo via mail

Ciuchino ha detto...

Quando succedono tragedie come queste, e ogni giorno qualcuno muore sul lavoro, dovrebbero essere puniti severamente i responsabili, senza sconti e senza ma. Le leggi e le norme sulla sicurezza del lavoro esistono ma non sono rispettate perché manca il controllo.
Fanno passare sotto silenzio la maggior parte degli incidenti proprio perchè i principali responsabili, secondo me, sono le istituzioni. Quelle che poi organizzano le feste in piazza per festeggiare l'anno che verrà, ma non per tutti.

doc63 ha detto...

Ho spedito un´e-mail al sindaco di Torino,con la suddetta dicitura:-
Sono residente all´estero,ma amo l´Italia,só che non rinuncerete alla festa del 31/2007-01/2008,ma allo scoccare della mezzanotte il primo minuto sia il silenzio per le 7 vittime e per i loro famigliari, mi faccia sentire fiero di essere italiano,non dimentichiamoli.
Anche io dalla REPUBBLICA CECA osserveró questo minuto in loro memoria e spero che saremo in tanti

riccardo gavioso ha detto...

@ ciuchino: ti ringrazio per il commento e per la splendida ultima frase che lo chiude.

riccardo gavioso ha detto...

@ doc63: saremo in tanti, puoi esserne sicuro! ...e grazie per l'aiuto,

vista la distanza, inizio a farti i miei più cari Auguri di Buon Anno

doc63 ha detto...

Grazie per gli auguri che contraccambio di cuore,l´e-mail che ho spedito al sindaco di Torino,é stata fatta col cuore,da chi pensa che essere italiani sia una cosa di cui andare fieri,anche se questa povera ITALIA c´é la stanno svendendo all´estero,cominciando da tanti italiani,come me, che se né sono andati per potersi realizzare,dato che il nostro paese non ci aiuta, vedasi le faccende come la sicurezza e aiuti al cittadino.Con l´augurio di un buon 2008,la speranza di cambiamenti in meglio.

King ha detto...

Ciao a tutti.

Sembra che il sindaco di Torino voglia confermare la sua fama ed abbia annullato i festeggiamenti.

I miei complimenti per l'iniziativa.

King.

max116 ha detto...

Il sindaco dovrebbe vanificare il lavoro di cento o trecento persone, ovvero quelle che lavorano come staf della festa, ma ciò significherebbe rendere omaggio anche a persone che hanno perso la vita facendo il loro mestiere, che hanno sognato, e se non lo avessero fatto, comunque gli permetteva di mantenere se stessi e la famiglia. Condoglianze a tutte le famiglie della strage della Tyssen e, speriamo, un buon anno. ^_^

riccardo gavioso ha detto...

@ doc63: sicuramente un paese migliore sarebbe un'ottima cosa anche per chi è all'estero... visto che siamo a inizio anno, speriamo...

ancora Auguri!

riccardo gavioso ha detto...

@ king: grazie a te della visita, e con molto ritardo, gli Auguri per un Felice 2008.

riccardo gavioso ha detto...

@ max116: auguroni!!!

torrente ha detto...

non sono di Torino, sono di Imperia. Certo che quello che è accaduto è una cosa tremenda. Ma la festa è per i ricchi, per i padroni menefreghisti? Non credo! Chi ci rimette saranno sempre gli stessi, quelli che non contano niente, che hanno pochi mezzi, per girare l'angolo o l'auto blu con l'autista pagato da NOI!.

riccardo gavioso ha detto...

tra pochi giorni la magistratura dovrà decidere il capo d'imputazione, e se sentirà sul collo il fiato di tutta la città potrebbe propendere per l'omicidio doloso.

con molto ritardo, i miei Auguri per un Felice 2008!

alberevil ha detto...

Tutta Italia dovrebbe riflettere e fare a meno di festeggiare o festeggiare in maniera meno esagerata

riccardo gavioso ha detto...

molti hanno dimostrato di saper riflettere...

i miei Auguri per un Felice 2008

Creative Commons License Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.

disclaimer

questo sito viene aggiornato alla sanfasò, quindi senza alcuna periodicità, e non rappresenta una testata giornalistica, nè ci terrebbe a rappresentarla. Pertanto, non può essere considerato in alcun modo un prodotto editoriale ai sensi della L. n. 62 del 7.03.2001.
Dei commenti postati risponderanno i loro autori, davanti a Dio sicuramente, davanti agli uomini se non hanno un buon avvocato. In ogni caso, non il sottoscritto.
Le immagini presenti sulla Penna che graffia sono state in larga parte prese da Internet e valutate di pubblico dominio. Se gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non avranno che da segnalarmelo e provvederò prontamente alla loro rimozione... quella degli autori, ovviamente!